Sabato, 04 Giugno 2011 13:47

Petrol Lavori, grande rimonta contro Biella. Ora la gara-verità

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

“Il manuale della rimonta, volume 2”:

se in gara-2 di finale play-off, a Valmadrera, la Petrol Lavori era riuscita a scrivere il prologo di questa ipotetica serie letteraria, anche nella prima gara di spareggio-promozione ha continuato la stesura del libro. E, a dirla tutta, il 55-54 con cui Muggia si sbarazza di Biella è sinonimo di prestazione enciclopedica, quasi la fotocopia di quanto era successo quindici giorni fa sul terreno della Starlight: le rivierasche partono bene, cadono nell'oblìo sino a metà dell'ultimo quarto e tornano avanti negli istanti conclusivi di gara, domando la resistenza della Lauretana che probabilmente sul +14 a sette minuti dal termine si immaginava un finale diametralmente opposto.
Certamente un'andatura da cardiopalma, ma al tempo stesso ciò che ne esce fuori è la rinnovata voglia dell'Interclub a non disperare, dando il massimo proprio nel momento in cui la speranza di rovesciare l'inerzia sembrava essere un'utopia: in tal senso, le ragazze di Matija Jogan hanno dimostrato nuovamente la  maturità che le contraddistingue e che sembra essere inserita perfettamente nel DNA muggesano.

Come già detto, è stata una vera e propria gara ad ostacoli per la Petrol Lavori: se i primi dieci minuti di sfida sono stati all'insegna dell'equilibrio (19-18) i problemi rivieraschi iniziano immediatamente dopo. Muggia infatti soffre in difesa (con la biellese Coen abbondantemente sugli scudi) e segna poco, finendo sotto di dieci lunghezze a metà match (34-24). Il recupero dell'Interclub si stoppa in un primo momento sino al -7 della penultima sirena, poi la Lauretana sembra scappare via definitivamente sul 51-37 al 33': una zavorra che potrebbe stendere un elefante, non di certo la compagine rivierasca che torna a difendere forte e che vede la solita, monumentale Annalisa Borroni prendere per mano l'intero team muggesano, sfoderando prodezze offensive a cinque stelle che limano tutto lo svantaggio.

L'Interclub mette la freccia nei secondi conclusivi, nel tourbillon dei tiri dalla lunetta che vede ancora Borroni protagonista, mentre Biella fallisce l'aggancio con Simonetti che fa 1/2 dalla linea della carità: il 55-54 finale consegna una vittoria fondamentale per la Petrol Lavori, a una sola gara (quella di domani sera, sempre a Pessano con Bornago, contro quella Viareggio che stasera affronterà proprio la Lauretana) da ciò che potrebbe decretare il trionfo rivierasco. Gli scongiuri, con tanto di ferri di cavallo e portafortuna vari al seguito, sono già iniziati: ma Muggia, scaramanzia a parte, ha decisamente le carte in regola per pensare in grande.

Lauretana Biella-Petrol Lavori Muggia 54-55 (19-18, 34-24, 44-37)

LAURETANA BIELLA: Pace ne, Santuz, Simonetti 8, Montanaro 4, Pignetti 10, Coen 20, Domizi 5, Angelo, Bonetti, Picotti. All. Masi.

PETROL LAVORI MUGGIA: Meola 1, Borroni 29, S. Cergol 5, Gherbaz 3, Cumbat 8, Fragiacomo, J. Cergol 8, Cossutta, Filippas ne, Palliotto 1. All. Jogan.
 
  Arbitri: Coffetti di Bergamo e Spinelli di Pavia

Alessandro Asta
Addetto stampa 1° Squadra Petrol Lavori Muggia

Letto 427 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli