Lunedì, 22 Marzo 2010 15:23

C2 maschile, Santos vince a Ronchi e mantiene la vetta

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Weekend positivo per le compagini di Trieste nell'ultimo turno di C2:

 

il Santos di coach Gregori rimane sempre in testa alla classifica andando ad espugnare il campo di Ronchi dei Legionari. Gli isontini tengono duro per trenta minuti (56-55 alla terza sirena), grazie ai 26 punti del play triestino Davide Carlin, classe '86 che sta trascinando di forza i ronchesi: per i bianconeri Gianluca Giacomi è la solita sicurezza (24 punti), ma i canestri decisivi arrivano con le triple di Jeffrey Burni, guardia che alzandosi dalla panchina firma 15 punti.
I tiri pesanti dell'esterno del Santos sono la chiave del 13-25 degli ultimi dieci minuti che sancisce la vittoria Santos per 69-80.
Sorride anche la Servolana, che conserva il quinto posto con una facile vittoria contro la Credifriuli Cervignano: i triestini fuggono prima sul 26-20, poi in apertura di ripresa si scatenano con Gianluca Pozzecco (20 punti) ed il '91 Andrea Dagnello, ancora una volta decisivo. Sul 47-33, Cervignano molla la presa e servono a poco le prove in doppia cifra di Baccino e Luppino (28 punti combinati): finisce 84-65 con i servolani che proseguono nel loro bel campionato.
Vince, ma con fatica, il Breg San Dorligo: la formazione di Dolina ha perso il bomber Melvis Haskic per tutto il campionato, a causa dell'infortunio patito nel derby con il Bor, e contro la Us Goriziana di coach Mura deve sudare ben più delle canoniche sette camicie.
Partita dai ritmi bassissimi, con percentuali scarse e la lotta sembra premiare la formazione isontina, che però patisce l'atletismo di Elvis Klarica (21 punti, 3/9 sia da due che da tre e 6/7 in lunetta): dopo il 25-30 di metà partita, il Breg accelera leggermente nel terzo periodo e si allontana a +9, scarto mantenuto quasi fino alla fine, con le buone prestazioni di Sechet (12 punti) e Lokatos (10) in casa Breg. Il finale recita 50-58 e la Goriziana rimane ultima a quattro punti dal Ronchi.
Il Venezia Giulia, invece, conquista due punti a Fagagna: campo difficile, perchè i collinari stanno cercando di tirarsi fuori dalla zona playout ed i rivieraschi viaggiano appena sopra.
Gli esterni Gozzi e Moznich cercano di rendere la vita difficile a Muggia, che però dopo il primo quarto ha già sette punti di vantaggio.
La coppia Furigo-Schina (43 punti in due) è esplosiva come al solito e si prende gran parte delle responsabilità: il Venezia Giulia rimane in testa anche all'intervallo, però sotto canestro volano sportellate e con il mestiere dei lunghi friulani la Collinare perviene all'aggancio nel terzo periodo.
L'ultimo quarto, però, vede gli ospiti avere maggiori energie ed entusiasmo, soprattutto in attacco: ancora Furigo e Schina, ai quali si unisce un presente Delise, riescono a fare la partita ed a condurre la formazione di Mengucci al 68-77 finale.
Chiude il quadro delle formazioni locali il Bor Radenska di Zovatto, che batte il Cus Udine e fa un bel passo in avanti per la zona playout: il Cus Udine inizia bene, tirando come di consueto con precisione dall'arco dei 6.25; Rosso e Bonin (18 punti a testa) sembrano immarcabili, ma i problemi di falli degli universitari costringono coach Brussa a ruotare più del solito la sua panchina. Dall'altra parte, invece, la formazione locale punta sull'aggressività, anche quando il Cus segna sulla sirena la tripla del 38-41. Con pazienza, e con un paio di conclusioni pesanti di Bole (1/2 da due, 2/4 da tre e 3/4 in lunetta), il Bor perviene al pareggio: la difesa di Zovatto concede appena 10 punti in 10 minuti nel terzo quarto agli universitari, che soffrono la stanchezza di Bonin e Rosso.
Pilat, nell'ultimo quarto, calamita falli su falli e li tramuta dalla lunetta: un paio di iniziative dell'ala del Bor fissano il 59-52, vantaggio che verrà incrementato con il passare dei minuti, pure se la differenza canestri non viene ribaltata.


 
SERVOLANA OM LUSSETTI       84
CERVIGNANO                                 65
Quarti: 27 – 21, 47 – 33. 67 –  48
Servolana Lussetti: Carbone, Roveredo 3, Burni 9, Cuperlo 3, Sain 6, Gnesutta 6, Pozzecco 20, Dagnello 16, Bernardini 10, Catenacci 4, Medizza 7. All. Bisca
Cervignano Credifriuli: Cavallari 4, Mian 6, Baccino 13, Luppino 18, Tommasi 2, Scarello 2, Barazzutti 5, Virginio 3, Mazzoli 3, Di Just 9. All. Iemmolo
BOR RADENSKA        70
CUS UDINE                  62
Quarti: 21 – 20, 17 – 21, 15 – 10, 17 – 11
Bor Radenska: Bole 11, Madonia 5, Krizman 6, Pilat 14, Crevatin 16, Stokelj 3, Bocciai 2, Sustercic 2, Alberti 2, Zanini, Sila 9, Pertot. All. Zovatto
Cus Udine: Bonin 18, Basello 3, Parisotto 11, Dimitrjevic 4, Savino 2, Di Franco, Rosso 18, Mondolo 6, Versolato, Furlan. All. Brussa
RONCHI              69
SANTOS               80
Quarti: 23 – 24, 40 – 35, 56 – 55
Ronchi: Carlin 26, Pesci ne, Piras 5, Varesano 10, Salvador 6, Pellizzon 12, Valentinuz, Dreas 7, Bossi, Tropea 3, Carotenuto. All. All. Pensabene
Santos: Perotti 2, Lazzari 1, Burni 15, Cacciatori 8, Visciano 13, Contento 7, Giacomi 23, Romano, Bembich 4, Fumarola 7. All. Gregori
GORIZIANA       50
BREG                   58
Quarti: 17 – 21, 8 – 9, 11 –  15, 14 – 13
Goriziana: Giovanni Rosso 7, Delpin 18, Bevitori 17, Kodric 4, Rossi ne, Dornik ne, Bortolotti, Samsa 4, Marini. All. Mura
Breg: Bozic, Paolin, Sechet 12, Jevnikar 4, Nadlisek ne, Svara ne, Petaros ne, Lokatos 10, Buttignon 7, Zeriali 4, Klarica 21.All. Krassovec

FAGAGNA                                   68
VENEZIA GIULIA MUGGIA   77
Quarti: 18 – 25, 19 – 15, 16 – 13, 15 – 24
Fagagna: Clocchiatti 3, Secli, Moznich 16, Bardini 8, Gozzi 13, Bellina 2, Bernardis 8, Faella ne, Boaro 10, Marega 8. All. Salvio
Venezia Giulia Muggia: Cerne 8, Cumbat, Petronio 6, Scocchi, Schina 19, Delise 10, Monticolo 5, Germani 5, Furigo 24, Marchesan. All. Mengucci

 

Letto 679 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli