Domenica, 31 Ottobre 2010 12:36

B femminile, Petrol Lavori stratosferica: +54!

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Lara Cumbat in azione Lara Cumbat in azione

Domanda: come si mandano i titoli di coda dopo solo dieci minuti?

Risposta: basta chiederlo alla Petrol Lavori.
Nella serata che ha bagnato l'esordio stagionale tra le mura amiche, finisce 90-36 per l'Interclub, punteggio che potrebbe lasciare poco spazio a qualsiasi tipo di analisi tecnico-tattica. Ma, riprendendo uno spunto offerto a fine partita da Luca Biasiolo, coach ospite dotato di grande sportività e obiettività, basterebbe forse dire che le due squadre scese in campo quest' oggi sul parquet appartengono attualmente a due pianeti ben distinti: Treviso, squadra con tante giovanissime, ha fatto quello che ha potuto davanti alle "marziane" muggesane.
Alla quarta giornata di campionato (la terza disputata dalla Petrol Lavori) il messaggio che arriva dalle ragazze di Matija Jogan è inequivocabile: l'Interclub ha tutto l'interesse di mostrare il suo potenziale già in questo inizio di stagione. Se la vittoria nel derby aveva mostrato qualche lacuna di troppo, il +36 della scorsa settimana a Vicenza e il +54 odierno disegnano, a chiare tinte, la voglia di vincere delle rivierasche: il tutto condito da quaranta minuti di basket spumeggiante.

E' già il primo quarto a delineare il trend del match: la partenza col turbo innestato permette alla Petrol Lavori di scavare già un discreto vantaggio, frutto di una difesa arcigna che provoca il successivo innesto di contropiedi micidiali, sui quali la Magigas non riesce praticamente mai a chiudere le maglie difensive. La vena realizzativa delle padrone di casa è assoluta, anche dalla linea della carità (8 su 8 ai liberi dopo dieci minuti): il risultato è il 27-12 alla prima sirena, vantaggio che si dilata sensibilmente subito dopo. Gli innumerevoli palloni recuperati si trasformano infatti in ripartenze vincenti, fornendo all'Interclub un valido motivo per scappare via in maniera definitiva già a metà frazione, quando il curioso "punteggio palindromo" di 41-14 fa calare il sipario sulla gara con più di venti minuti ancora da giocare.

Una letale Jessica Cergol da 10 punti in poco più di quattro minuti, ben supportata dalle triple della capitana Gherbaz e dal gioco corale di tutta la squadra, consegna il 55-23 al 20', sinonimo di "garbage-time" per il terzo e l'ultimo quarto: coach Jogan può permettersi il lusso di ruotare a piacere tutto il roster a disposizione, mantenendo però sempre vivo il concetto-chave di massima concentrazione in campo sino alla sirena finale. In questo modo, la Petrol Lavori cresce via via esponenzialmente, arrivando al 68-31 del 30' e piazzando il break finale di 22-5 che firma, con inchiostro indelebile, una delle vittorie più larghe mai viste negli ultimi anni rivieraschi.
Il tabellino.

Petrol Lavori Muggia - Magigas Treviso 90-36 (27-12, 55-23, 68-31)

Petrol Lavori Muggia: Meola 7, Borroni 16, S.Cergol 6, Gherbaz 11, Cumbat , Fragiacomo 11, J. Cergol 23, Castellan 1, Cossutta 2, Palliotto 12. All. Matija Jogan

Magigas Treviso: Verago 2, Mattiuzzo 11, Casagrande 2, Tasca 3, Pontello 6, Fava 4, Pasqualini, Barisoni 4, Doretto, Busato 4. All. Luca Biasiolo

 

 

Letto 495 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli