Martedì, 16 Giugno 2015 13:38

Crese Junior, prima giornata: 6 gol del S. Andrea allo United

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto da Facebook Foto da Facebook

Al via la Crese Junior a San Luigi.


1^ giornata

 

Girone Bianco
ROIANESE – PORDENONE 4-6 (3-4)
Marcatori: Domi (P) 3’, De Martin (R) 5’, Fernetti (R) 10’, Bonin (R) 11’, Domi (P) 12’ e 13’, Okcic (P) 13’ pt, Fernetti (R) 7’, Sacco (P) 10’, Borda (P) 12’.

Gol e spettacolo nella prima gara del Crese Junior che ha visto il Pordenone battere per 6 a 4 la Roianese, con le due squadre protagioniste di allunghi e agganci prima dello sprint finale dei neroverdi nel finale di partita. Avvio spumeggiante con occasioni sull’uno e sull’altro fronte. A sbloccare il punteggio è Domi al 3° con un gran destro dall distanza all’incrocio. Passano due minuti e la Roianese pareggia con De Martin che sul secondo palo raccoglie un cross di Predonzani. Al 6° palo pieno di Mastrolembo, mentre al 10° la Roianese opera il sorpasso con la rete di Fernetti che incorna alla perfezione un corner di Predonzani. Finale di tempo che vede una pioggia di gol. All’ 11° Bonin sigla il 3 a 1 per i triestini con un gran tiro nel sette.
Palla al centro ed è Domi ad accorciare le distanze con un destro da fuori area che trafigge Hengl. Pssano pochi secondi e su un errato disimpegno della difesa roianese, Domi è lesto a rubare palla e ad insaccare il gol del pareggio. Nell’ultima azione arriva il nuovo sorpasso pordenonese grazie al rasoterra vincente di Okcic. Nel secondo tempo permane l’equilibrio con le difese che però sono più attente e così le occasioni da gol sono meno frequenti. Al 7° la Roianese si porta sul 4 a 4 con un’azione personale di Fernetti. Il nuovo vantaggio del Pordenone arriva al 10° ed è siglato da Sacco il cui tiro da distanza ravvicinata non dà scampo a Hengl. Ci pensa quindi Borda a mettere il sigillo sul successo neroverde con un tiro dal limite sugli sviluppi di un corner di Canaku che vale il 6 a 4 finale.
ROIANESE: Hengl, Candotti, De Martin, Fernetti, Scaligine, Predonzani, Bonin. All. Bonin.
PORDENONE: Canaku, Domi, Borda, Patti, Sacco, Okcic, Mastrolembo. All. Battel.

Girone Verde
MUGGIA – KOPER 2-5 (0-2)
Marcatori: Silajdzic (K) 5’, Kalsek (K) 7’ pt, Crosara (M) 2’ e 5’, Viler (K) 7’ e 10’, Silajdzic (K) 13’ st.

Successo del Koper nel confronto con il Muggia con gli sloveni che si impongono per 5 a 2, al termine di una
gara equilibrata e che si è risolta a favore dei ragazzi di mister Cucek grazie alla maggior precisione sotto rete e ad un pizzico di buona sorte. Prima emozione al 4° quando un punizione dal limite di Crosara si stampa sulla traversa a Medic battuto. Sull’azione successiva il Koper si porta in vantaggio grazie al tiro angolato dalla distanza di Silajdzic. Il Muggia reagisce e si getta all’attacco scoprendosi però e venendo punito al 7° dal veloce contropiede del Koper che permette a Kalsek di siglare il raddoppio al 7° con un sinistro angolato. Ancora sfortunati i rivieraschi quando al 12° il gran diagonale di Crosara supera Medic ma esce a fil di palo. La ripresa si apre con Crosara ancora protagonista ma il suo colpo di testa manca di un niente il bersaglio. E’ il numero sette del Muggia il protagonista di questo scorcio di gara e con la sua doppietta tra il 2° ed il 5° rimette le sorti in parità. La prima marcatura di Crosara arriva con un tiro dalla distanza dopo una palla recuperata sulla tre quarti, mentre il gol del 2 a 2 è frutto di una calibrata punizione. Passano due minuti ed il Koper rimette il naso avanti quando Viler impatta di prima intenzione su cross di Kalsek e mette la palla all’incrocio dove Perisco non ci può arrivare. AL 10° ancora Viler a bersaglio quando sfiora di testa un pallonetto di Zabkar sorprendendo il portiere muggesano. E’ quindi Silajdzic al 13° a siglare le quinta rete slovena con un tiro da fuori che Persico riesce solo a smorzare.
MUGGIA: Mergiani, Santamaria, Coreni, Cenzon, Drioli, Kosijer, Crosara, Luglio, Fontanot, Santarsiero, Persico. All. Babich.
KOPER: Medic, Pucer, Tadejevic Praprotnik, Zabkar, Aljcic, Zaric Dabic, Silajdzic, Fonda, Viler, Dzinic, Kalsek. All. Cucek.


Girone Azzurro

SANT’ANDREA – UDINE UNITED 6-2 (2-1)
Marcatori: Beri (SA) 3’, Plaser (UU) 6’, Berti (SA) 10’ pt, Paulini (SA) 3’, Valvasori (SA) 4’ e 6’, Giunta (SA) 10’, Degani (UU) 13’ st.

Rotonda vittoria del Sant’Andrea che batte per 6 a 2 l’Udine United grazie ad un gran secondo tempo. I ragazzi di mister Forti partono bene ed al 3° passano quando Berti è abile a riprendere una palla respinta dal palo su tiro di Hering e a insaccare sotto porta. Al 5° è la dea bendata a voltare le spalle a Plaser il cui tiro fa la barba al palo con Lombisani battuto. Un minuto dopo il numero dieci udinese pareggia con un rasoterra imparabile. La gara è vivace ma avara di emozioni e di palle gol, così bisogna attendere il 10° per il nuovo vantaggio del Sant’Andrea propiziato da una bella azione personale di Valvasori e siglato da Berti che deve solo appoggiare in rete. Nel finale ancora Plaser pericoloso con un diagonale che si perde a lato di un soffio. Nella ripresa il Sant’Andrea prende in mano le redini del gioco e si dimostra molto concreto in zona gol. Al 3° Malakaj è bravissimo in due circostanze ma nulla puà sul tap in vincente di Paulini che vale il 3 a 1. E’ quindi Valvasori a mettere a segno una doppietta: al 4° finalizza una rapida ripartenza con un diagonale sul secondo palo, mentre due minuti più tardi va a bersaglio con un tiro angolato. All’ 8° Plaser si conferma in giornata ma anche sfortunato quando dopo una bella iniziativa personale colpisce il palo. La sesta rete del Sant’Andrea porta la firma di Giunta ed arriva al 10° con un tiro dalla sinistra angolato. Al 12° gran botta di Nardini di poco alta e allo scadere l’Udine United accorcia le distanze con un bel gol di Degani che vince caparbiamente due contrasti e giunto al limite batte Lombisani con un tiro a mezz’altezza.
SANT’ANDREA: Lombisani, Giunta, Heller, Vecerinovic, Berti, Hering, Valvasori, Paulini, Tulliani. All. Forti.
UDINE UNITED: Malakaj, Boschi, Iuliano, Scialino, Nardini, Garofoli, Degani, Cekaj, Plaser, Meroi. All. Pullara.

Letto 1024 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli