Lunedì, 30 Aprile 2012 23:12

Femminile, la Petrol Lavori inizia male l'avventura ai play-off

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Quasi come un giocattolo a retro-carica,
la Petrol Lavori Muggia esaurisce le proprie energie a fine dei giochi, vanificando una buona mezz'ora di partita vissuta a braccetto con Milano. Alla fine è la Pallacanestro Sanga a prevalere in gara-1, con le meneghine che vincono per 57-49 e vanno sull'1-0 nei quarti di finale promozione: una gara contornata da tanti chiaro-scuri per le rivierasche, con qualche effettivo apparso al di sotto del limite di guardia prestazionale e con diversi “peccati veniali” che hanno trasformato una possibile volata al fulmicotone in una passarella della compagine di coach Pinotti, con relative poche difficoltà nel portare in cascina il match.

Si corre a mille all'ora già a inizio partita: Milano cerca la via della penetrazione, mentre Muggia sembra più ispirata nel tiro dalla media. All'ottimo momento di Stabile risponde alla chiamata immediatamente anche Primossi, con la capitana Borroni a trovare poi sei punti consecutivi a cavallo tra quarto e quinto minuto (11-11): è una dormita generale in difesa delle rivierasche a ispirare il parziale di 9-2 interno, con la Pallacanestro Sanga che trova pertugi in area pitturata concludendo a +7 il primo quarto (20-13).

I distacchi tra le due compagini rimangono costanti nella prima parte della seconda frazione: una ottima Giunzioni a segno respinge gli attacchi vincenti di Borroni (25-17). L'Interclub si accede poi con le proprie lunghe: l'asse Gabrovsek-Palliotto (con quest'ultima assolutamente tarantolata in pitturato) ricuce parte dello strappo, arrivando a -3 al 16' (26-23). Muggia lavora bene in difesa, costringendo a qualche forzatura di troppo le arancioni di coach Pinotti, trovando anche il vantaggio al 18' sulla “bomba” di Jessica Cergol (28-29). Le meneghine riescono a chiudere avanti alla seconda sirena grazie alla tripla di tabella di Frantini (29-31)

Nonostante un paio di minuti di black-out, anche nel terzo quarto la Petrol Lavori rimane attaccata alle calcagna milanesi: sono parecchi i momenti di tira-e-molla in casa Lucsa Systems, prima a +7, poi rintuzzata sino a +2, poi al massimo vantaggio sul 45-36 al 27' e infine nuovamente semi-raggiunte da Muggia con Borroni che segna da metà campo allo scadere (45-41 al 30'). La partita però scivola via dalle mani rivierasche nel bel mezzo dell'ultimo quarto: l'Interclub non riesce a segnare più con costanza, permettendo alla Sanga di chiudere i conti a due dal termine, col +8 interno che diventa montagna insormontabile per le ospiti.

Lucsa Systems Milano-Petrol Lavori Muggia 57-49 (20-13, 31-29 , 45-41)

Lucsa Systems Milano: Schieppati n.e., Pastorino 4, Gottardi 12, Stabile 7, Rovida 2, Brioschi 2, Frantini 11, Giunzioni 14, Caniati n.e., Lidgren 5. All. Pinotti

Petrol Lavori Muggia: Meola, Borroni 22, S.Cergol, Cumbat, Primossi 5, J.Cergol 11, Filippas n.e., Palliotto 9, Moratto n.e., Gabrovsek 2. All. Jogan
Letto 537 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli