Sabato, 05 Febbraio 2011 14:07

Finali Coppa Italia: subito fuori la Petrol Lavori, ko ai supplementari In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

 

Si interrompe nei quarti di finale il cammino di Muggia in Coppa Italia:

dopo un'autentica battaglia, equilibratissima per 45 minuti, il sogno rivierasco di proseguire nella competizione viene spento dalla Conad Lauretana Biella. Sul parquet siculo di Montelepre le piemontesi si impongono per 66-61 dopo un supplementare ed eliminano una Petrol Lavori generosissima che, seppur con tanta amarezza nell'animo, esce dalla kermesse a testa altissima.

E' stata una gara tirata sino all'ultimo secondo, con l'Interclub abile a rimanere sempre agganciata alle fortissime avversarie anche nei momenti in cui il match rischiava di prendere una brutta piega. Già nei primi venti minuti si capisce che le due formazioni, per molti frangenti, si equivalgono quasi in toto: Muggia parte bene, cedendo qualche lunghezza a fine del primo quarto con Biella che chiude avanti di tre (18-15); la rotta sembra invertirsi nella seconda frazione, quando la Conad ha la possibilità di allontanarsi progressivamente dalle rivali, trovando però la fiera opposizione del duo Gherbaz-Jessica Cergol che mantengono il contatto con le piemontesi. E' Annalisa Borroni a firmare l'acuto a metà gara, mandando la Petrol Lavori sul +1 (30-31).

Dopo un terzo quarto caratterizzato dal più classico tira-e-molla in ambito del punteggio (rivierasche avanti anche di otto lunghezze grazie alle triple di Cumbat, poi rintuzzate da Biella che prepotentemente torna a condurre sul 43-39), alla vigilia del quarto periodo la parità regna sovrana sul 47-47. La Lauretana sembra riuscire a chiudere anticipatamente la contesa distaccando la Petrol Lavori di 7 lunghezze a pochi minuti dalla fine, ma l'Interclub è dura a morire: in una situazione decisamente problematica, Muggia dimostra la giusta freschezza mentale per trovare l'overtime, nonostante la capitana Gherbaz debba uscire per falli con ancora parecchio tempo da disputare. Il mix vincente di fallo sistematico e di precisione a canestro permette alle rivierasche di scavare punto su punto, trovando la realizzazione vincente di Borroni allo scadere che rimanda tutto ai cinque minuti supplementari (59-59), nei quali si segna pochissimo su azione. La svolta arriva dalla linea della carità, ma in questo caso Biella è fredda come il ghiaccio e non commette errori come accaduto negli ultimi istanti del tempo regolamentare, chiudendo la pratica sul 66-61 finale.


C'è profonda delusione nelle parole di Matija Jogan, ma anche la consapevolezza di aver sfiorato una piccola impresa, per come si erano messe le cose: “Sicuramente ce la siamo giocata con l'energia che caratterizza sempre l'Interclub: abbiamo reagito anche a una strana distribuzione di falli fischiati che ci ha penalizzato nel corso della gara, purtroppo però negli ultimi tre minuti dell'overtime la fortuna ci ha voltato le spalle, con tanti tiri usciti di pochissimo. Un vero peccato, anche perchè ci tenevamo a vincere contro una buonissima squadra come Biella.”


Conad Lauretana Biella-Petrol Lavori Muggia 66-61 d.t.s. (18-15, 30-31, 47-47, 59-59)

Conad Lauretana Biella – Simonetti 7, Montanaro 8, Bonetti 4, Pignetti 18, Coen 17; Picotti 8, Domizi 2, Pace ne, Santuz 1, Angelo 1. All. Masi.
Petrol Lavori Muggia – Gherbaz 6, J. Cergol 4, Borroni 19, Cumbat 15, S. Cergol 4; Palliotto 4, Meola 2, Cossutta ne, Fragiacomo, Castellan ne. All. Jogan


 

Letto 660 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli