Domenica, 02 Marzo 2014 10:06

Serie C2, il Bor torna a vincere dopo cinque sconfitte di fila

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto dal sito del Bor Foto dal sito del Bor

Nella sesta di ritorno di C Fvg la Calligaris a Corno ha frenato 82-65 il Breg San Dorligo.

Buona partenza del Breg (6-16 al 4’) che comanda fino al 12’: 26-27. Poi, è monologo Calligaris che rinvia l'esordio del neo acquisto Max Vecchiet. Il parziale di 31-16 nel secondo periodo spiana la strada ai friulani che hanno avuto in Tonetti l’Mvp con 6 triple, Pigato e Piccini tra i migliori. Nei dorligesi, orfani di Metz, è tornato Spigaglia da ex a Corno.
 

 

Il tabellino.

CALLIGARIS 82
BREG 65

16-21, 47-35, 63-46
CALLIGARIS CSB CORNO DI ROSAZZO
Avanzo, Bazzaro, Tonetti 30, Pigato 11, Miniussi 4, Biasizzo 2, Del Bianco, Nobile, Miani 2, Cecotti 9, Raccaro 9, Piccini 15. Coach Cittadini.
BREG SAN DORLIGO
Marco Grimaldi 6, Coretti, Semec 4, Spigaglia 2, Cigliani 7, Mattiassich, Kos 13, Gori 10, Alberto Grimaldi 23. Coach Vatovec.
Arbitri Dagrì e Morassutti.
Note Tiri liberi: Calligaris 6/10, Breg 8/13. 5 falli: nessuno.

 

 

PALLACANESTRO MONFALCONE 66
BOR RADENSKA 71
(17-17, 30-37, 45-55)
BOR: Bole 7 (-, 2:5, 1:2), Madonia, Meden 28 (6:6, 8:12, 2:7), Contento 14 (2:2, 6:7, 0:1), Babich 8 (3:3, 1:3, 1:5), Bevitori 7 (3:4, 2:6, 0:3), Bocciai 2 (-, 1:2, -), Favretto 1 (1:2, 0:4, 0:1), Pizziga 4 (0:2, 2:9, -), Vittori, Kocijančič n.e, Daneu n.e. All.: Oberdan.

Dopo cinque sconfitte consecutive il Bor è ritornato alla vittoria e ha conquistato due punti importantissimi per la salvezza contro un avversario diretto. Una vittoria tutt'altro che facile, in quanto la squadra di casa ha lottato fino agli ultimi secondi, portandosi anche sul meno uno (66-67). In un finale concitato il Bor ha saputo mantenere il sangue freddo. Bene in particolare Contento e Meden.


BLUE SERVICE COLLINARE BASKET - EPPINGER DON BOSCO 78 - 62

(26-5/ 11-19 / 22-15 / 19-23)

Blue Service Collinare Fagagna: Parisotto 7, Manzon 14, Del Gobbo 3, De Simon 8, Minute 8, Bardini 8, D’Antoni 28, Munini, Floreani, Cattaruzzi, Boaro 4. All. Musiello
EPPINGER DON BOSCO TRIESTE: Carlin 4, Gilleri, Spangaro 22,Dalle Vedove, Scapini, Schina 19, Pipan 2, Sossi, Tropea 15, Panarella,Giuliani. All. Daris
Arbitri Zancolo e Poles

GEOCLIMA FOGLIANO – LUSSETTI SERVOLANA 85-91

(21-29, 18-20, 22-24, 24-18)
Fogliano: Marras NE, Musulin NE, Sdrigotti, Deana 18, Dreas 14, Visintin 5, Piani M. 17, Petrovic 21, Diviach 5, Piani A. 5.
Servolana: Sculin 7, Carcangiu NE, Pobega 2, Polvi, Totis, Palombita G. 24, Crevatin 13, Godina 13, Vujovic 18, Palombita P. 14.

Importante vittoria per la Lussetti Servolana che espugna il campo della Geoclima Fogliano, dopo un match ricco di emozioni, e mantenendo così la sesta piazza.
Alla palla due ci si rende subito conto che sarà una gara ad alto livello agonistico e tecnico, con in campo praticamente otto giocatori professionisti, nettamente di livello superiore alla categoria. E nel corso del match ,infatti, si è potuta vedere una pallacanestro pura con giocate pulite senza sbavature, di un’intesità che difficilmente si riesce ad apprezzare in questi livelli minori.
Nelle file triestine, spiccano le giocate dei fratelli Palombita e dei totem Vujovic e Godina; nelle file di casa, invece, il neo acquisto Piani ed il talento puro di Petrovic e Deana, vengono innestati al meglio da Diviach. Dopo tre quarti giocati a ritmi altissimi, soprattutto dai ragazzi di Bisca che trovano anche 21 punti di massimo vantaggio (44-65 al 24′), è nell’ultimo periodo che il match si riaccende riaprendo i giochi. A cinque minuti dal termine la Lussetti ha ancora dieci punti di scarto a favore (70-80 al 35′) e sembra poter chiudere il match in anticipo. Ma, Dreas, fino a quel momento in ombra, suona la carica e trascina i suoi verso l’aggancio. Dopo due bombe segnate, trova anche il canestro del -2 (80-82) a soli 90 secondi dalla fine. Vujovic risponde dopo l’errore al tiro di Diviach, poi Crevatin trova un tap-in decisivo che porta i suoi nuovamente sul +6 (80-86). Diviach risponde con la tripla del -3, sul capovolgimento di fronte, però, Palombita Pierpaolo trova un canestro col fallo ai limiti dell’impossibile, riallontanando ancora la Geoclima (83-89). I padroni di casa cercano il tutto per tutto, ma il tempo ormai non basta. Si chiude sul 85-91 per la Servolana, che sbaglia il tiro sulla sirena per pareggiare la differenza canestri dell’andata (68-77 per Fogliano). Prossimo turno, sabato 8 marzo 2014 alle ore 20.30 alla Palestra Don Milani (via Alpi Giulie 29, Trieste), contro il Dok dell’Ava San Daniele.

 

Letto 497 volte Ultima modifica il Domenica, 02 Marzo 2014 19:25

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli