Venerdì, 22 Marzo 2013 22:34

Interclub in "gita" a Crema

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Una tranquilla trasferta di fine regular season,
senza alcun tipo di pressione: averglielo detto a coach Matija Jogan e al suo staff solo qualche settimana fa…
Mentre la Muggia fuori dal parquet cerca contatti giusti e denari freschi per un futuro che continua ad
apparire incerto (nella speranza che l’arrivo della primavera possa far fiorire qualche nuovo “bocciolo” dal
punto di vista della tranquillità economica), quella in campo ha già raggiunto il proprio obiettivo di
stagione. Anzi, ha tracimato andando a conquistarsi una serie di play-off che è il riconoscimento del
lavoro profuso in palestra per tutti questi mesi, in un ambito dove lo sconforto avrebbe seriamente minato
anche il più solido dei gruppi.
L’Interclub arriva alla post-season come una Cenerentola qualsiasi, pronta a divertirsi a suo modo contro
squadre nettamente più forti sulla carta ma che qualcosa potrebbero patire a livello di entusiasmo: uno
stato d’animo proprio della formazione rivierasca che è riuscita a centrare la méta e che, in qualunque
modo finirà la propria stagione, può considerarsi soddisfatta di quanto (e tanto!) ottenuto con poche
risorse in mano.
La trasferta di Crema, l’ultima della stagione regolare, ha dunque un sapore diverso rispetto a tutte le
altre sinora disputate: l’Interclub l’affronta a cuor leggero, sapendo che nulla potrà toglierle il 9° posto in
classifica, qualsiasi sarà il risultato al termine del match. Ecco allora che la partita contro la quarta in
graduatoria, che invece dovrà vincere per tener lontana la Sernavimar Marghera con cui condivide i 30
punti sinora racimolati, si trasforma in una sfida gustosa per Muggia: una sorta di “prova generale di
play-off” che servirà a Borroni e compagne per capire quanta fame c’è in ambito rivierasco.
Se l’appetito vien mangiando, l’Interclub non ha di certo problemi di digestione dopo quanto passato
negli ultimi mesi: incontrare dunque una delle più belle realtà del girone Nord, con la Tec-mar che ha
dimostato di meritare pienamente i piani alti della classifica, diventa un impegno estremamente
stimolante nonostante la posta in palio non sia elevata per Muggia. Far bene anche in Lombardia dopo
un filotto di tre vittorie di fila porterebbe tanta carica in più , in attesa di conoscere chi tra S.Martino di
Lupari e Milano (che fatalmente si scontreranno nell’ultima di campionato, per la conquista definitiva del
secondo posto) sarà la sua avversaria in post-season. Si tratta solamente di attendere, e sicuramente
sarà la più dolce di tutte le attese di stagione.
Si gioca sabato 23 marzo alla palestra comunale “Cremonesi”, con palla a due alle 20.30.
Letto 541 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli