Venerdì, 20 Gennaio 2012 12:22

Petrol Lavori in cerca di riscossa

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Marta Meola in azione Marta Meola in azione
“Muggia, alla riscossa!”: no, non è il titolo di un nuovo film
prossimamente in programmazione nelle sale cinematografiche, bensì il grido di battaglia che la Petrol Lavori vuole urlare a squarciagola per dimenticare la sconfitta interna contro Marghera dello scorso week-end.
L’Interclub aveva cullato per lunghi tratti il sogno di stoppare un’altra delle candidate ai play-off, ma il rammarico per una vittoria che è sfuggita di mano solo per un soffio è stato abbondantemente digerito dalle rivierasche: aldilà del rovescio interno, rimane forte la convinzione che le ragazze di Matija Jogan stiano confermando di essere formazione duttile, in grado di mettere in difficoltà qualunque avversaria e di far tesoro di tutto ciò che va ancora limato per accrescere ulteriormente il livello del proprio gioco.
Per la compagine muggesana arriva un momento molto importante del proprio campionato: col quinto posto mantenuto nonostante la Sernavimar abbia sbancato Aquilinia nell’ultimo turno, la Petrol Lavori va alla ricerca di punti preziosi per blindare la salvezza. Un primo passo obbligato da fare, necessario per restare lontani da una zona calda che, di settimana in settimana, comincerà a essere sempre più caustica: in tale zona vi risiede (malvolentieri) la prossima avversaria delle rivierasche, la Roby Profumi Borgotaro, attualmente in mezzo alle forche caudine del fondo classifica con 6 punti sinora conquistati.
Guai però a considerare solo questo aspetto, alla vigilia del match: domenica scorsa la formazione allenata da Marcello Degli Espositi ha fatto sua la sfida-salvezza in quel di Biassono, dando segnali incoraggianti di ripresa.
Nel quintetto base di Borgotaro, abbondantemente sugli scudi vanno messe le due ali titolari: sia l’ungherese Judit Fritz (in 34 minuti di utilizzo, una media di 11 punti e 6 rimbalzi, con un eccellente 91% ai liberi) che la parmense Silvia Martini (top scorer di squadra con 12 punti abbondanti ad allacciata di scarpe, conditi da un più che discreto 47% al tiro da due) hanno dimostrato costanza sul parquet nel girone d’andata. Buone indicazioni anche dalla cabina di regia, con la play Federica Scanzani reduce da un partitone nello scorso turno (13 punti, 7 rimbalzi e 18 di valutazione) alla quale si affiancherà la guardia Gloria Marchini (11 punti in 31 minuti per gara) e, sotto i tabelloni, la pivot Lucrezia Sordelli. Dalla panchina, tra le altre, esce la play Tania Cavagni, classe 1988 e ottimo “sesto uomo” a disposizione di coach Degli Espositi.
Muggia dovrà esser brava a imporre il proprio ritmo, partendo dal presupposto che la Roby Profumi è la seconda peggior difesa del girone (65,4 punti subìti a match) e che, se messa sotto pressione, può far fatica anche in attacco. Per la Petrol Lavori un banco di prova certamente importante, alla luce anche dell’ottimo ruolino di marcia che la contraddistingue in trasferta: le 4 vittorie consecutive lontano dalle mura amiche è caratteristica che le rivierasche vogliono continuare a perseguire, specie con l’apporto in più di un pullman di tifosi muggesani al seguito della squadra.
Si gioca al palasport “Bruno Raschi” di Borgo Val di Taro, palla a due domenica 22 gennaio alle ore 18: i fischietti designati saranno i signori Tallon di Venezia e Venturi di Bologna.
Letto 460 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli