Domenica, 13 Marzo 2011 14:00

B femminile, la Petrol Lavori cede al fotofinish

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Giulia Fragiacomo, 4 punti contro Montebelluna Giulia Fragiacomo, 4 punti contro Montebelluna

Sebbene il Carnevale Muggesano sia finito ormai da qualche giorno,

Montebelluna decide di tirare uno scherzo tipico del "Martedì Grasso": ad Aquilinia l'Ipanema vince al foto-finish per 59-61 e si regala ancora qualche piccola speranza di rientrare nel treno play-off, grazie a una gara a tutto tondo che le ragazze allenate da Mauro Optale hanno costruito minuto dopo minuto. Per la Petrol Lavori, già sicura del primo posto in classifica, è una sconfitta indolore su cui però è pesata un'insolita inconsistenza sul parquet, fatta da tante piccole cose che non sono funzionate nel corso del match, specialmente a livello difensivo. Poco male comunque, poichè un incidente di percorso in questo momento della stagione non fa pagare eccessivo dazio al team di Matija Jogan.

Senza Samantha Cergol e Alice Cossutta, entrambe debiilitate dall'attacco influenzale occorso loro durante la settimana, l'inizio di partita è contraddittorio per una Muggia che concede molti rimbalzi offensivi alle avversarie, giocando a corrente alternata in attacco. Dapprima è Lara Cumbat a trovare pertugi importanti sotto canestro, trasformandosi in una vera e propria pivot (8-7); in seconda battuta le due triple consecutive di Gherbaz e Jessica Cergol innescano un mini-break per le rivierasche (17-11), colmato sul fronte opposto dalla guardia Trombetta, ispirata nel dare più di qualche dispiacere alle padrone di casa, bucate per due volte di fila dalla numero 8 trevigiana con tanto di canestro da centrocampo sulla sirena di fine quarto.
E' 17-17 dopo dieci minuti, con il punteggio che resta in assoluto equilibrio sino a buona parte della seconda frazione. In quel frangente, con l'Ipanema a -1, Cumbat sale nuovamente in cattedra, autrice di sette punti in poco più di 120 secondi per il massimo vantaggio interno del primo tempo (34-26): l'Interclub ricade però nell'oblìo, non riuscendo a segnare sino all'intervallo e ritrovandosi al 20' con un solo punticino di vantaggio, complice la buona verve offensiva delle ospiti ad opera di Pellizzari e Trombetta.

Anche nel terzo quarto, Montebelluna dimostra di voler rimanere attaccata alla partita e di non lasciare nulla di intentato: la Petrol Lavori prova nuovamente a scappar via sul +6 (41-35), le venete però riescono a rispondere colpo su colpo, arrivando al sorpasso dopo il fallo tecnico sanzionato dagli arbitri a Gherbaz. Un libero realizzato e le due "bombe" del terribile duo Pellizzari-Trombetta decretano il sorpasso esterno, delineando una vera e propria rincorsa da parte di Muggia sino ai secondi finali del match.
L'ultima frazione di gara è una vera e propria gara di nervi tra due formazioni che in queta fase tirano malissimo dal campo, a tal punto da realizzare solamente 2 punti tra il 30' e il 34' (51-55): l'Interclub trova le conclusioni pesanti di Gherbaz prima e Borroni poi, arrivando a 24'' dal termine sotto di uno (57-58). Il finale in volata riempie i polmoni al pubblico di casa, incredibilmente vivo come non si vedeva da tempo immemore: si va al fallo sistematico su ambo i fronti, Schiavon fa 1/2 alla lunetta per l'Ipanema, mentre

Cumbat non fallisce entrambi i tiri liberi e fissa la parità sul 59 pari. L'ultima azione premia la caparbietà delle ospiti, con Gasparini che trova il taglio in back-door e realizza a pochi centesimi dalla sirena finale.


Petrol Lavori Muggia - Pol. Giov. Ipanema Montebellunese 59-61 (17-17, 34-33, 49-53)

Petrol Lavori Muggia: Meola, Borroni 12, Gherbaz 10, Cumbat 18, Fragiacomo 4, J. Cergol 15, Castellan, Filippas, Palliotto, Divis. All. Matija Jogan

Pol. Giov. Ipanema Montebellunese: Gasparini 9, Pellizzari 14, Trombetta 15, Frada 9, Bottin, Bonoldi, Corona, Schiavon 9, Sbrissa 5. All. Mauro Optale

Arbitri: Ghirardini, Dori


Alessandro Asta
Addetto Stampa 1°Squadra Petrol Lavori Muggia

Letto 549 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli