Domenica, 18 Aprile 2010 23:44

Trieste chiude la stagione con una vittoria sulla capolista

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Colli e soci hanno offerto una buonissima prova di fronte al proprio pubblico,

 

andando a battere per la seconda volta in due incontri i romagnoli.
Da segnalare che la truppa biancorossa è stata l'unica squadra a riuscire nell'impresa: certo, la VemSistemi era già sicura del primo posto, ma il merito va sicuramente dato all'agonismo ed alla grinta di Trieste, che fin dal primo minuto schiera una zona pressing allungata fino alla rimessa avversaria.
Forlì parte bene, con "Mitch" Poletti che si fa valere sotto canestro ed un buon Lestini, ma l'entusiasmo della Pallacanestro Trieste fa si che il match torni presto in equilibrio.
Benfatto (17 e 7 rimbalzi) e Colli (6 rimbalzi e 2 assist) presidiano l'area alla perfezione e dopo un quarto il punteggio vede Trieste avanti di cinque: in controllo della partita, i biancorossi sfruttano anche l'assenza di Villani nelle file romagnole. Di Lorenzo cerca di dare una scossa ai suoi, ma Trieste riesce comunque a tenere duro, grazie all'attenzione a rimbalzo: questa volta i biancorossi non usano in maniera smodata il tiro da tre e fanno bene.
Forlì prova a rimontare nel finale, con l'apporto di
Forray e Farioli: gli ospiti si avvicinano a meno quattro (73-69), poi però le iniziative di un Marisi più intraprendente del solito ed un tecnico fischiato a Lestini chiudono il match.
Trieste finisce il campionato al decimo posto e saluta nella maniera migliore il proprio pubblico, dando appuntamento a tutti per la stagione 2010/2011.
TRIESTE - FORLI' 82 - 77
AcegasAps Trieste:
Scarponi 18, Lenardon 6, Benfatto 17, Benevelli 6, Bocchini 5, Colli 16, Marisi 11, Spanghero 3, Cigliani, Crotta. All. Bernardi
VemSistemi Fulgor Libertas Forlì: Poletti 18, Tassinari 5, Masciadri 11, Lestini 13, Tommasini 2, Farioli 9, Frassineti 6, Forray 13, Ravaioli ne, Servadei ne. All. Di Lorenzo
Parziali: 22-17; 40-34; 60-50

Letto 616 volte Ultima modifica il Lunedì, 19 Aprile 2010 20:44
direttore

Email Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli