Domenica, 01 Dicembre 2013 09:27

A2 femminile, Sgt corsara a Vicenza. Interclub batte Alghero

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

SERIE A2 FEMMINILE NORD EST CONFERENCE - 8° TURNO (1° DI RITORNO)

Valmadrera-San Salvatore 47-57; a riposo Udine.

VELCO VICENZA  59
SGT CALLIGARIS 67
(16-16, 28-32, 47-49)
VELCO VICENZA: Camazzola 8, Colombo 2, Martelliano 7, Caldaro n.e., Caracciolo 11, Ferri 4, Benko 15, Prospero 8, Busnardo n.e., Zimerle 4. All. Voltan
SGT CALLIGARIS: Zecchin 7, Trimboli 10, Vida 25, Maria Miccoli 9, Policastro n.e, Bianco 4, Cerigioni 6, Costanza Miccoli 2, Silli n.e., Romano 4. All. Giuliani
ARBITRI: Giansante di Bologna e Bonetti di Ferrara.
NOTE Tiri da 2: Vicenza 15/43, Sgt 21/50. Tiri da 3: Vicenza 7/20, Sgt 3/15. Tiri liberi: Vicenza 8/11, Sgt 16/29. Rimbalzi: Vicenza 41 (30 difensivi, 11 offensivi), Sgt 49 (31 difensivi, 18 offensivi). Valutazione di squadra: Vicenza 54, Sgt 78. Uscita per 5 falli: Zimerle.

Al termine di una settimana difficile per gli allenamenti con poche giocatici e dopo due passi falsi, la Sgt si riscatta nella tana dell'ostica capolista Vicenza - già battuta al debutto - e la agguanta in classifica. Assente Rosellini e Policastro in panca solo per onor di firma (con le giovani dirottate piuttosto in serie C).

INTERCLUB QUERCIAMBIENTE MUGGIA 71
MERCEDE ALGHERO 45
(29-9, 46-20, 58-34)
INTERCLUB QUERCIAMBIENTE MUGGIA: Meola 1, Borroni 29, Cergol 5, Castelletto 2, Cumbat 2, Romagnoli 6, Fragiacomo 10, Capolicchio 12, Palliotto 4, Rosin. All. Trani
MERCEDE ALGHERO: Zanardi 17, Caneo, Boi 6, Giorgi 3, Trubia, Azzellini, Petrova, Bardino 4, Gagliano 12, Farris 3. All. Cordeschi
ARBITRI: Bonotto di Vazzola (Treviso) e Andretta di Udine.
NOTE Tiri da 2: Muggia 24/44, Alghero 15/44. Tiri da 3: Muggia 5/19, Alghero 3/15. Tiri liberi: Muggia 8/11, Alghero 6/10. Rimbalzi: Muggia 46 (32 difensivi, 14 offensivi), Alghero 31 (21 difensivi, 10 offensivi). Valutazione di squadra: Muggia 97, Alghero 30. Nessuna uscita per 5 falli.

Si trasforma in una sorta di formalità la prima partita del girone di ritorno per la Querciambiente: contro il fanalino di coda Alghero, Muggia risolve la pratica in poco più di un quarto. Finisce 71-45 per l’Interclub, in una gara che la compagine rivierasca ha da subito condotto con efficacia, forte soprattutto del +20 accumulato a fine primo quarto che di fatto ha spaccato in due il match del PalAquilinia, consegnando la terza vittoria di fila alle muggesane.
Una prima metà di gara praticamente perfetta sia in attacco che in difesa mette immediatamente le ali alla Querciambiente: con la capitana Borroni chirurgica al tiro, con i 20 punti messi a referto in altrettanti minuti, l’Interclub prende il largo già in avvio di contesa. Sul 29-9, con percentuali pressochè ottime dal campo, Muggia conduce con tranquillità anche il secondo quarto, chiudendo a +26 alla seconda sirena (46-20) prima di una flessione a inizio di 3° frazione, quando la compagine sarda trova in Zanardi il terminale offensivo adatto per rientrare sino a -16. Con una Querciambiente che si ritrova improvvisamente imballata (una variabile che si ripeterà poi anche nel quarto finale), è Fragiacomo a distinguersi sul fronte offensivo: i punti messi a referto dalla numero 11 rivierasca riportano completamente l’inerzia in mani muggesane, sul 58-34 a 10 minuti dalla fine che chiude anticipatamente la contesa. La Mercede prova a rintuzzare il gap nell’ultimo periodo, ma la musica non cambia sul parquet rivierasco.
--

Letto 436 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli