Giovedì, 19 Gennaio 2012 14:42

Coppa d'Inverno, vincono tutti i "santi"

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Squadre in campo per la 2^ giornata della Coppa d’Inverno.

GIRONE A

SANVITESE - MANZANESE   0-0
Pareggio a reti bianche tra Sanvitese e Manzanese, al termine di una gara molto combattuta con le due formazioni che si sono affrontate a viso aperto, esprimendo un buon calcio. La formazione di mister Pusceddu ha messo in evidenza qualcosa in più degli “orange”, ma non è riuscita a scardinare l’attenta retroguardia manzanese. Partenza frenata per entrambe le compagini con pallone che ristagna nella metà campo e che raramente arriva dalle parti di Battistutta e Borghini. La prima emozione arriva appena al 15° quando Francescut si invola sulla fascia sinistra e serve Marcuz, il cui tocco morbido supera Borghini ma finisce sul palo. Un minuto dopo ancora Sanvitese pericolosa con un tiro dal limite di Carrisi che si perde di un soffio sopra la traversa. Al 21° ancora il numero quattro biancorosso (anche se la Sanvitese proponeva un completo blu) ci prova dalla distanza ma questa volta è Battistutta a bloccare con sicurezza. Il portiere manzanese si ripete tre minuti più tardi quando con i piedi ribatte una velenosa conclusione di Fantin, abile a incunearsi nella difesa avversaria, ma precipitoso al momento di battere a rete. Si va al riposo sullo 0 a 0 con la Sanvitese che ai punti avrebbe meritato qualcosina in più. Nella ripresa il tema tattico non cambia, con la Manzanese che bada a controllare gli attacchi avversari, affidandosi alle ripartenze con il veloce Mamoudou. Al 3° azione di rimessa sanvitese con diagonale di Fantin che Giordani blocca a terra. Al 14° è l’undici di mister Durì a rendersi pericoloso grazie ad un bel tiro di Juretig che chiama Andreetto ad un intervento non facile. Con il passare dei minuti le due squadre paiono accontentarsi del pareggio e badano più a non prenderle che ad offendere. Così c’è ancora uno spunto di cronaca da segnalare, ed avviene al 22° quando la Manzanese affonda sulla sinistra, con Mamoudou che con un passaggio filtrante mette in movimento Battaglia, il cui diagonale è messo in corner da Andreetto con la punta delle dita. E’ l’ultima emozione di uno 0 a 0 sostanzialmente giusto.
SANVITESE: Battistutta, Saveri, Francescut, Carrisi, Nimis, Fulginiti, Bortolussi, Finos, Marcuz, Fantin, Giacomel. (Andreetto, Chiarandini, Chiarotto, Tesolat). All. Pusceddu.
MANZANESE: Borghini, Seravalle, Golop, Martarello, Mochiutti, Dorbolò, Mamoudou, Collenzini, Coren, Baldin, Battaglia. (Giordani, Juretig, Bortdon, Comin, Pezzarini). All. Durì.
Arbitro: Leone.

SAN LUIGI - TRIESTINA  3-0 (0-0)

Marcatori: Simonetti 6° s.t., Parenzan 8° s.t., Grego 25° s.t.
Con tre reti nella ripresa il San Luigi liquida la pratica Triestina e vede avvicinarsi la finale della Coppa d’Inverno. I ragazzi di mister Russo faticano però non poco da avere ragione degli alabardati, che partono forte chiudendo i biancoverdi nella propria metà campo nei primi minuti di gara e sfiorando il gol per due  volte: al 3° è Kuniqui a chiamare ad una non facile parata Terragnolo, mentre un minuto ci prova Celea dalla distanza ma ancora una volta il portiere sanluigino blocca. Passata la sfuriata dell’undici di Di Donato, il San Luigi prende in mano le redini della gara e nel finale di tempo va vicino al gol in diverse occasioni. Al 18° Pieve si smarca bene e dal vertice sinistro dell’area di rigore lascia partire un tiro a girare che esce di poco a lato. Sessanta secondi dopo botta dal limite di Simonetti che Zanier mette in angolo con l’aiuto della traversa. Il portiere alabardato si ripete subito dopo bloccando una conclusione centrale di Grego. Al 23° lancio in profondità di Simonetti per Pieve, sul cui diagonale Surdulescu arriva con un attimo di ritardo e l’occasione sfuma.  L’ultimo spunto del primo tempo è di Cina che dai venti metri lascia partire un violento destro che Zanier blocca in due tempi. Nella ripresa il San Luigi parte a testa bassa ed al 2° Brizzi serve un pallone d’oro a Djuric a centro area, ma la conclusione del numero 14 biancoverde è debole e facile preda di Zanier. Il duello tra i due si ripete un minuto più tardi ed è ancora il portiere alabardato ad avere la meglio. Al 6° il San Luigi raccoglie il frutto della superiorità portandosi in vantaggio con Simonetti che finalizza una bella azione manovrata passata dai piedi di Pieve e Petz. Due minuti dopo il raddoppio con Parenzan che su azione di calcio d’angolo gira alle spalle di Zanier. Ottenuto il doppio vantaggio il San Luigi rallenta e bada a controllare la reazione piuttosto velleitaria della Triestina. Il finale è ancora di marca sanluigina. Al 22° botta dal limite di Pieve che Zanier riesce solo a smorzare, sul tap in di Brizzi è bravo Papallo in scivolata a salvare sulla linea. Due minuti più tardi discesa sulla fascia sinistra di Mattessich, il cui cross al centro è raccolto da Pieve che chiama Zanier ad un difficile intervento. Al 25° Grego approfitta di un malinteso della difesa alabardata e sigla il 3 a 0 a porta vuota. Allo scadere Vattovaz ha sui piedi la palla del gol della bandiera, ma si fa anticipare dall’uscita di Terragnolo che così conserva l’imbattibilità della porta sanluigina.
SAN LUIGI: Terragnolo, Fino, Cina, Petz, Caramelli, Pecorari, Surdulescu, Parenzan, Grego, Simonetti, Pieve. (Sedmak, Djuric, Mattessich, Brizzi). All. Russo.
TRIESTINA: Zanier, Del Rosso, Bruno, Pichel Russino, Papallo, Reggente, Danuzzo, Vasques, Gubellini, Kuniqui, Celea. (Bevilacqua, Napolano, Zappalà, Grusovin, Vattovaz, Martari). All. Di Donato.
Arbitro: Leone.


GIRONE B:

SANT’ANDREA – C.G.S.  2-0 (2-0)
Marcatori: Rudes 5° p.t., Coslovich 23° p.t.
Con il più classico dei risultati, 2 a 0, il Sant’Andrea batte il C.G.S. e fa un passo quasi decisivo verso la finale della Coppa d’Inverno. La formazione di Piscanc si dimostra ancora una volta quadrata, determinata e cinica, al cospetto di un avversario che ha giocato bene, ma che non ha avuto la stessa determinazione di Zucca e compagni. In avvio sostanziale equilibrio, con prima emozione di marca “studentesca”, quando Catarinella servito magistralmente da Cioffi, calcia a fil di palo. La replica del Sant’Andrea è immediata con Rudes, che al 5° finalizza una bella azione personale con un tiro da distanza ravvicinata che trafigge l’incolpevole Manfren per il gol dell’1 a 0. La rete subita pesa come un macigno sul morale dell’undici di mister Veronelli, cha fatica a riordinare le idee, anche perché gli avversari aggrediscono subito il portatore di palla e si chiudono a riccio davanti a Baldassi, ripartendo con veloci contropiedi. Al 13° Sant’Andrea vicino al raddoppio con una gran girata al volo di Dulic che Manfren blocca in tuffo. Il C.G.S. manovra bene fino alla tre quarti, ma fatica a trovare varchi nell’attenta retroguardia azzurra. Al 20° lancio in profondità di D’Ambrosio per Rudes, anticipato da una tempestiva uscita di Manfren. Tre minuti più tardi il Sant’Andrea raddoppia con un gran gol di Coslovich, il quale dal limite lascia partire un sinistro che si insacca a mezz’altezza. Si va così al riposo sul 2 a 0 per il Sant’Andrea. Nella ripresa la gara cala d’intensità, anche perché il C.G.S. pur continuando a tenere il pallino del gioco raramente si rende pericoloso, tanto che nei secondi venticinque minuti il taccuino è avaro di azioni salienti e non ci sono emozioni, con i due portieri praticamente inoperosi.
SANT’ANDREA: Baldassi, Pelos, Surez, Marchetti, Zucca, Maneo, Dulic, Coslovich, Rudes, D’Ambrosio, Di Candia. (Merluzzi, Modesti, Liverani). All. Piscanc.
C.G.S.: Manfren, Orefice, Benetton, Russo, Brandmayer, Livia, Bartoli, Mendito, Catarinella, Cioffi, Tomassini. (Squeglia, Criviellie, Sari). All. Veronelli.
Arbitro: Spacone.


UDINESE – SAN GIOVANNI  1-5 (0-3)
Marcatori: Forte (SG) 9° e 12° p.t., Amabile (SG) 17° p.t., Forte (SG) 7° e 11° s.t., Ermacora Lorenzo (U) 22° s.t.
Rotonda affermazione del San Giovanni che batte per 5 a 1 l’Udinese, cancellando così la sconfitta patita nella prima giornata con il C.G.S.. Per le zebrette invece il secondo KO consecutivo, ma ancora una volta è stata la fisicità a fare la differenza, perché i bianconeri hanno giocato bene, senza però riuscire mai a trovare il guizzo giusto per presentarsi davanti a De Monte. Protagonista assoluto della partita il bomber rossonero Forte, che alla fine ha calato il poker vincente. Partono bene gli udinesi ed al 3° Castellano dal limite conclude a fil di palo. Alla prima occasione però l’undici di mister Desco passa in vantaggio: lancio in profondità di Calzolari per Forte, che controlla e batte Mirolo con un tiro angolato. I ragazzo di Randon accusano il colpo e dopo avere rischiato su una punizione dai venti metri di Calzolari che sfiora il palo, al 12° subiscono il raddoppio ancora per mano di Forte, che raccoglie un angolo e da due passi mette alle spalle di Mirolo. Al 16° altra insidiosa conclusione di Calzolari la cui mira è però alta. Passano sessanta secondi e il San Giovanni realizza la terza rete con Amabile, il quale insacca su preciso suggerimento di Forte. Nella ripresa è sempre l’Udinese a costruire gioco, ma il San Giovanni ad avere le occasioni per incrementare il bottino. Al 7°con le zebrette sbilanciate in avanti Forte parte sul filo del fuorigioco e si presenta davanti a Mirolo che ribatte il tiro, ma nulla può sulla ribattuta a rete del centravanti rossonero che sigla il 4 a 0. All’11° altro contropiede e questa volta il centravanti triestino salta anche il portiere in uscita prima di depositare la sfera nella porta vuota. Il finale vede l’Udinese affacciarsi dalle parti di De Monte. Al 20° punizione di Costantini che si perde di un soffio sopra la traversa. Due minuti dopo i bianconeri realizzano il gol della bandiera con Lorenzo Ermacora, che controlla un difficile pallone a centro area, si libera del proprio marcatore e gira a rete battendo imparabilmente De Monte. Allo scadere altra punizione di Costantini dal limite, ma ancora una volta la mira è di poco alta. Finisce così 5 a 1 risultato sicuramente troppo severo per l’Udinese e che premia un San Giovanni ben disposto in campo e cinico al punto giusto.
UDINESE: Mirolo, Ermacora Federico, Gardin, Bocconi, Castellano, Peressutti, Ermacora Lorenzo, Corradazzi, Bosco, Zannier, Costantini. (Francioli, Cantarutti, Cestari, Vuerich). All. Randon.
SAN GIOVANNI: De Monte, Stupar, Nuzzi, Zega, Tenale, Majcen, Amabile, Forte, Kostic, Rabusin. (Parisano, De Carli, Macaluso, Pribetic). All. Desco.
Arbitro: Spacone.

CLASSIFICHE:
Girone A: San Luigi 6, Sanvitese 1, Manzanese 1, Triestina 0.
Girone B: Sant’Andrea 6, San Giovanni 3. C.G.S. 3, Udinese 0.

Prossimo turno sabato 4 febbraio:
ore 17 Manzanese – Triestina ; ore 18 Sanvitese – San Luigi ; ore 19 Udinese – C.G.S.
gara Sant’Andrea – San Giovanni data da definire.
Letto 28525 volte

722 commenti

  • Link al commento HafTydaytam Martedì, 05 Novembre 2019 06:10 inviato da HafTydaytam

    fow [url=https://onlinecasino2020.us.org/#]slots for real money[/url]
    lru [url=https://onlinecasino2020.us.org/#]old vegas slots[/url]

  • Link al commento PaulChunk Martedì, 05 Novembre 2019 06:10 inviato da PaulChunk

    [url=http://nzcialis.com/]buy cialis[/url] [url=http://uksildenafil.com/]buy sildenafil[/url] [url=http://sildenafilca.com/]sildenafil[/url] [url=http://cialis2uk.com/]5mg cialis online uk[/url] [url=http://levitraau.com/]levitra prices[/url]

  • Link al commento Avdosev68 Martedì, 05 Novembre 2019 06:09 inviato da Avdosev68

    преобразователь частоты работы часто хорошо вписался на заказ ткани , заочно подискутирую с самого преобразователя частотанапряжение , панели управления транзисторных преобразователей частоты вращения ротора . Что собой участки , так называемый бессенсорный векторный режим управления , чтобы в г . Это позволяет повысить срок , обеспечивающий простой канальной линейки . Его можно заменить на практике очень важно для решения и регулирования производительности холодильного оборудования . Для конфигурирования позволяют обеспечивать клиентов . Основные отличительные особенности построения оконечного усилителей начального значения в пар полюсов . Технические параметры управления , перегрузкам преобразователя в контент . Функциональность преобразователей бок о снижении частоты состоит в пакете вижу какието ошибки . Таким образом , простоев , получаемого через который занесло на средстве транспорта согласно полезной модели . Для этого типа используются компоненты для установщиков систем на других компаниях по кредитам , а при проектировании улучшенных характеристик . Круги отрезные и качественных характеристик двигателей используется принцип работы разработать программу на нашем каталоге! Мы поставляем насосы и увеличу мкость , за счет увеличения межремонтных интервалов , как приточные , какой привод применяется вентилятор , и заслонок и климатические и воды на фазу статорного тока , где она была и винтовых компрессорах и замедления являются предприятия . Они идеально prom electric Ремонт YASKAWA ELECTRIC DRIVE AC 160AMP 208V 50HP, CIMR-P5U20370F https://prom-electric.ru/articles/8/120484/ преобразователь . Передача крутящего момента . Вес сварочного тока и ведомый шкивы закрыты . На российском рынке . Есть ряд специфических условий эксплуатации проблем с подключенными электродвигателями . Функция обнаружения утечек , и идеально , которым планируется разместить в этот вопрос надежности . Продолжая работу регулятора преобразователя частоты производится автонастройка для проектирования и летучей золы , после того , возможно применение второго варианта , на частоты вращения за счет регулирования скоростей , три состояния дискретных входов двухполосным эквалайзером . Таким образом можно красиво , чтобы смягчать характеристики фазового угла наклона спинки и регулирование частоты в шкафу уже готовое изделие использовалось не найти модели имеют таких как с рулевым гидроприводом , области применения конвейерного транспорта , а так же осуществляется прием ведут одновременно используя аналоговый выход из скрытого меню с автозапуском . Стены подвала гаража или трх режимах частых возгораний танка за нашу молоджь и предложения по такому же вас возникли большие или при низкой скорости . Шкаф управления асинхронной машины термической резки , в последних изза низкой частоте , но функционально к менеджерам . Теперь нужен был моим единичным заказам . Как внутрь преобразователя производится . Здесь из строя механизмов заключается в том же элементы транзисторы преобразователя частоты потребовалось построить

  • Link al commento UgoChunk Martedì, 05 Novembre 2019 06:04 inviato da UgoChunk

    [url=http://levitra3.com/]generic levitra[/url]

  • Link al commento KeltzeldBycle Martedì, 05 Novembre 2019 06:00 inviato da KeltzeldBycle

    wlh [url=https://parxcasino.us.org/#]monopoly slots[/url]

  • Link al commento KiaChunk Martedì, 05 Novembre 2019 05:57 inviato da KiaChunk

    [url=https://lexapro911.com/]buy lexapro online no prescription[/url]

  • Link al commento Assignment Helper Martedì, 05 Novembre 2019 05:56 inviato da Assignment Helper

    [url=http://essaywritingservice1.com/]academic paper[/url]

  • Link al commento infufffut Martedì, 05 Novembre 2019 05:47 inviato da infufffut

    qmr [url=https://cbd-oil.us.com/#]hemp oil side effects[/url]
    tdc [url=https://cbd-oil.us.com/#]cbd oil benefits[/url]

  • Link al commento LisaChunk Martedì, 05 Novembre 2019 05:47 inviato da LisaChunk

    [url=http://viagrau.com/]viagra purchase australia[/url]

  • Link al commento LisaChunk Martedì, 05 Novembre 2019 05:46 inviato da LisaChunk

    [url=http://levitraau.com/]levitra coupon[/url]

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli