Venerdì, 06 Gennaio 2012 08:04

Dnc, Jadran e Lussetti chiudono l'andata con una vittoria

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Daniel Batich dello Jadran. Foto Lako Daniel Batich dello Jadran. Foto Lako

Jadran e Lussetti chiudono con un successo il girone d'andata.

 

 

P.M.P. ODERZO 79
SERVOLANA OFM LUSSETTI 87

P.M.P. ODERZO: Tagliamento 19, Dal Magro, Pulvirenti 14, Baratella 7, Casonato 12, Pizziuti 4, Cescon 2, Rossetto 4, Armellin, Lew Da Dalt 17. Coach Ventura
SERVOLANA OFM LUSSETTI: Godina 13, Dagnello 19, Giannotta 9, Palombita 8, Pozzecco 24, Furlani 2, Cuperlo n.e., Totis, Cacciatori, Crevatin 12. Coach Trani
ARBITRI: Pilati di Zanè (Vicenza) e Cunico di Altavilla Vicentina (Vicenza).
NOTE Quarti: 24-20, 38-36, 57-63. Tiri da 2: Oderzo 23/44, Servolana 24/42. Tiri da 3: Oderzo 8/26, Servolana 8/16. Tiri liberi: Oderzo 9/12, Servolana 15/20. Rimbalzi: Oderzo 34, Servolana 21. Uscito per 5 falli: Cescon.

Non si ferma neanche ad Oderzo la corsa della Lussetti Servolana che nell’ultima gara del girone d’andata espugna il
campo della PMP dopo un match ad altissimo livello.
Primo quarto in sordina per i triestini che faticano a trovare con regolarità la via del canestro ed in difesa concedono
troppi spazi ai padroni di casa. Nonostante questo, la squadra di Trani chiude la prima frazione ad una sola lunghezza di
svantaggio (24-23 al 10’).
Non cambia di molto la musica nel secondo periodo: la Lussetti continua a sbagliare troppo e si aggrava anche di due falli
tecnici. Ma la PMP non ne approfitta e chiude la prima parte del match solamente sul +2 (38-36 al 20’).
Dopo la pausa lunga la Servolana rientra in campo molto più carica e concentrata. La difesa sembra funzionare al meglio
ed in attacco, finalmente, si segna con continuità. Con una serie di mini-break firmati Dagnello e Crevatin, i servolani
ribaltano le sorti del match a trovano anche il massimo vantaggio sul +10 a due minuti dal termine del quarto (41-51 al
28’). Oderzo, però, non ci sta e si riporta a sei lunghezze prima dei dieci minuti finali (57-63 al 30’).
Pozzecco e soci mantengono saldo il vantaggio fin lì ottenuto e lo gestiscono al meglio quasi per tutta l’ultima frazione,
limitando i tentativi di recupero dei padroni di casa. A trenta secondi dalla fine Tagliamento segna il canestro del -3 ma
dall’altra parte Palombita (molto decisivo nell’ultimo periodo) segna tre dei quattro liberi consecutivi a disposizione che di
fatto chiudono il match, portando così altri due punti in casa della Lussetti che chiude il girone d’andata al terzo posto,
dietro alle corregionali Jadran e Pordenone.
Prova monstre del duo Pozzeco/Dagnello, il primo con 24 punti e un bel 25 di valutazione; il secondo con 19 punti e 20 di
valutazione finale. Buona prova anche per Palombita che, col passare delle settimane, si sta sempre più amalgamando
col gruppo.
Prossimo turno, il primo del girone di ritorno, sabato 7 gennaio 2012 alle ore 20.30 alla Palestra Don Milani, in via Alpi
Giulie 29, nel derby cittadino contro il Qubik Jadran.

 


POOL GEMINI VENEZIA 50
JADRAN QUBIK CAFFE' 52

POOL GEMINI VENEZIA: Cossa 7, Donadon, Vianello 14, Blaskovic 9, Sartor 7, Pinzan n.e., Rosada n.e., Rizzo, Zatta 13, Pedron n.e. Coach De Piccoli
JADRAN QUBIK CAFFE': Ban 10, Spigaglia 14, Franco 2, Batich 14, Slavec 8, Malalan 4, Skerl n.e., Bernetic n.e., M. Batich n.e. Coach Vatovec
ARBITRI: Fasoli di Bussolengo (Verona) e Basso di Villafranca di Verona (Verona).
NOTE Quarti: 13-14, 27-25, 41-39. Tiri da 2: Venezia 11/33, Jadran 16/36. Tiri da 3: Venezia 7/20, Jadran 6/24. Tiri liberi: Venezia 7/8, Jadran 6/24. Rimbalzi: Venezia 40, Jadran 30. Nessuno uscito per 5 falli.

Letto 533 volte Ultima modifica il Venerdì, 06 Gennaio 2012 13:05

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli