Domenica, 09 Gennaio 2022 17:20

Calcio amatoriale, in campo solo con il Green Pass Rafforzato: chi gioca e chi no

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
Una veduta del campo di Soncini Una veduta del campo di Soncini

Con il nuovo decreto n. 229 del 30 dicembre 2021 a partire dal 10 gennaio 2022,

in zona bianca, gialla e arancione, sarà consentito esclusivamente ai soggetti in possesso di una delle certificazioni verdi COVID-19 (certificazione verde “rafforzata”), e ai soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica:

- l'accesso a eventi e competizioni sportive;

- la pratica di sport di squadra e di contatto, sia al chiuso che all’aperto;

- l’accesso agli spazi adibiti a spogliatoi e docce.

 

La premessa è dunque d’obbligo per capire meglio la situazione.

 

In considerazione delle nuove disposizioni del governo, il torneo Trieste Football Crazy si sta organizzando per il controllo degli atleti con l'App VerificaC19 presso i campi sportivi in cui si giocheranno le gare in programma. I primi recuperi sono previsti per giovedì 13 gennaio, poi da lunedì 17 gennaio ci sarà la ripresa del campionato. Naturalmente, viste le nuove disposizioni del governo, alcune partite potrebbero essere rinviate nel caso in cui qualche squadra abbia difficoltà di organico a causa di quarantene, contagi o mancanza della  certificazione verde richiesta.

 

Altri tre tornei invece, di comune accordo, hanno deciso di fermare l’attività per tutto il mese di gennaio e riprendere, se le condizioni lo permetteranno ad inizio febbraio, questo per le molte positività che si stanno riscontrando in città e anche naturalmente per il problema legato alla presentazione del green pass rafforzato obbligatorio per scendere in campo. Le tre manifestazioni in questione sono: Città di Trieste, Campionato Tergestino e Crese Winter.

 

Il torneo Over 50, organizzato dal Gruppo Sportivo Veterani Calcio Muggia, dal canto suo aveva già fermato le ostilità in dicembre per ripartire a marzo.

 

Tanti i gruppi di amici, naturalmente, coinvolti nelle decisioni del Governo. Chi ha già preannunciato difficoltà nel presentarsi in campo dando disdette e chi invece è in linea con le indicazioni provenienti da Roma. Tra questi c’è il gruppo gestito dal barese (di Triggiano per la precisazione) Peppino Dizonno, a Trieste dal 1978 e organizzatore dal 2010 di queste partitelle, che al martedi si ritaglia un’ora di svago: “Il nostro gruppo è formato per buona parte da militari o ex, ora pensionati, come il sottoscritto, e per fortuna siamo tutti vaccinati per cui questa nuova restrizione non ci tocca. Continueremo dunque l’attività senza problemi”.

 

Da chi gioca a chi permette di giocare. Così Giuseppe Morea, gestore dell'impianto di via Soncini: "Le nuove normative penalizzano purtroppo anche lo sport all'aperto per cui anche noi potremmo risentirne visto che quasi ogni gruppo ha qualche giocatore non vaccinato e dunque potrebbero arrivare delle rinunce. A tal proposito abbiamo appena provveduto a delle manutenzioni sul terreno sintetico ed avendo ancora qualche posto libero nel nostro calendario di gennaio invito chi avesse voglia di divertirsi di venire a giocare da noi, eventualmente anche nel fine settimana, siamo infatti a disposizione 7 giorni su 7. Per le prenotazioni contattare (anche tramite whatsapp) il numero 3487994992".

Letto 152 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli