Lunedì, 03 Dicembre 2018 17:54

L'Ammiraglio e la Promozione, Sistiana re dei derby. In fuga da Borgo

Scritto da 
Vota questo articolo
(5 Voti)
L'Ammiraglio L'Ammiraglio

I NUMERI DELLA TREDICESIMA GIORNATA di Promozione


4  Vittorie interne
2  Vittorie esterne
2  Pareggi 
22 reti segnate

COMMENTO E CLASSIFICA

PRIMORJE e CERVIGNANO  prendono al volo l'occasione del passo falso del la VIRTUS CORNO (1-1) IN CASA CON IL TOLMEZZO  e si riprendono la poltrona al comando della classifica. In coda tutte le cinque cenerentole sconfitte restano a 4/5 punti sotto la zona tranquillità.

P. 30  PRIMORJE - CERVIGNANO
P.  29 V.CORNO
P.  25  SISTIANA
P.  23  TOLMEZZO
P.  22  CH. PONZIANA
P.  21  GRADISCA
P.  17  MLADOST
P.  16  ZAULE **   - RISANESE
P.  13  ROMANS M. **
P.    9  VALNATISONE -  OL3  - SANGIOVANNI
P.    8  COSTALUNGA - TRIESTE C.

DUE DERBY


PIU' NERO CHE ROSSO
CHIARBOLA PONZIANA - SAN GIOVANNI 2-0
Mister Cernuta nonostante la sua professionalità ed esperienza è stato esonerato ma lo storico presidente Spartaco Ventura con tutto il suo carisma non è ancora abilitato ai miracoli, finisce così con l'ottava sconfitta stagionale nel derby "mezzo storico con i ponzianini". Peccato assistere alla decadenza di due realtà di storia calcistica triestina, per i biancocelesti il futuro si prevede più celeste .....per i rossoneri più nero ...

AI DELFINI BASTA ....UNO

COSTALUNGA-SISTIANA 0-1
Sesta vittoria dei pupilli di mister Musolino su sei derby disputati, la quarta volta con una sola rete di scarto (Trieste Calcio - Zaule - Primorje e Costalunga, 2-0 al Sangiovanni e 4-2 al Chiarbola Ponziana). "I Corsari del Costa" hanno fermamente contestato per un presunto fuorigioco che avrebbe inficiato la decisione del sig. Luglio di Monfalcone, ma la stagione non era .....


LE ALTRE TRE TRIESTINE  1  1  X

TRE  BORDATE DELLA CORAZZATA
PRIMORJE- ROMANS M.  3-1
Per la corazzata non è stata una navigazione in acque tranquille, ma una volta prese le contromisure ha affondato il "nemico" che comunque ha reagito piazzando la rete della "bandiera". La capolista comunque vanta il miglior attacco (27) e la miglio difesa (7).  ALLA VIA COSI'


MALE CRONICO PER I LUPETTI

RISANESE - TRIESTE 5-2
La società di Borgo dopo la "fuga" di Fabio Sambaldi corre ai ripari e tenta la ripartenza con mister Marzio Potasso, altro personaggio di spessore nel campo dilettantistico. Comunque esisteva un detto nel calcio.......allenatore nuovo punto sicuro...... però cambiato il dottore il risultato non cambia.......  PROBABILMENTE A BORGO L’EPIDEMIA E' CRONICA.  Buon lavoro mister


LE AQUILE ARTIGLIANO UN PUNTO

GRADISCA - ZAULE 1-1
Continua la "strisciapositivaviola" anche al cospetto di mister Zoratti e all’ambiziosa compagine dell’ "Italasanmarcogradisca" nobile decaduta che da qualche anno cerca di risalire, i giovani aquilotti insieme ai più esperti compagni di volo riescono esprimere una prestazione più che valida e portare ad Aquilinia un punto che tiene lo Zaule a contatto con la zona alta della classifica. Sotto di una rete nel primo tempo, nel secondo i Viola dettano la loro legge e raggiungono il pareggio dopo 16' e per il resto della gara mettono in apprensione  i Gradiscani che comunque specialmente nel primo tempo hanno fatto vedere delle pregevoli azioni di gioco in velocità.  LE AQUILE VOLANO  !!
MERCOLEDI'   5/12  ore 20,30  ad AQUILINIA  recuperò col ROMANS MEDEA 


PROSSIMO TURNO  DOMENICA   9/12  Ore 14,30

UN DERBY
Zaule   -  Primorje
TriesteC. - Cervignano
Sistiana -   OL3
S.Giovanni - Risanese
Tolmezzo - Ch.Ponziana
Romans - Costalunga
Mladost  - V.Corno
Gradisca - Valnatisone

LA PUNTURA
A due presidenti delle società di calcio che da più di 50 anni hanno portato in alto il calcio triestino nell'ambito dilettantistico regionale e  lanciato giovani talenti nel campo professionistico, i signori Spartaco Ventura del San Giovanni e Nicola de Bosichi del Trieste Calcio, già Borgo San Sergio. ANALIZZANDO l'andamento della gestione delle relative squadre dilettantistiche militanti nel girone B della Promozione, si riscontrano  ambedue società  in coda alla classifica il che non dequalifica il lavoro dei due "personaggi" ma quello che mi fa pensare è che ambedue presidenti nell'arco di poco più di tre mesi hanno "bruciato" con esoneri o dimissioni più di qualche allenatore (mi astengo ad elencarli) che nell'arco delle loro "carriere" hanno largamente dimostrato la loro competenza e professionalità nel valorizzare i giovani calciatori e a raggiungere traguardi dignitosi e talvolta vincenti. Qualcosa chiaramente non quadra.
Chissà se qualche presidente pensa ad  ....."esonerarsi"

SALUTI DALL'AMMIRAGLIO



 

Letto 109 volte Ultima modifica il Lunedì, 03 Dicembre 2018 18:00

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna