Giovedì, 13 Settembre 2018 13:31

L'Ammiraglio e lo Zaule, obiettivo quota ...100

Scritto da 
Vota questo articolo
(4 Voti)
L'Ammiraglio durante la gara d'esordio L'Ammiraglio durante la gara d'esordio

Domenica 9 settembre 2018, prima giornata del campionato numero 51 per lo ZAULE.

Arrivato al Nazario Corrente ho raccolto alcune impressioni delle persone più rappresentative. Alla Dott.ssa Natascia Giani ho chiesto come mai ha accettato l'incarico impegnativo di Medico Sociale, mi ha risposto che suo padre avendo solo figlie femmine ha adottato lo Zaule, pertanto per lei la Società è come un fratello. A Luigi Giani era logico chiedere quali sono i programmi per il futuro: "Riparto da 51 per arrivare a 100 sempre con lo stesso programma di mezzo secolo fa, permettere ai giovani di divertirsi praticando il calcio. A tal proposito ringrazio tutti i dirigenti che hanno collaborato e che continueranno in futuro, un ricordo particolare per quelli che purtroppo non ci sono più." Il Segretario Igor Zugna si è soffermato ai ricordi degli anni che furono quando assisteva ai derby con la Fortitudo dove giocavano Borroni e Apostoli, un ricordo in particolare quando lo Zaule era allenato dal compianto Furio Flora e il centravanti era Matteo Saina. Alessandro Samez, Direttore Generale dei Viola, ricorda l'inizi degli anni 80 quando giocava con la squadra Juniores ed il ritorno nel 2007 quando il Presidentissimo lo volle alla sua corte in qualità di D.s. incarico che onorò portando la squadra dalla Seconda categoria all'Eccellenza prima con Lorenzo Cernuta "mister promozioni" e poi con Matteo Saina "mister Eccellenza".

Da parte mia avendo "vissuto" due lustri in Società con l'incarico di Segretario ho constatato che, rispettando il lavoro di tutti tecnici dai Pulcini alla Prima squadra, non si può dimenticare che la struttura portante della Società e basata sul volontariato e la disponibilità di un gruppo di DIRIGENTI ECCEZIONALI iniziando dal mio "Amico" Giordano Sirri, ormai da tre anni in congedo per limite di età per poi continuare con la colonna portante Flego Guido con la moglie Loredana e con i figli e genero, gli instancabili e sempre presenti Ferruccio Calaz, Chicco Andrea, Lucio Ranieri, Rebez Edi e la moglie Neva, da ricordare l'onnipresente Sergio Ulcigrai ed altri che di volta in volta sono pronti a dare una mano quando serve. Dopo l'esperienza positiva dei primi 50 è sufficiente mantenere la "mentalità ormai collaudata" e puntare dritto ai CENTO!

IN BOCCA AL LUPO. PAROLA DI Ammiraglio....

Letto 74 volte

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna