Martedì, 14 Settembre 2021 17:23

Eccellenza, San Luigi oltre le previsioni. Le gambe tradiscono il Kras

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
Il San Luigi entra in campo. Foto di Matteo Nedok Il San Luigi entra in campo. Foto di Matteo Nedok

“Abbiamo una squadra giovane e non pensavamo di poter avere dei risultati così positivi già in avvio di stagione,

che ci ha visti impegnati in coppa”. Il presidente Ezio Peruzzo è ovviamente soddisfatto per il passaggio del turno del suo San Luigi, che si è regalato il Tamai nella prossima tappa.

 

Gli infortuni hanno invece condizionato la partenza 2021-22 sia del Chiarbola/Ponziana sia del Sistiana Sesljan. La formazione di Checco Roviglio ha mostrato alcuni segnali di risveglio con il 2-2 di Fagagna, dove ha ritrovato qualche elemento. I delfini gialloblù, invece, non hanno potuto ancora rialzarsi come vorrebbero, avendo dovuto fare a meno stavolta anche dell’airone Erik Colja, tenuto in panchina per un problema muscolare accusato nel riscaldamento. Gli stop forzati non sono mancati in quest’ultimo periodo al team di Alessandro Musolino, partendo dalla Baja Cup dove sono iniziati i primi problemi fisici (infortunio al ginocchio per Vasquez su tutti). E tanto per fare un altro nome….pure Dussi è fermo ed è uno di quei calciatori su cui la formazione di stanza a Visogliano faceva molto conto, avendo avuto esperienze di rilievo nel suo curriculum.

 

Lo Zaule Rabuiese ha fatto il suo, essendo una matricola ripescata (in ogni caso aveva allestito una buona rosa per la Promozione, ma l’Eccellenza richiede un periodo di adattamento) e solo la sfida con la corazzata Pro Gorizia è stata più difficoltosa in questo momento.

 

Il Primorec 1966 è stato rinnovato in estate dopo che un anno fa si era voluto premiare il gruppo (mantenendolo per lo più nella serie A dei dilettanti), che aveva fatto bene in Seconda categoria. Ma per stessa ammissione del d.s. Enzo Esposito in occasione della presentazione “servirebbero come il pane un difensore, un centrocampista e un attaccante, ma le punte non ce le hanno neanche le big”. Il sodalizio biancorosso sa di avere un gruppo giovane e che ci sarà da soffrire, ma in ogni caso la buona volontà non verrà meno e – se dovesse pure andar male le cose – si saranno fatti crescere in esperienza i giovani in vista di un’eventuale discesa in Promozione.

 

Infine l’ambizioso Kras Repen, che ha ottenuto due successi nelle prime due uscite e poi è caduto (con qualche dolore visto il punteggio) nella tana del Tamai ex serie D più recente rispetto ai carsolini. Un passo falso ci può stare in una trasferta ostica, tanto più in un momento storico in cui – a detta di tutti – le gambe anche dei più giovani stanno pagando ancora dazio per le ultime due stagioni quasi non giocate. E il caldo estivo non aiuta a giocare le partite e a sciogliere le gambe….

Letto 74 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli