Lunedì, 07 Ottobre 2013 19:32

Dnc, il Franco Robert Jadran passa a Gorizia

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
ISOGAS ARDITA GORIZIA-FRANCO ROBERT JADRAN TRIESTE 68-74 (12-15, 35-35; 45-55)

ISOGAS ARDITA GORIZIA: Baccino 6, Basile 6, Franz 5, Ballaben 1, Fornasari 8, Luppino 20, A.Franco 11, Braida ne, A.Maghet ne, Manservisi 11. Coach: D’Amelio
FRANCO ROBERT JADRAN: M.Batich 6, D.Batich 6, Ban 17, Slavec 7, Zerjal ne, Marusic 14, De Petris 5, P.Franco 13, Malalan 4, Ridolfi 2. Coach: Mura.
Arbitri: Barbagallo di Treviso e Degano di Cervignano del Friuli.
Note: Isogas 15/46 da 2, 6/22 da 3, 20/23 ai liberi. Franco Robert 15/41 da 2, 9/24 da 3, 17/25 ai liberi. Rimbalzi: 41 Isogas, 32 Franco Robert.
Uscito per 5 falli: A.Franco.

Lo Jadran targato Franco Robert si conferma bestia nera dell’Isogas Ardita e passa a Gorizia al debutto del campionato di Dnc. Vittoria legittima dei triestini, che ormai giocano a memoria, mentre i padroni di casa – un cantiere ancora aperto - hanno pagato a caro prezzo le percentuali scadenti degli esterni e l’assenza del febbricitante Casagrande.
L’avvio è confortante per l’Ardita, che prova ad imporre il suo gioco da corsa, ma con poca fortuna al tiro, così lo Jadran può piazzare il primo allungo (14-20) a cavallo della prima sirena, con tripla di Matija Batich e due liberi di Ban. Il buon impatto sul match di Fornasari, autore di 5 punti filati, permette all’Isogas di operare rimonta e sorpasso a metà secondo quarto sul 26-25. È il momento migliore della squadra di casa, si sblocca anche Manservisi, mentre lo Jadran sbanda e nel giro di un minuto deve registrare il terzo fallo dei due Batich: è ancora Fornasari a realizzare il canestro del 35-30. L’illusione goriziana dura una quindicina di secondi, il tempo sufficiente a Slavec di piazzare una tripla in piena solitudine e chiudere un contropiede dopo palla rubata a metà campo, si torna negli spogliatoi sul 35-35.

La svolta decisiva arriva nel terzo periodo, che si apre con la tripla di Peter Franco sulla sirena dei 24”. Lo Jadran si prende un margine di 5-6 punti, l’Ardita si riavvicina a più riprese ma non riesce mai a ricucire del tutto lo strappo. Sul 43-45 Baccino fallisce il canestro del pari, e puntuale arriva il castigo di Peter Franco: il lungo ospite fa deflagrare altre due bombe (43-51), l’Ardita smette di fare canestro e si ritrova a -10 alla fine del terzo quarto.
L’ultima frazione si apre con una serie di canestri dall’angolo di Franz e Luppino e alcune stoppate di Andrea Franco, per il quale arriva però anche il quarto fallo. L’ultimo crocevia importante del match arriva sul 55-59, il Franco di casa stoppa Ban, la giocata sembra pulita, per gli arbitri è il quinto fallo. La panchina isontina protesta, arriva il fallo tecnico e Ban non si fa pregare: tiri liberi e tripla, Franco Robert nuovamente a +10 (55-65). Nel finale gli ospiti si portano anche a +14 (60-74), l’Ardita tenta il tutto per tutto con generosità, ma il parziale di 8-0 degli ultimi 3’ serve solo a rendere meno pesante il passivo.
Letto 380 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli