Sabato, 15 Novembre 2014 22:51

Serie C2, il Breg vince facile contro Latisana

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
SERIE C2 8° TURNO


BREG 74
LATISANA 55

(28-21, 36-30, 57-40)
BREG SAN DORLIGO DELLA VALLE: Mattiassich 3, Marco Grimaldi 6, Pigato 6, Slavec 6, Strle 20, Coretti, Semec, Spigaglia 7, Cigliani 13, Alberto Grimaldi 12. Coach Krasovec
TREVISAN APT LATISANA: Rubin 16, Galli 14, Faloppa, Cargnelutti 4, Maran 11, Infanti 6, Moschioni, Cruz Felix 2, De Candido, Marceftaj. Coach Cossaro
ARBITRI: Dagri di San Lorenzo Isontino e Innoncente di Povoletto.

METALLICA TOLMEZZO 77
BOR RADENSKA 64

(22-23, 47-40, 59-51)
METALLICA TOLMEZZO: Tamigi 13, Francescatto 7, Cuder, Mareschi 2, Stefanutti, Adami 14, Cianciotta 15, Pappalardo 8, Fior, Iob 5, Idelfonso 13, Londero. Coach Piccottini
BOR RADENSKA: Bole 2, Basile 8, Kocijancic 2, Daneu 4, Scocchi 14, Bonetta 20, Albanese, Bocciai, Favretto 6, Pizziga 8. Coach Oberdan
ARBITRI: Cristofoli di San Pier d'Isonzo e Pulvirenti di Ronchi dei Legionari.

"Per come si erano messe le cose all'inizio, pensavamo di potercela fare e invece, alla fine, è andata nuovamente male - commenta il direttore sportivo del Bor, Lucio Martini - Tolmezzo ha segnato molto da fuori e noi non siamo stati capaci di ribattere colpo su colpo, ma anche da sotto i nostri avversari si sono fatti rispettare. Sono una buona squadra e non ha rubato nulla essendo stata più determinata. Noi abbiamo giocato individualmente - prosegue Martini - e non di squadra e non fino in fondo. Punteggio comunque bugiardo e dilatatosi nel finale a causa dei falli".

 




Vittoria per l'Eppinger Don Bosco Trieste in un atmosfera “surreale”: si gioca infatti al Palasport di Via Calvola e non al PalaBunker come da programma; il match contro la Ferroluce Asar Romans inizia nel più curioso dei modi, dal momento che il parquet salesiano si è alzato in alcuni punti a causa dell'umidità. Grazie alla gentilezza del San Vito Trieste, Spangaro e compagni ottengono il permesso di giocare al Palasport “Azzurri d'Italia” e dunque il match può avere inizio regolarmente: Romans si presenta all'incontro senza Mucic e Valentinuz, due assenze fondamentali che costringono coach Zucco a giocare per tutto l'incontro con un quintetto più che leggero, schierando Nanut e Gennaro come finti lunghi. I romanesi sono però bravissimi a tenere testa ai padroni di casa, che per l'occasione recuperano Spangaro ed in panchina sono guidati da Marco Legovich (coach Daris squalificato per due giornate): il primo periodo è completamente a firma Catenacci; l'ala forte dell'Eppinger è presente in ogni zona del campo e riesce a farsi sentire dentro l'area indovinando 11 punti in dieci minuti. Romans, però, non molla e sta costantemente attaccata al collo del team di casa: tra un'iniziativa di Nanut ed un Franz che crea scompigli con i suoi “coast to coast”, il punteggio rimane in equilibrio.
Leggerissimo allungo dell'Eppinger nel secondo periodo, ma è sempre questione di poche lunghezze perchè Romans è brava a non soffrire troppo il divario di chili e centimetri e oltretutto il Don Bosco esagera con i tiri da fuori, non riuscendo più a portare la palla vicino al ferro. All'intervallo lungo è 42-40 per i triestini, che questa volta tirano con buone percentuali: la partita è vibrante e godibile, poi ci pensa Gennaro (12) a tenere in gara i romanesi con giocate di rara intelligenza cestistica. Pur fuori ruolo, l'esperto giocatore di Zucco si conquista un paio di canestri di pura esperienza su assist di Nanut, mentre dall'altra parte rispondono Schina e “The Sniper” Spangaro, tornato subito ai suoi livelli abituali (23 punti a referto).

La variabile impazzita del match è però Davide Pecchi: la guardia classe 1996 del Don Bosco è fondamentale ai fini del risultato; in difesa riesce ad arginare Franz con le sue gambe alla dinamite, mentre in attacco si fa trovare al posto giusto ed insacca 14 pesantissimi punti. Pian piano, le energie fisiche a disposizione della Ferroluce vanno ad esaurirsi anche perchè le rotazioni sono davvero limitate: nell'ultimo periodo arriva l'allungo dell'Eppinger, fino al 79-67, poi un prepotente ritorno di Romans a firma Gaggioli – Nanut sembra rimettere tutto in discussione ma il margine dei salesiani è troppo ampio e dunque arriva la vittoria con il punteggio di 91-83.
Soddisfazione in casa Eppinger per la prestazione di Pecchi e per i cinque uomini in doppia cifra: si attende ancora il rientro di Gordini, che potrebbe restituire il roster definitivo alla coppia Daris–Legovich.

DON BOSCO TRIESTE – ASAR ROMANS 91 - 83

Eppinger Don Bosco Trieste: Carlin 5, Gilleri ne, Spangaro 23, Dalle Vedove 13, Zanini 13, Schina 20, Catenacci 11, Tropea 2, Panarella, Giuliani ne, Pecchi 14. All. Legovich
Ferroluce Asar Romans: Costi, Franz 12, Gaggioli 19, Musig 9, Nanut 26, Fini 5, Blasco, Gennaro 12. All. Zucco
Parziali: 21-21; 42-40; 60-58
Arbitri: Perabò di Martignacco e Zinni di Terzo d'Aquileia

 

Altri risultati: Ubc-Ronchi 67-57, Codroipo-Cervignano 79-52, Fagagna-San Daniele 83-61, ha riposato la Servolana.

Letto 549 volte Ultima modifica il Domenica, 16 Novembre 2014 12:43

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli