Sabato, 12 Settembre 2020 12:27

Presentato lo Zaule Rabuiese, il presidente Giani: "Dobbiamo fare squadra"

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
Il tecnico della Prima squadra Max Pocecco Il tecnico della Prima squadra Max Pocecco

Appuntamento rinnovato in piazza Marconi a Muggia per la presentazione della prima squadra dello Zaule Rabuiese,

compagine “benedetta” dal sindaco rivierasco Laura Marzi con il “supporto” dell'assessore allo sport Roberto Rosca e dai rappresentanti della Figc Ermes Canciani, Fabrizio Chiarvesio e Domenico Nicodemo.

Il presidente Luigi Gino Giani: “Devo ringraziare le istituzioni presenti e ci tengo a dire grazie ai nostri dirigenti, che fanno i volontari e forniscono un grande contributo – oltre a mettere in certi casi la mano al portafoglio – per mandare avanti la nostra società. Veniamo fuori da tanti mesi di stop e ora la serietà e i comportamenti di allenatori, dirigenti e giocatori nel rispettare le regole serviranno a non contribuire alla diffusione ulteriore del virus. Perciò indossare la mascherina, usare il gel e mantenere le distanze sono fondamentali. Bisogna fare squadra e chi meglio di noi può farlo? Quindi rispettate e fate rispettate le regole. Siamo inoltre pronti a collaborare con il Comune, attento alle attività sociali, per permettere ai nostri giovani di fare sport in sicurezza. Chiedo infine alla nostra squadra di essere ambiziosa e di impegnarsi nel lavoro per ottenere risultati”.

Parole apprezzate dal primo cittadino istro-veneto: “Ringrazio il presidente Giani per la sua attenzione nel rispetto delle regole come quella dell'uso delle mascherine da parte di tutti nel corso di questa serata. E' una caratteristica dello Zaule avere comportamenti di questa serietà. Non sarà una stagione facile, vi auguro di raggiungere i vostri obiettivi e risultati e che in ogni caso troviate il modo di divertirvi con spensieratezza. Fra qualche mese potrete rivedere i vostri sorrisi fuori dalle mascherine, magari anche per quanto ottenuto sul campo”.

E l'assessore Rosca: “Ho visto un bell'affiatamento durante la presentazione, è una buona base e auguri di una buona stagione”. Così Domenico Nicodemo: “Sento quasi quotidiamente il presidente Giani e ci tengo a dire che il sottoscritto, i miei collaboratori e i nostri uffici sono a disposizione di tutte le società. Mi associo nel raccomandare che solo con l'atto di responsabilità e con l'attenzione di tutti usciremo dal covid e sono convinto che lo si possa superare. Dico anche che ci vuole la sana competizione, ma pure il rispetto per gli avversari. E allo Zaule avete un mister con il quale non potete sbagliare, ho avuto dieci anni Max Pocecco dieci anni al San Luigi”.

In casa aquilotta il vice presidente Roberto Serbottini aggiunge: “E' meglio non parlare e non fare proclami, deve essere il campo a dire la verità”. E l'amato massaggiatore Gianluca Rizzitelli: “La squadra è giovane e affiatata, mi aspetto molto. Speriamo bene”.

A chiudere Ermes Canciani, costretto a un altro tour de force giornaliero (firma della convenzione con il Kras per la gestione del campo dell'Alabarda Calcio, cerimonia di presentazione del progetto per il sintetico del Vesna e varie presentazioni concomitanti tra i vari impegni del dirigente federale): “Ciascuna stagione ha tante variabili nel suo sviluppo e talvolta le cose non vanno come preventivato in un senso o nell'altro. Più in generale abbiamo i protocolli per la ripartenza, ci tenevamo a rimetterci in moto, anche se per qualcuno i nostri sono luoghi di diffusione. I mesi di stop hanno aumentato la voglia di calcio e questo è stato uno stimolo nel portare avanti la nostra idea di ricominciare con le dovute attenzioni. E il presidente Giani, con il quale ho contatti regolari, ha la visione giusta per guiidarvi nel modo migliore”.

Letto 250 volte

Ultimi commenti agli articoli