Mercoledì, 27 Aprile 2011 20:30

Serie C2, Lussetti vicina alla promozione

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Fatti i debiti scongiuri potrebbe essere il turno dell'apoteosi
per la Servolana Officine Lussetti. Nella tredicesima di ritorno della serie C regionale i ragazzi allenati da Bisca (46 punti) affrontano ad Altura l'UBC Udine (22). Nel caso di un sorprendente successo di Cervignano a Cormons la capolista sarebbe in C Dilettanti addirittura già prima di scendere in campo. Ma pure con l'Alba vincente la promozione diretta a due turni dalla fine della stagione regolare sarebbe cosa fatta superando gli alterni udinesi. I servolani senz'altro non temono un avversario imperniato sull'esperienza del trio Rosso – Rovere – Silvestri coadiuvato da un manipolo di giovani. Attenzione ad ogni modo alle motivazioni dei friulani decisi a fare di tutto nelle restanti uscite per evitare la lotteria dei play-out.
Evitare gli spareggi salvezza è l'imperativo anche in casa Venezia Giulia Muggia (24), impegnata alle 19 a Tolmezzo (32) nel fortino della matricola terribile già sicura dei play-off, risultato insperato ad agosto. L'ambiente non è certo ideale per le imprese fuori casa, ma i rivieraschi di Mengucci che reuperano dopo la squalifica Monticolo puntano senza mezzi termini ad un colpaccio che allungherebbe la striscia vincente e significherebbe un bel passo verso la salvezza anticipata. I carnici sono una formazione ostica, quadrata sia negli esterni (il play realizzatore Francescatto ed il penetratore Tosoni) sia nel reparto lunghi (l'ala tiratrice Adami ed i solidi Candotti, Polo e Stroppolo).
Di scena in casa nel complesso del Primo maggio il Bor Radenska (34) che sfida alle 20.30 Roraigrande (26), una delle compagini più talentuose del lotto. Dai giovani registi Gelromini a Varuzza, dallo spauracchio Cipolla ed al tiratore Bonato in guardia, dalle esperte ali Bellanca, Pivetta e Virgili al centrone Carrer, i pordenonesi sulla carta hanno un organico di prim'ordine. Ma la bomba ad orologeria finora ha funzionato solo in parte, probabilmente perchè spesso manca la voglia di difendere. Per gli uomini guidati da Popovič un bel test in vista della post season con occhio anche alla classifica visto che puntano a centrare uno dei primi cinque posti.
Infine trasferta insidiosa per il Breg (34) che – in una posizione di classifica speculare a quella dei cugini di Guardiella – fa visita all'altra neopromossa di lusso, l'esperto Romans (26). Se il prestante pivot serbo Ilić è il punto di riferimento degli isontini sotto le plance assieme all’ala dal tiro mortifero Carcich, tra gli esterni occhio al sempreverde play tascabile triestino Bevitori ed al brillante Rigonat.
Letto 582 volte Ultima modifica il Mercoledì, 27 Aprile 2011 20:32

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli