Lunedì, 09 Gennaio 2012 15:03

Strepitosa Petrol Lavori: colpaccio in casa della capolista

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto di gruppo per la Petrol Lavori. In mezzo una "strana" presenza Foto di gruppo per la Petrol Lavori. In mezzo una "strana" presenza
In un'unica parola: strepitose. Anno nuovo e vita vecchia per la Petrol Lavori Muggia
che ormai sembra avere conquistato il titolo di "ammazza-grandi": la truppa di Matija Jogan sbanca il "Pala Giordani" di Milano e conclude il girone d'andata alla grande, battendo la capolista Lucsa Systems per 45-50.
Se da una parte va rimarcato il grande livello di maturità che l'Interclub ha saputo raggiungere in questa prima metà di campionato, dall'altra c'è da sottolineare che lo spirito guerriero rivierasco ha saputo ancora una volta superare il maggior tasso tecnico delle avversarie, cadute dopo 11 vittorie di fila. Una soddisfazione che accresce sempre di più in seno alla compagine muggesana, che mantiene il 5° posto in classifica e consolida l'idea che ricoprire tale posizione non è per nulla frutto della casualità.
Partenza lanciata per l'Interclub, avanti di sette lunghezze al 4′ (3-10) con Milano che sbaglia decisamente tanto in attacco a inizio match: l'annessa buona vena al tiro libero della Petrol Lavori porta le ospiti sul 9-20, vantaggio che si allarga ulteriormente nel secondo quarto. Le rivierasche, sospinte in questo frangente dai punti dalla capitana Borroni (alla fine miglior marcatrice di giornata), "doppiano" le meneghine al 17′ (15-31) mentre per la Lucsa System è la sola svedese Lidgren a sembrare in partita: è dunque più che confortante il parziale muggesano a metà gara (19-32).
Terzo quarto sulla falsariga della seconda frazione, con l'Interclub che tiene il comando delle operazioni in maniera costante: è +16 alla penultima sirena, ma Milano torna prepotentemente in partita con una difesa arcigna al limite del fallo, limando quasi tutto il vantaggio costruito in precedenza da Muggia. L'arrivo è al foto-finish ed è una vera e propria guerra di nervi: a 30" dal termine, sul 45-48, la Lucsa Systems sbaglia il potenziale tiro della parità. E' poi Jessica Cergol a mandare i titoli di coda, col 2/2 dalla linea della carità per il 45-50 finale che fa esplodere la gioia incontenibile delle rivierasche.
Lucsa Systems Milano-Petrol Lavori Muggia 45-50 (9-20, 19-32, 30-46)
Lucsa Systems Milano: Schieppati, Gottardi, Stabile 4, Mitongu 8, Rovida, Brioschi, Frantini 13, Giunzioni, Caniati ne, Lidgren 17. All. Pinotti
Petrol Lavori Muggia: Meola, Borroni 17, S.Cergol 1, Cumbat 5, Primossi 4, J.Cergol 12, Fragiacomo 2, Cossutta 2, Palliotto 5, Gabrovsek 2. All. Jogan
Letto 449 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli