Domenica, 21 Novembre 2010 21:32

B femminile: Muggia passa anche a Bergamo, Sgt cade con l'Alpo

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Alice Palliotto, 7 punti per lei a Bergamo Alice Palliotto, 7 punti per lei a Bergamo
Una vittoria e una sconfitta per le due squadre triestine impegnate nella B femminile.
A vincere è la battistrada Muggia, a perdere di conseguenza è la Sgt.

Lussana Bergamo       50
Petrol Lavori Muggia 67
(16-11, 27-37, 44-55)
LUSSANA BERGAMO: Lippolis 8, Turrazzi 2, Filippi 8, Luzzi 4, Pizzi 7, Bolognini, Devicenzi 14, Perico, Penna 2, F. Minali 5. All. Stazzonelli.
PETROL LAVORI MUGGIA: Meola 4, Borroni 24, S. Cergol 5, Gherbaz 6, Cumbat 9, Fragiacomo, J. Cergol 6, Cossutta 6, Palliotto 7, castellan ne. All. Jogan.
ARBITRI: Ambrosi e Giannotta di Mantova.
NOTE – Tiri liberi: Lussana 8/10, Petrol Lavori 15/24

La Petrol Lavori passa anche sul difficile campo di Bergamo e si conferma capolista indiscussa del torneo. Le lombarde, seconde della classe, hanno limitato il passivo rispetto alle altre formazioni fin qui battute dalle muggesane.
Il primo quarto è chiuso sotto di 5 punti poi ci pensa Borroni con le sue triple a capovolgere il risultato. C’è dunque il sorpasso con l’allungo e nel finale la Petrol Lavori è brava a controllare le sfuriate avversarie.



Ecodent Alpo           70
Ginnastica Triestina 55
(10-16, 25-30, 45-42)
ECODENT: Dotto 6, Rossi 16, Fravezzi 8, Lunato 6, Savi 18, Martinello 10, Pizzolato ne, Cantore, Boschetti 6, Antonelli ne. All. Carretti.
GINNASTICA TRIESTINA: Castelletto 4, Zucca 2, Primossi 7, Bossi 17, M. Miccoli 4, Gantar 3, Mosetti 3, Policastro 9, Bianco 6, C. Miccoli. All. Giuliani.
ARBITRI: Ravagnan e Brocca di Venezia.
NOTE – Tiri liberi: Alpo 14/17, Ginnastica10/16.

La rincorsa della Sgt alle zone più nobili della classifica si ferma nella trasferta veronese sul campo dell’Alpo. Per le biancocelesti sfuma il poker di vittorie consecutive, ma perdere in casa di una tra le squadre più accreditate del girone si può mettere in preventivo per un gruppo così giovane come quello allenato da coach Giuliani. Rimane ugualmente un pizzico di rammarico per una gara che si era messa bene da subito, e ottimamente a 3’ dal riposo, con le triestine avanti 26-15. Un margine che poteva crescere ulteriormente in assenza di un paio di ingenuità che una squadra così esperta come l’Alpo non ha certo perdonato. Dimezzate in un batter di ciglia le distanze, le veronesi sono rientrate sul parquet ancora più decise e precise, ed hanno operato il sorpasso nel terzo quarto, finendo poi per allargare costantemente la forbice. Già impegnata dalle qualità delle avversarie, la Sgt ha dovuto anche fare i conti coi problemi alla schiena di Bossi (miglior realizzatrice triestina), e quelli al ginocchio di Primossi, mentre Miccoli e Mosetti si sono presto gravate di falli e non hanno dato il prezioso contributo offerto in altre circostanze.
Letto 462 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli