Domenica, 13 Maggio 2012 08:41

Petrol Lavori mai in partita a Vigarano, ko in gara-1

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Quasi alla stregua di una profezia biblica, si materializza per Muggia
il vero rischio temuto alla vigilia: il concedere un possibile largo vantaggio alla corazzata Vigarano avrebbe potuto fare tutta la differenza del mondo per le emiliane. E così (purtroppo) è stato: gara-1 va in ghiaccio con la Vassalli che vince per 51-42, non tradendo le aspettative del colorato pubblico di casa.

E' stata comunque una partita dai due volti per l'Interclub, incredibilmente apatica nei primi due quarti in attacco, con 14 punti segnati in venti minuti e un autentico tappo posizionato sul canestro avversario, ma orgogliosamente propositiva nell'ultimo quarto e mezzo, quando dal -25 le rivierasche di Matija Jogan sono riuscite a fare un minimo di paura alla compagine di coach Ravagni, recuperando quasi due/terzi del gap accumulato. E' da questa base che la Petrol Lavori dovrà ripartire mercoledì prossimo, per tentare l'assalto in gara-2 e provare a pareggiare le sorti nella serie.

Sin dalle prime battute si nota la grande fisicità messa in campo da Vigarano: una difesa forte, sempre al limite del fallo, manda Muggia ben presto in tilt. L'11-4 al 5' delinea una condotta diligente da parte di Vigarano, già ben ispirata con Farris e Laffi; la Vassalli mantiene in mano l'inerzia per tutto il primo quarto, tenendo a bada una Petrol Lavori che fa fatica a imbastire buone trame di gioco a causa della continua pressione delle emiliane. Il punteggio non sorride affatto all'Interclub al primo parziale, con le padrone di casa avanti di nove (15-6).

Muggia rimane successivamente a bocca asciutta per quasi sette minuti, e il tiro dalla media distanza di Palliotto viene salutato come un vero e proprio “gol” dall'Interclub: Vigarano rimane però in costante controllo della gara, pur senza fare sfracelli a canestro. In tal senso è la neo-entrata Losi a tenere lontane le ospiti, costrette a ripiegare sul -16 al 17' (26-10) e a chiudere sul 31-14 una brutta seconda frazione, nella quale è praticamente solo la capitana Borroni a svettare dalla mediocrità.

Cambia poco o niente nell'immediata ripresa del match: nonostante una buona Jessica Cergol con cinque punti di fila, la Vassalli rimane padrona sul proprio parquet. Il tutto viene agevolato da alcune palle perse in maniera ingenua dalla Petrol Lavori, che finisce anche sotto di 25 lunghezze (46-21). Da questa pesante situazione è comunque confortante il ritorno di fiamma di Muggia nel finale di terza frazione, con un break di 11-0 che permette all'Interclub di chiudere sul 46-32 la penultima sirena. Le emiliane sono tutt'altro che infallibili al tiro e si ritrovano con una sorta di“braccino” nei minuti finali del match. Muggia riprende ulteriormente “colore” e, senza troppa paura, arriva con coraggio sino al -9, uscendo tra gli applausi del pubblico rivierasco accorso al “PalaVigarano”. Di fatto, nonostante la Vassalli potrà giocarsi il primo match-point ad Aquilinia, c'è ancora vita per l'Interclub.

Vassalli 2G Vigarano-Petrol Lavori Muggia 51-42 (15-6, 31-14, 46-32)

Vassalli 2G Vigarano: Bertaccini, Basso, Belfiore 5, Zanardi 7, Rosier, Farris 10, Losi 8, Laffi 15, Venzo, Vian 6. All. Ravagni

Petrol Lavori Muggia: Meola 2, Borroni 10, S.Cergol, Cumbat 3, Primossi 7, J.Cergol 12, Filippas, Palliotto 6, Moratto, Gabrovsek 2. All. Jogan
Letto 450 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli