Sabato, 25 Ottobre 2014 23:29

Serie C2, il Breg travolge il Latte Carso: +40. Reazione Don Bosco

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
SERIE C2 4° TURNO


LATTE CARSO UBC UDINE 44
BREG SAN DORLIGO DELLA VALLE 84
(12-23, 19-40, 27-58)
LATTE CARSO UBC UDINE: Floreani 5, Gaspari 5, Bulian 6, Trevisini 6, Santini 9, Paoloni 4, Feruglio, Gambaro 3, Maran 2, Pertoldi, Tirelli 2, Lukic 2. All.: Bredeon
BREG SAN DORLIGO DELLA VALLE: Mattiassich 2, Slavec 27, Coretti 1, Spigaglia 10, Alberto Grimaldi 11, Pigato 13, Sternad 2, Slavec 4, Cigliani 17. All.: Krasovec
ARBITRI: Dagri di San Lorenzo Isontino e Pulvirenti di Ronchi dei Legionari.

Equilibrio solo nelle prime battute (4-4), poi il Breg prende il sopravvento sui più giovani avversari e solo nel finale molla un po' la presa in difesa.


SAN DANIELE DEL FRIULI – DON BOSCO TRIESTE 66 - 68
Il Michelaccio San Daniele del Friuli: Scagnetti, Pellarini 5, Simonutti 6, Polo 2, Bertoli 1, Tosoni7, Bosio 13, Sivilotti, Ellero 32, Biasutti ne. All. Sgoifo
Eppinger Don Bosco Trieste: Carlin 20, Gilleri ne, Dalle Vedove, Zanini 7, Schina 12, Catenacci24, Tropea 5, Panarella, Giuliani ne. All. Daris
Parziali: 15-14; 24-36; 34-51
Arbitri: Sabbadini di Udine e Chenich di Trieste

Ci voleva una reazione e, puntualmente, è arrivata: l'Eppinger Don Bosco Trieste compie il più classico dei “colpacci” ed espugna il PalaFalcone e Borsellino, la casa de Il Michelaccio San Daniele del Friuli. I collinari arrivano all'impegno con il team di Daris imbattuti, ma non possono contare sugli infortunati Bortoluzzi e Colutta: un gap importante, nel ruolo di guardia, per coach Sgoifo che può comunque puntare sul talento ed i punti dei vari Tosoni, Ellero, Bosio e Pellarini. I salesiani, di contro, si presentano senza Spangaro e Pecchi (infortunatosi al polso in settimana) ma fin dal primo minuto fanno capire che qualcosa è cambiato rispetto alle ultime, scialbe prestazioni difensive: grande collaborazione ed impegno nella propria metà campo, pure con tantissimi errori al tiro e nei passaggi. San Daniele non riesce a fuggire nel punteggio ed, anzi, rimane sotto per qualche minuto: servono tre triple di un incontenibile Ellero (32) per andare sul +1 alla prima sirena. Nel secondo periodo, continua la grande difesa dell'Eppinger: soli nove punti concessi ai padroni di casa e, dall'altra parte, azioni costruite in maniera collettiva che portano a canestro un Catenacci (24) maestoso; il mezzolungo ex Muggia, Servolana e San Vito sfrutta i suoi solidi movimenti nel pitturato per tramutare in punti i suggerimenti dei compagni, tanto che all'intervallo lungo il punteggio recita 24-36. Coach Sgoifo, nella ripresa, cerca di cambiare qualcosa: Il Michelaccio si mette a zona 3-2 per cercare di mettere in difficoltà l'attacco di Daris, che però trova ancora l'apporto di Catenacci ed un Davide Carlin (20) tornato ai suoi livelli abituali. Una coppia micidiale per la difesa di San Daniele, che per un attimo torna sotto la doppia cifra di svantaggio ancora trascinata da Ellero. L'ala di Sgoifo segna in qualsiasi maniera, ma è troppo solo: gli altri elementi della squadra collinare non trovano le percentuali abituali e dunque è ancora “l'anima verde” del Don Bosco a prevalere, tanto che il terzo periodo si chiude 34-51. Atmosfera irreale al PalaFalcone e Borsellino, quando l'Eppinger tocca il +20: il pubblico cerca di aiutare i padroni di casa sostenendoli come un vero e proprio “sesto uomo” e coach Sgoifo ordina un pressing a tutto campo molto efficace. C'è anche tempo per vedere qualche scontro di gioco fortuito: Schina si “apre” il sopracciglio e deve uscire, mentre Bosio cade malamente sulla schiena, infortunandosi anch'esso. La partita si fa molto fisica e, fra una palla persa e l'altra, il Don Bosco rischia grosso: San Daniele si avvicina sempre più, grazie alla grinta di capitan Pellarini e al talento di Ellero, ma il vantaggio accumulato è ampio ed il 2/2 ai liberi di Catenacci a otto secondi dalla fine è una sorta di liberazione per i “Talents”, che rende vano il canestro da sotto di Ellero sulla sirena. Soddisfazione massima per coach Daris, che ha visto una bella reazione soprattutto psicologica dei suoi ragazzi: ogni elemento sceso in campo ha dato il massimo e cercato di aiutare i compagni. Due punti contro una squadra di livello come San Daniele fanno certamente bene al morale.

SERVOLANA OFM LUSSETTI  77
CREDIFRIULI CERVIGNANO     72

(19-16, 38-31, 61-58)
SERVOLANA OFM LUSSETTI: Z acchigna ne, Teghini 14, Carcangiu 2, Pobega 1, Zecchin 14, Totis 6, Macoratti ne, Crevatin 10, Godina 17, Bossi 11, Gori 2. Coach: Bartoli
CREDIFRIULI CERVIGNANO: C ontin 12, Sbicego, Bertossi ne, Pipp ne, Vignuda 7, Mazza ne, Zucchetto 10, Allegrini, Bartolini 9, Zorat 14, Di Just 20. Coach:  Portelli
ARBITRI: Vatta di Trieste e Maiero di Udine.

 

Gli altri risultati: Tarcento-Tolmezzo 85-72, Bor-Romans 64-80, Latisana-Fogliano 75-85.

Letto 509 volte Ultima modifica il Domenica, 26 Ottobre 2014 23:12

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli