Domenica, 17 Ottobre 2010 12:47

Serie C2, al Bor il derby con la Lussetti. Vincono Breg e Muggia

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto Antonio Barzelogna Foto Antonio Barzelogna

Turno molto positivo, in C2, per le squadre triestine:

tre vittorie e una sconfitta, ma quest'ultima è arrivata in un derby.
La Lussetti Servolana, infatti, cede 76-70 sul campo del Bor Radenska al termine di una partita vibrante e ricca di emozioni. Senza Pozzecco e Vujovic, i servolani fanno perno sulla coppia di "giovanotti" Medizza-Dagnello (39 punti in due), ma dall'altra parte si trovano un Bor che recupera Pertot e Zanini dopo due giornate di stop: con l'ottimo Alan Burni (6/7 ai liberi e 6/8 al tiro), il Bor va avanti anche di dodici punti nel terzo periodo, prima di venir recuperato nell'ultima frazione.
La panchina corta, però, è una piaga non indifferente per Bisca, che si vede sovrastato dalla coppia di lunghi Madonia-Fumarola (32 punti in due), decisivi contro la difesa a zona 1-3-1 proposta dal coach servolano nel finale. Buon esordio per il '92 Marlin Medizza da parte Bor: il fratello del servolano Devil, tesserato in settimana, ha dato sostanza sotto canestro.
Vittoria non così agevole neanche per il Breg, che nonostante il +18 finale ha dovuto sudare più di qualche camicia per passare sopra alla Cbu Udine: i giovani friulani, infatti, non hanno mai ceduto di fronte alla formazione di Dolina, martoriata dalle assenze (Ciacchi, Bozic, Gionechetti, Richter, Semec). I problemi di falli hanno costellato la gara dei ragazzi di Krasovec, che però hanno trovato in Kristijan Ferfoglia il bomber ideale: 28 punti con 7/16 al tiro e 13/14 nei personali per lui, mentre Grimaldi e Samec hanno recitato da secondi violini perfettamente. Nel finale, con la Cbu a meno quattro, ha la meglio l'esperienza di Giacomi, Visciano e Ferfoglia, che sfruttano ogni occasione ed ampliano lo scarto.
Il Venezia Giulia Basket, infine, si impone per 78-70 sul proprio campo contro la Pallacanestro Ronchi: sono Lorenzo Germani e Andrea Schina (18 punti a testa) i mattatori del match, che ha visto i rivieraschi giocare senza il pivot titolare Monticolo, fermato da un problema alla schiena.
Ronchi dei Legionari è squadra tosta e sfacciata, con il '90 Michele Facchini a fare il trascinatore, ma sotto canestro Mengucci trova i 15 punti sorprendenti del centro di riserva Pieri, due metri del 1983: con lui e con il parziale di 22-10 nel terzo quarto, il Venezia Giulia si allontana sul +11 quando mancano dieci minuti alla fine. Ronchi le prova tutte per recuperare, anche una difesa a zona ed il pressing cercando di sfruttare le giovani gambe della rosa di Pensabene, ma il Venezia Giulia gestisce con cinismo il vantaggio e chiude sul 78-70.

BREG 86
VIDA LANCIA CBU 68
BREG: Schillani 2, Grimaldi 16, Ferfoglia 28, Svara, Samec 14, Nadlisek, Giacomi
14, Zeriali 8, Visciano 4. Coach Krasovec.
VIDA LANCIA CBU UDINE: Bosio 16, Feruglio 2, Puto 5, Attico 9, Naglic 2, Dri
6, Bossi 16, Gattesco 2, Gabrici 10. Coach Morelli.

ARBITRI: Barile e Pellicani di Ronchi dei Legionari.

NOTE Quarti: 20-12, 39-31, 57-51.

MUGGIA 78
RONCHI 70
MUGGIA VENEZIA GIULIA: Carlin 12, Cumbat 4, Petronio 4, Marchesan, Schina
18, Delise 6, Pieri 15, Galaverna 1, Germani 18, Monticolo n.e., Spanghero n.e.
Coach Mengucci.
RONCHI: Cherubin 2, Piras 11, Quargnal 6, Pellizzon, Posar n.e., Facchini 16, Bossi
10, Stanissa 5, Troppa 4, Gramegna 4, Taurian n.e., Nardella 12. Coach Pensabene.
ARBITRI: Cussigh di Tarcento e Trombin di Cervignano del Friuli.

NOTE Quarti: 25-20, 20-26, 22-10, 11-14.

BOR RADENSKA 76
SERVOLANA OFM LUSSETTI 70
BOR RADENSKA: Bole 6, Madonia 8, Krcalic, Crevatin 4, Gallocchio, Fumarola
16, Burni 20, M. Medizza 2, Bocciai, Zanini 10, Pipan, Pertot n.e. Coach Martini.
SERVOLANA OFM LUSSETTI: Furlani, Cerne 7, Carbone, Zornada, Oeser,
Giannotta n.e., Gnesutta 5, Dagnello 19, Catenacci 7, D. Medizza 20, Cacciatori 12.
Coach Bisca.

ARBITRI: Sagues e Cociani di Trieste.

NOTE Quarti: 15-16, 36-33, 66-57.

Letto 728 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli