Sabato, 01 Dicembre 2012 22:17

Dnc, Servolana battuta in casa da Udine, Jadran corsaro

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
DNC GIRONE C - 8° TURNO
SERVOLANA OFM LUSSETTI 53
GSA APU UDINE 58


SERVOLANA OFM LUSSETTI: Totis 4, Polvi 13, Godina 14, Moschioni 6, Palombita 12, Zanini, Macoratti n.e., Pobega 2, Cerniz 2, Ferhatbegovic n.e. Coach Trani
GSA APU UDINE: Molinaro, Principe 12, Confente 4, Munini 12, Piani 9, Barazzutti 2, Zecchin 7, Martinuzzi n.e., Metz 10, Gambaro 2. Coach Paderni
ARBITRI: Spessot e Livron.
NOTE Quarti: 10-9, 19-27, 33-38. Tiri da 2: Servolana 13/39, Gsa 16/36. Tiri da 3: Servolana 7/28, Gsa 5/20. Tiri liberi: Servolana 6/7, Gsa 11/16. Rimbalzi: Servolana 40 (26 difensivi, 14 offensivi), Gsa 42 (31 difensivi, 11 offensivi). Palle perse e recuperate: Servolana 15 e 19, Gsa 19 e 16. Assist: Servolana 11, Gsa 8. Valutazione di squadra: Servolana 57, Gsa 68. Nessuno uscito per 5 falli.

Un altro colpaccio messo a segno in occasione dell'ottava giornata. La capolista Gsa Apu Udine, di scena sul parquet della Don Milani di Altura, ha conquistato un altro successo, ma non ha avuto la strada del tutto in discesa. Era alle prese con una Servolana Ofm Lussetti reduce da un momento delicato, avaro non tanto di gioco quanto di punti in classifica. E anche stavolta i triestini hanno cercato di lottare al meglio delle loro possibilità, dimostrando di dare il meglio di sè contro le più forti, ma la maggior qualità della compagine di coach Paderni si è fatta sentire nel complesso. I triestini sono riusciti a chiudere avanti il primo combattuto quarto, ma il secondo ha segnato l'allungo  decisivo (nel complesso) degli ospiti. I giuliani hanno cercato di rientrare in gioco con volontà e sono riusciti a ridurre lo svantaggio, ma la Gr.Servizi As Udine non si è fatta scalfire, confermando la sua compattezza. Da buona prima della classe ha fatto vedere di saper fare le scelte giuste nei momenti decisivi contro una squadra giovane, che è riuscita a difendere abbastanza bene sulle bocche da fuoco Piani, Confente e un comunque attivo Munini (58 punti concessi all'Apu non sono una brutta percentuale) e che - però - ha confermato di non avere la mano calda al tiro. Incontro equilibrato praticamente per tre dei quattro quarti con Piani a firmare il primo allungo con l'appoggio di Zecchin, che avuto un buon impatto nel momento del suo ingresso in campo (+9 per i friulani: 37-46). Polvi e Moschioni hanno ricucito lo strappo con due bombe (49-51), supportati da due recuperi di Palombita. Un'infrazione da palla accompagnata di quest'ultimo, però, hanno dato la possibilità di scappare agli ospiti, condotti per mano dal triestino Metz e Piani.


ARDITA ISOGAS GORIZIA 54
JADRAN FRANCO ROBERT TRIESTE 74

ARDITA ISOGAS GORIZIA: Antena 18, Vecchiet 4, Luppino 4, Musulin 14, Basile 4, Veccchiet 5, Bartolini 3, Zuliani 2, Fornasari, Scarel n.e. Coach D'Amelio
JADRAN FRANCO ROBERT TRIESTE: Ban 20, Franco 12, De Petris 9, Daniel Batich 20, Malalan 4, Slavec 2, Bernetic 2, Matija Batich 5, Zerjal, Marusic. Coach Mura
ARBITRI: Andrea Vigato di Padova e Giulia Montecchi di Zanè (Vicenza).
NOTE Quarti: 9-28, 10-7, 17-17, 18-22. Tiri da 2: Ardita 7/36, Jadran 18/31. Tiri da 3: Ardita 9/26, Jadran 10/27. Tiri liberi: Ardita 13/17, Jadran 8/13. Rimbalzi: Ardita 38 (25 difensivi e 13 offensivi), Jadran 42 (33 difensivi e 9 offensivi). Palle recuperate e perse: Ardita 19 e 17, Jadran 17 e 19. Assist: Ardita 6 e Jadran 9. Stoppate: 3-1 per l'Ardita. Valutazione di squadra: Ardita 50 e Jadran 88. Usciti per 5 falli: Musulin e Bernetic.

 

Letto 427 volte Ultima modifica il Lunedì, 03 Dicembre 2012 08:19

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli