Domenica, 29 Ottobre 2017 20:28

Super Alma, travolta la Fortitudo: è vetta solitaria

Scritto da 
Vota questo articolo
(3 Voti)
Javonte Green contro la Fortitudo: ancora una volta il migliore sul parquet Javonte Green contro la Fortitudo: ancora una volta il migliore sul parquet

A punteggio pieno dopo quattro gare, Trieste e Bologna di fronte per la partitissima.

Vista l’ora il classico mezzogiorno di fuoco. L’Alma arriva a questa sfida dopo aver affrontato tutte compagini modeste e avendo fatto quasi sempre un po’ di fatica a portare a casa gli incontri. E in più c’è l’assenza di Bowers (compensata da quella di Cinciarini nella sponda ospite) ma c’è anche il rientro di Cavaliero quasi a tempo di record. Trieste-Bologna si preannuncia come appunto una partitissima, si scomoda anche Sportitalia per dare il via alle dirette della serie A2, tutte collocate alle ore 12. E partitissima è stata, ma soltanto per neanche due quarti, poi l’accelerazione devastante di Trieste e vittoria in scioltezza. Un +25 alla sirena che potrebbe forse tornare utile in caso di parità di punti in classifica al termine della stagione regolare. Pare di tornare indietro di qualche mese quando nei play-off l’Alma eliminò proprio la Fortitudo con gara-2 e gara-5 quasi in scioltezza, dopo che alla vigilia si temevano particolarmente i felsinei. E così è stato anche stavolta. E come pure nella scorsa gara-5, neanche alla fine di questa partita Matteo Boniciolli non si è presentato in sala stampa.

L’inizio bolognese fa tremare il palazzo, 3-10 con i punti giuliani frutto di una tripla di Fernandez. Ma Trieste si scuote, bomba anche di Green e poi di Janelidze. In breve si arriva sul 16-16. Dall’altra parte replica Legion con un tiro pesante: 16-19. Una schiacciata di Green e un canestro di Da Ros regalano all’Alma il primo vantaggio dell’incontro. Quindi ancora Da Ros per il 22-19 con cui si va al primo intervallo. Bene dunque dopo il brutto inizio. Nel secondo quarto la Fortitudo rimane aggrappata a Trieste, ci sono le bombe di Janelidze, dell’appena entrato Cavaliero e di Fernandez: 33-28. Risponde Pini allo stesso modo: 33-32. Nel finale di frazione gara di bombe, Fultz mette dentro quella del 37-37, poi in ordine Loschi, Green e Fernandez mettono quelle del parziale di 9-0 per il 46-37. Squadre al riposo lungo sul 48-39.

Ma il meglio deve ancora arrivare. Bologna per l’ultima volta si avvicina arrivando sul 48-44, poi un micidiale 10-0 triestino con dentro sei punti di Green vale il 58-44. Cavaliero in entrata e tre tiri liberi di Loschi regalano il +17: 65-48. Nel finale di tempo due canestri di Prandin tengono a bada i bolognesi. Si va all’ultimo intervallo sul 71-54. Una tripla di Loschi dà il +20. Ora si gioca solo per il quoziente canestri con l’Alma che cerca di farne il più possibile, da questo il fatto di non far entrare nelle ultime battute i giovanissimi Schina e Milic. Quattro punti di Da Ros, quattro di Green che chiuderà con 27 punti e una valutazione di 37 con 7/10 da due, 2/3 da tre e 7/8 ai liberi, oltrechè otto rimbalzi e tre assist, e soprattutto due bombe di Baldasso lanciano Trieste quasi a quota 100.

E dalla curva si alzano i consueti cori: “Salutate la capolista” e “Torneremo in serie A”. Sognare non costa nulla, anzi con questa squadra i sogni potrebbero davvero trasformarsi in realtà. Anche se però siamo appena alla quinta giornata di campionato e in palio c’è purtroppo solo una promozione. Quindi meglio non correre troppo.

Il tabellino.

ALMA – FORTITUDO 99-74
22-19; 48-39; 71-54
ALMA TRIESTE: Coronica, Fernandez 15, Green 27, Milic ne, Schina ne, Baldasso 6, Janelidze 14, Prandin 6, Cavaliero 7, Da Ros 8, Loschi 12, Cittadini 4. All. Dalmasson.
FORTITUDO BOLOGNA: Mancinelli 9, Legion 10, Fultz 6, Murabito ne, Montanari ne, Chillo 2, Gandini, Amici 8, Pini 10, Italiano 7, Mc Camey 15, Bryan 7. All. Boniciolli.

Letto 308 volte
vicedirettore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli