Sabato, 20 Ottobre 2012 06:18

Petrol Lavori, trasferta a Valmadrera

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
I preparativi per l’arrembaggio rivierasco in riva al lago di Lecco volgono al termine:
l’Interclub è pronta a partire alla volta di Valmadrera per cercare di piazzare il primo colpo esterno della stagione, cosa
mancata all’esordio stagionale contro la Reyer.
Forte di un risultato importante come quello di sabato scorso ad Aquilinia contro Broni, per la banda del
“comandante” Jogan si presenta una prima, piccola prova di maturità: appurato che, in mezzo alle
difficoltà, bisognerà fare spallucce da qui sino alla fine (il che vuol dire affrontare un intero campionato
con la consapevolezza che, con i mezzi tecnici attuali, bisognerà fare gli straordinari in ogni partita),
Muggia si getta nella mischia affrontando una Sea Logistic ancora a bocca asciutta e con l’intento di non
dar strada utile alle rivierasche. Tra l’altro, per la Starlight sarà anche una sorta di rivincita: due anni or
sono la compagine lecchese fu estromessa dalle finali promozione proprio dall’Interclub, è quindi logico
aspettarsi la volontà di Valmadrera nel rendere la pariglia alle muggesane.
Il team guidato da coach Tiziano Gualtieri, dopo il brutto scivolone interno di quindici giorni fa contro
Milano, ha combattuto sino alla fine sul terreno del Selargius, uscendo sconfitta solo dopo un tempo
supplementare: è logico aspettarsi dunque una compagine in crescita, dotata di una pivot molto forte
come Karolina Piotrkiewicz (già ampiamente a suo agio nelle due gare disputate, con la possibilità di
essere anche quest’anno una tra le lunghe più devastanti in pitturato) e con elementi interessanti (tra le
tante, citiamo Bussola, Turri, Capiaghi, Zucchi e Scudiero) che fanno della Starlight il classico organico
“sornione” che, se non tenuto a bada con intelligenza, ha i mezzi per tirare brutti scherzi: il tutto,
nonostante si parli di una neo-promossa.
In casa Interclub, attenzione alla parola “continuità”, variabile che Matija Jogan sta cercando di iniettare
nel DNA della propria squadra: in trasferta bisognerà evitare sbalzi di prestazione, mantenendo sempre
alta l’asticella della concentrazione. Soprattutto nelle gare lontano dalle mura amiche e specialmente
contro formazioni come la Sea Logistic, sarà necessario una condotta di gioco il più lineare possibile:
vietato dare punti di riferimento troppo evidenti, concentrandosi invece in soluzioni corali. Se ciò sarà
fatto, la conquista di un risultato positivo è tutt’altro che impossibile da realizzare.
Si gioca al “PalaLeopardi” di Valmadrera sabato sera, palla a due alle ore 21.00: arbitreranno due
fischietti del Sud, ovverosia i signori Scarfò di Reggio Calabria e Venga di Ragusa.
Letto 406 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli