Domenica, 31 Ottobre 2010 19:10

Serie C2, Breg e Servolana facili vittorie

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Maki Cerne della Servolana Maki Cerne della Servolana

Due vittorie su quattro per le formazioni triestine in questo ultimo weekend di C2:

a meravigliare, nelle affermazioni, sono i netti scarti ottenuti da Breg San Dorligo e Lussetti Servolana rispettivamente contro Stip Roraigrande e M&L Collinare Fagagna.
Per i servolani di Bisca, nessun problema di sorta: Fagagna è formazione che è stata ripescata in estate ed ha dovuto assemblare il team in corsa, dunque coach Mascia deve ancora trovare la quadratura ideale del cerchio. Fin dal primo periodo i triestini prendono la testa del match, doppiando i locali dopo dieci minuti (12-24): il quarantenne Gianluca Pozzecco vince nettamente il duello di "veterani" con David Londero, piazzando una prova da 19 punti, 18 rimbalzi e 9 assist, semplicemente mostruoso. Dietro a lui, vanno a mille Dagnello ('91) e Medizza ('90), che stanno producendo numeri ottimi in questo avvio di campionato: per Fagagna non c'è scampo e la partita è segnata dopo il primo periodo, fino al 58-89 del quarantesimo.
Stesso copione anche per il Breg, opposto però all'ambiziosa Stip Roraigrande: contro una formazione di alto livello, il sodalizio di Dolina mette assieme numeri stratosferici in attacco, piazzando un 31-10 nel primo periodo che condiziona tutto il resto dell'incontro. Con Samec a centro area (8/14 da due) e la verve di Grimaldi e Giacomi, il Breg chiude ben presto la pratica Roraigrande: la Stip non riesce a reagire di fronte all'area completamente occupata da Visciano e Samec, e deve arrendersi sul risultato di 92-59.
Veniamo invece alle dolenti note: due sconfitte interne per Venezia Giulia Basket e Bor Radenska.
I rivieraschi cedono 77-88 contro la Credifriuli Cervignano: bell'inizio della formazione locale, che si sorregge sui punti di Carlin (15) e su un Monticolo ritrovato dopo l'assenza per infortunio alla schiena. Il pivot triestino, però, è preso dal nervosismo e viene espulso per proteste: Cervignano ne approfitta e nel secondo periodo mette a segno un break di 19-29 che dà otto punti di margine ai bancari.
Di Just sotto le plance è imprescindibile per Portelli, mentre Fabio Baccino, play/guardia classe 1991 ex Snaidero Udine, colpisce con continuità dal perimetro: l'assenza di Schina si fa sentire in casa Venezia Giulia e la partita termina sul 77-88.
Crollo verticale del Bor Radenska contro la Ferroluce Romans: gli isontini, privi dell'infortunato Bevitori, compiono un'autentica impresa dal momento che durante il match perdono anche Cabas e Carcich per noie fisiche. Rimane solo il perno a centro area rappresentato da Srdjan Ilic, ed è abbastanza. Il pivot serbo colleziona una doppia-doppia in punti e rimbalzi, raccattando tutto quello che gli passa per le mani e tramutandolo in oro: il Bor soffre la giornata storta della coppia Burni-Fumarola (2/20 dal campo) e tira in generale con percentuali rivedibili, producendo appena 56 punti, troppo poco per pensare di vincere in casa. In settimana è stato annunciato l'ingaggio di Stefano Babich (guardia/ala, 194 cm, 1979), che ha trascorso cinque stagioni in maglia Bor ai tempi della C Dilettanti: un terminale come lui ci voleva proprio per la formazione di Popovic che sta soffrendo di sterilità offensiva.


MUGGIA VENEZIA GIULIA 77
CREDIFRIULI CERVIGNANO 88
MUGGIA VENEZIA GIULIA: Carlin 15, Cumbat, Petronio 10, Marchesan 2,
Spanghero, Delise 6, Pieri 20, Galaverna, Germani 13, Monticolo 4, Scocchi 7.
Coach Castellarin.
CREDIFRIULI CERVIGNANO: Mian 2, Rossmann 6, Baccino 21, Tomasi 7, Coco
11, Cargnelutti 9, Calic 4, Costa 4, Dijust 21, De Cesco 3, Collenzini n.e., Aschettino
n.e. Coach Portelli.
ARBITRI: Barile di Ronchi dei Legionari e Morassutti di Gradisca d’Isonzo.
NOTE Quarti: 23-21, 19-29, 9-14, 26-24.

BREG 93
STIP RORAIGRANDE 59
BREG: Schillani 9, Grimaldi 16, Ferfoglia 11, Samez 16, Giacomi 23, Semec 2,
Richter 7, Visciano 9, Formigli, Nadlisek. Coach Krasovec.
STIP RORAIGRANDE: Bonato 13, Gelormini 8, Carrer 6, Varuzza 8, Bellanca,
F. Pivetta 10, Virgili, Piovesana 2, Prince 5, R. Pivetta 3, Vincenzutto, Dus 4. Coach
Freschi.
ARBITRI: Della Valle di Udine e D’Agostino di Fiumicello.
NOTE Quarti: 31-10, 60-28, 78-44.

BOR RADENSKA 56
ASAR ROMANS 66
BOR RADENSKA: Bole 6, Madonia 20, Krcalic, Crevatin 14, Gallocchio, Fumarola
3, Burni 2, Medizza 3, Bocciai, Zanini 8, Filipaz, Pipan. Coach Vascotto.
ASAR ROMANS: Visintin, Rigonat 12, Lacurre, Ravasin 9, Biasizzo 7, Ilic 18,
Carcich 6, Valentinuz 3, Cabas, Amato, Pais 6, Gennaro 5. Coach Zucco.
ARBITRI: Poles di Cordenons e Sacilotto di Montereale Valcellina.
NOTE Quarti: 18-14, 31-30, 41-44.

 

COLLINARE FAGAGNA 58
LUSSETTI SERVOLANA 89
COLLINARE FAGAGNA: Zampa 3, Secli 4, Benetton 11, Moznich 2, Cattaruzzi 2, Degano 2, Gargantini 1, Mucignat 16, Pascoli, Londero 7, Boaro 8, Bellese 2. Coach Mascia
LUSSETTI SERVOLANA: Cerne 2, Del Puppo 2, Cuperlo 2, Oeser 5, Gnesutta 4, Pozzecco 19, Dagnello 21, Totis 8, Catenacci 4, Medizza 12, Cacciatori 10. Coach Bisca
NOTE: Quarti: 12-24, 25-47, 34-67

 
 

Letto 928 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli