Giovedì, 10 Novembre 2011 16:00

Petrol Lavori attesa dal derby: si gioca a Udine

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Muggia è pronta per il derby: la Petrol Lavori, forte della vittoria
in casa di sabato scorso contro Cervia, è attesa da un impegno importante, sicuramente diverso da tutti gli altri di questo campionato di serie A2. Sarà infatti la Delser Udine a ospitare le ragazze di Matija Jogan al Palasport “Primo Carnera” del capoluogo friulano (appuntamento per domenica 13 novembre, palla a due alle ore 18), per una partita suggestiva tra le due formazioni di punta del panorama cestistico regionale.
E’ un appuntamento che, almeno a livello di gare ufficiali (le due squadre, nel corso degli anni, hanno disputato diverse amichevoli tra loro), manca da tre stagioni. In tale ambito Udine ha saputo fare grandi cose in campionato, in particolare lo scorso anno con una regular-season stellare (secondo posto in classifica) prima di finire prematuramente l’avventura ai play-off.
Il team di coach Gianluca Abignente, anch’esso a sei punti in graduatoria come l’Interclub, in questo avvio ha alternato prove di assoluta forza (in tal senso, basti pensare alle due precedenti prove al “Carnera”, dove sia Cagliari che Collegno sono uscite con le ossa rotte e con pesanti passivi sul groppone) ad altre in cui, parole dell’allenatore della Delser, c’è stata tanta volontà ma è mancata la continuità di rendimento nei quaranta minuti regolamentari. Relativamente a questo, Udine ha fatto decisamente più fatica sui parquet avversari, arrivando al derby di domenica con due sconfitte di fila contro le corazzate Milano e San Martino di Lupari. E’ evidente quindi che le friulane cercheranno di sfruttare il fattore-campo per tornare a vincere, in un match in cui Muggia sa di non partire da favorita per la vittoria finale ma è consapevole di poter giocare una partita gagliarda, senza troppe paure di rito e vogliosa di togliere lo “0” dalla casella delle vittorie esterne.
Quasi scontato il quintetto-base della Delser, con la play Tayara Madonna in cabina di regia supportata dall’altra “piccola” Marta Fiascaris; la guardia Sara Quaino agirà dal perimetro mentre Alice Romagnoli e la lettone Ieva Veinberga (quest’ultima migliore marcatrice di squadra, con una media di 13 punti ad allacciata di scarpe) danno profondità e compattezza sotto canestro. Massima attenzione a chi esce dalla panchina, con la triestina Federica Pozzecco (classe 1993 ed ex-SGT Trieste ) capace di accendersi e di fare del male alle difese avversarie se in giornata di grazia, oltre all’ala Debora Vicenzotti quasi sempre in doppia cifra in tabellino-marcatori.
Arbitreranno l’incontro i signori Balducci di Pordenone e Semenzato di Venezia.
Letto 651 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli