Martedì, 14 Aprile 2020 20:27

Amatori a 11: parlano Zagaria, Moscolin e Mongardini

Scritto da 
Vota questo articolo
(2 Voti)

Fermi naturalmente anche gli Amatori a 11, un'occhiata alle tre squadre triestine tramite i commenti di tre personaggi noti delle stesse società.

Bobo Zagaria (attaccante del Muglia Fortitudo): “Pur con tante defezioni, avevamo fatto bene. Spero, che si possa tornare presto alla normalità e sarà molto importante per quanto dura. Basti pensare ai problemi economici ai fini della spesa e di lavoro della gente, costretta magari alla cassa integrazione. Saremo tutti condizionati e bisognerà armarsi di tanta pazienza. Per quanto non ci si faccia caso, questo virus ha cancellato un po' tutto di quanto fatto fino a metà febbraio, anche con la Triestina (di cui Zagaria è vice-allenatore della prima squadra della Victory in Seconda Categoria, ndr) per quanto noi non lo dimentichiamo. Col Muglia abbiamo fatto in passato tornei per amatori, mentre la Triestina Victory non gestisce chiosco e biglietteria ad Opicina, però paga l'affitto del campo. E in ogni caso la sua attività è a se stante da quella della Triestina Calcio 1918”.

Lorenzo Moscolin (bomber del Tormento San Luigi): “C'è un bell'affiatamento all'interno del gruppo e la squadra non ha sfigurato assolutamente con corazzate del calibro del Torean Pulfero e Deportivo, formazioni decisamente fuori portata per la maggior parte delle compagini, visti anche i punteggi tennistici con cui si sono concluse alcune partite. Tra un po', tra l'altro, cominceremo a lavorare anche alla programmazione della prossima stagione con ovviamente tutte le incognite del caso e sperando magari in una riformulazione del torneo in base a "ranking" e zone geografiche, evitando magari qualche trasferta chilometrica di troppo”.

Flavio Mongardini (difensore dell'Inter San Sergio): “Considerando che non abbiamo un campo di allenamento e che la maggior parte delle attrezzature e il campo ce li paghiamo da soli, siamo anche troppo bravi a livello di voglia e impegno. Adesso siamo in un periodo di rifondazione e sono sicuro, che nelle prossime stagioni i giovani, a cui passeremo il testimone, faranno di nuovo un bel gruppo, che è l'aspetto più bello di ogni tipo di sport”.

Letto 158 volte

1 commento

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli