Sabato, 22 Giugno 2013 14:40

Progetto Verde, quattro società triestine affiliate al Parma

Scritto da 
Vota questo articolo
(5 Voti)
Salvatore  Fichera a bordocampo in veste di assistente dell'arbitro Salvatore Fichera a bordocampo in veste di assistente dell'arbitro
Sta prendendo corpo un progetto tanto intrigante quanto concreto, volto a ridare slancio al settore giovanile di tutta la città,
attraverso un consorzio di quattro realtà locali che si affilieranno ad un titolato club professionistico.
Con questo presupposto è nato il ”progetto verde” , ossia una collaborazione fra Domio, Fani Olimpia, Montuzza e Roianese, le quali associandosi al PFS Parma Football School desiderano offrire a tutti i giovani calciatori triestini la possibilità di fare calcio in modo diverso.
Ma che cos’è il PFS ??
E’ un progetto rivolto ai club dilettantistici del territorio nazionale con i quali si crea un'interazione professionale, culturale, sportiva, educativa di primissimo livello.
L’obiettivo è quello di creare un network di società sportive, impegnate in ambito giovanile, che vogliono diventare, nel territorio di appartenenza, una realtà riconosciuta per le qualità di gestione e per le idonee competenze nell’insegnamento del calcio
Allenatori formati metteranno in pratica il modello didattico Parma Football School  per far vivere ai giovani  nuove esperienze formative, in contesti idonei, dove il benessere del giovane e la corretta crescita sportiva e calcistica risultano essere sempre al centro dell’attenzione.
Un vero e proprio modello di insegnamento, di gioco e di sport da prendere ad esempio fino a diventare un riferimento importante garantendo a tutti i partecipanti una corretta crescita umana e sportiva. Tale modello di insegnamento proposto attraverso linee guida dettagliate chiamate Vademecum PFS  è studiato per dare un aiuto concreto a tutti gli allenatori in modo da realizzare ed applicare il miglior programma di allenamento a prescindere dal contesto geografico e logistico, dal livello delle competenze degli istruttori, dall’età e dal livello di abilità dei giovani calciatori; facilitando la complessa interazione fra momento ludico, insegnamento ed apprendimento.
Con il supporto concreto del  Parma Calcio e con un rinnovato entusiasmo il consorzio si propone di  :
Incrementare e migliorare la qualità dell’attività di base, creando poi nelle categorie giovanissimi ed allievi i presupposti per far crescere i ragazzi a seconda delle loro capacità.
A tal proposito :
per i più maturi, verranno create delle squadre selezionate che giocheranno sotto il nome della capofila Domio, (unica società attualmente a disporre di un campo a 11) con l’obbiettivo da un lato di conseguire nel più breve tempo possibile il diritto a disputare i campionati regionali dall’altro di creare una vetrina per gli osservatori del Parma stesso.
Per coloro i quali devono ancora svilupparsi tecnicamente, agonisticamente o psicologicamente, vi sarà la possibilità migliorare e divertirsi, partecipando con un’altra maglia del consorzio  ai campionati di competenza, nella speranza di portarli magari l’anno successivo in una delle squadre vetrina.
La struttura del consorzio prevede un presidente : Paolo De Stefani
Un consiglio direttivo formato da un elemento di ogni società aderente al progetto : Beniamino Lezzi (Montuzza), Salvatore Fichera (Domio), Paolo De Stefani (Fani Olimpia) Ubaldo Pesce (Roianese)
Il responsabile Tecnico del consorzio sarà Sergio Marassi che ha già previsto per i gg. di mer. 3, gio 4 e ven. 5 luglio (presso il campo sportivo di Domio) uno stage aperto alle annate 97/98/99/2000 dalle ore 18.30 alle 20.00
Letto 1395 volte Ultima modifica il Domenica, 23 Giugno 2013 20:51

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna