Venerdì, 15 Marzo 2013 21:16

L'Interclub cerca il pass per i play-off, ad Aqulinia arriva il Cagliari

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Le ragazze di Jogan Le ragazze di Jogan
Paradiso, Purgatorio e Inferno: tre concetti propri non solo del Sommo Poeta con l’alloro in testa,
ma tre diverse alternative che si prospettano all’Interclub Muggia in una conclusione di regular-season che ha davvero dell’incredibile.
C’era parecchio pessimismo misto a fastidio in casa rivierasca, con l’unica idea di non precipitare troppo in classifica che balenava nella testa del “Vate” Matija Jogan: il tutto poco più di un mese or sono. Dalla depressione (o presunta tale) del post-disfatta di Alghero si è invece passati alla speranza post-derby, sino ad arrivare all’entusiasmo stellare post-S.Martino di Lupari dopo l’exploit di sabato scorso in Veneto: tre mondi paralleli uniti da un unico filo, ovvero l’imprevedibilità di un campionato di serie A2 che, nelle posizioni che “scottano”, in meno di quindici giorni ha saputo ribaltato le carte in tavole nella stessa maniera di una chiromante che cerca di prevedere il futuro. Muggia è di certo l’attrice protagonista di questo cambiamento, perchè i quattro punti consecutivi conquistati con Delser e Fila hanno finito col rivoluzionare non solo gli equilibri rivieraschi: chi era quasi sicuro di un posticino al sole, ora è costretto a rincorrere; chi invece sembrava quasi definitivamente rassegnato a doversi cimentare nei futuri play-out, ha adesso invece grosse chances di lottare incredibilmente in post-season per traguardi nettamente diversi.
L’Interclub, a due giornate dal termine, è a +4 dalle dirette inseguitrici: un tesoretto che, a 80 minuti regolamentari dalla fine dei giochi, non va assolutamente dilapidato in corso d’opera. Lo scontro di sabato prossimo ad Aquilinia, proprio con uno dei team che rincorre Borroni e socie, è quanto di più consono per chiudere definitivamente la pratica-salvezza e per regalarsi  anche qualcosa di assolutamente insperato: Cagliari, a quota 16, deve invece cercare di allontanarsi dall’altra sarda (Selargius) che ha i suoi stessi punti in classifica ma che è inopinatamente scivolata sul parquet dell’ultima in classifica nella sfida di qualche giorno fa, complicandosi terribilmente la vita. Una sorta di pandemonio cestistico per tutte queste formazioni affamate di punti: di certo, Muggia ha dalla sua un morale alle stelle dopo quanto accaduto negli ultimi quindici giorni, la Virtus invece arriva al penultimo turno di campionato forte di una vittoria risicata ma preziosa contro Cremona.
Le rivierasche, con un’eventuale risultato pieno, sarebbero matematicamente 9° in classifiche e dunque ai play-off: cedendo invece in casa alle cagliaritane, dovrebbero guardare quanto combinato da San Salvatore contro Marghera per festeggiare la salvezza anticipata ed evitare noie pesanti nell’ultimo turno. Tanto vale dunque cercare i due punti subito ed evitare di sperare in disgrazie altrui…
Si gioca sabato 16 marzo ad Aquilinia, attenzione all’orario: palla a due alle ore 19.00 (e non alle 20.30). Arbitreranno i padovani Canazza e Giusto.
Letto 437 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli