Giovedì, 17 Ottobre 2013 09:27

Giovanissimi Sperimentali, Monaro: "San Luigi protagonista, la Triestina è in crescita"

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
I Giovanissimi Sperimentali del San Giovanni I Giovanissimi Sperimentali del San Giovanni
Giovanissimi Sperimentali, girone G. Il campionato è  formato da compagini composte da atleti classe "2000" e "2001",

dove l'età, ma soprattutto l'aspetto fisico dei giovani atleti può condizionare l'esito di una partita poichè in questa fase della crescita, passano dalla fanciullezza all'adolescenza.
Detto ciò, dopo la quinta giornata di andata del girone "G" la protagonista  è il S.Luigi che con 15 punti, 35 reti fatte e 5 subite comanda la classifica ed è seguita a tre lunghezze dalla Triestina, squadra in crescita soprattutto nelle ultime due gare;
a 9 punti troviamo il S.Andrea ed il Trieste Calcio con la differenza reti a vantaggio dei ragazzi di via Locchi; al 5° posto lo Zaule Rabuiese con 6 punti, al 6° posto il S.Giovanni con 4 punti, al 7° posto il Domio con 3 e fanalino di coda il giovane Opicina con 1 punto, frutto del pareggio con il S.Giovanni alla seconda giornata di andata.
I risultati della 5^ giornata sono stati, come al solito, ricchi di reti; basti pensare che il totale delle reti realizzate nelle prime due giornate sono state 31, mentre la terza giornata ne ha viste 25, la quarta e la quinta 24.
Il S.Luigi prosegue solitario la sua marcia in vetta alla classifica e sarà difficile che domenica prossima il Domio e successivamente il S.Giovanni all'ultima giornata del girone d'andata, possano impensierire la capolista.
Il big match verrà disputato alla prima giornata di ritorno quando la Triestina, attualmente al secondo posto, incontrerà tra le mura amiche i battistrada.
Per quanto riguarda le compagini che il S.Giovanni a fin qui incontrato, riporto una breve analisi:
1^ giornata:
•     la prima giornata contro il SAndrea ci siamo espressi sufficientemente bene nel primo tempo, quando abbiamo messo in difficoltà i più prestani padroni di casa;  
•      il risultato finale troppo pesante per quanto espresso dalle due formazioni è stato condizionato da un rigore e da una clamorosa autorete (5 - 0);
•      il S.Andrea si è comunque dimostrata una squadra abbastanza manovriera e compatta.

 

2^ giornata:
•    con l'Opicina, squadra giovane come il S.Giovanni, la squadra complessivamente ha giocato meglio rispetto alla giornata precedente, creando diverse opportunità da rete;
•    il risultato finale di 1-1 è stato condizionato da un calcio di rigore al 70°, forse dato troppo frettolosamente;
•    l'Opicina ha cercato di giocare ma con molta difficoltà, affidando le sue incursioni offensive al n° 9 in quanto più prestante fisicamente; è una squadra giovane che deve comumque migliorare.

3^ giornata:
•    il Trieste Calcio, compagine senz'altro più fisica di quelle fin qui incontrate, è stato messo in difficoltà dai rossoneri fin dai primi minuti dell'incontro i quali sono andati in rete con una bella azione manovrata;
•    il risultato finale di 2 a 1 per il Trieste Calcio, maturato nel primo tempo, è stato frutto di un rigore fischiato forse generosamente e di una "distrazione" del nostro portiere; nel secondo tempo il S.giovanni ha cercato di pervenire al pareggio che sarebbe stato strameritato;
•    il Trieste Calcio è una squadra composta da giocatori prestanti fisicamente, alcuni dotati di buona corsa che però forse devono essere ancora amalgamati.

 

4^ giornata:
•    con il Domio, la partita è stata giocata dai rossoneri con più intensità nel primo tempo che nel secondo, avendo di fronte una squadra formata da giocatori fisicamente prestanti;
•    il primo tempo si è concluso sull' 1 a 0 per i rosoneri, grazie alla rete messa a segno da Keci, su veloce azione d'attacco; il raddoppio è pervenuto da un calcio di rigore concessoci per atterramento di Keci, che poi la ha realizzato; la rete del Domio è scaturita da un calcio d'angolo, su corta respinta;
•    il Domio, rispetto alle altre formazioni viste nelle partite precedenti, è sembrata ancora in fase di costruzione e con alcuni buoni elementi.

 

5^ giornata:
•    chi ha visto scendere in campo le due formazioni avrebbe certamente pensato che per i rossoneri sarebbe stato difficile giocare contro i prestanti viola, ma la partita ha visto i sangiovannini manovrieri, intraprendenti e pericolosi quando Gabadi  a tu per tu con l'estremo di casa si è visto respingere il suo tiro; il vantaggio per i viola è nato da un discutibile calcio di rigore (il quarto che subiamo); il raddoppio nuovamente da un tocco malandrino su calcio d'angolo; il secondo tempo, nonostante i cambi ha visto il S.Giovanni in avanti a cercare la giusta ricompensa;
•    lo Zaule Rabuiese è la formazione più prestante in assoluto fin qui incontrata; i viola devono cercare di giocare di più la palla e cercare di far emergere le qualità che alcuni giocatori hanno comunque dimostrato.

                                                       Giampaolo Monaro, allenatore del San Giovanni

Letto 1385 volte Ultima modifica il Giovedì, 17 Ottobre 2013 09:33

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli