Domenica, 06 Novembre 2011 17:32

Ancora un ko, Triestina sconfitta dal Sudtirol primo della classe

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto Geros Foto Geros
Il Sudtirol/Alto Adige sbanca lo stadio Nereo Rocco di Trieste e vola in testa alla classifica.
Buon primo tempo da parte dei padroni di casa sotto il profilo del possesso-palla e del gioco, ma la reazione altoatesina dopo lo svantaggio vale l’1-1 all’intervallo. A livello di occasioni c’è uno spunto sulla sinistra (dopo soli 30 secondi) di Curiale, che viene chiuso in corner da Iacoponi (a rischio di autogol). Poi lo stesso Curiale (tiro centrale) ed Evola (fuori) non fanno male al portiere Iacobucci nei loro tentativi. La prima occasione ospite arriva al 14’, quando – sugli sviluppi del secondo corner consecutivo per l’undici di Stroppa – lo smarcato Cascone spara alto per colpa della mancata coordinazione. Arriva subito la replica locale: al 16’ una botta di Godeas viene deviata da Iacobucci sulla traversa e quindi la palla finisce in angolo. L’Unione ci prova con molto impegno, ma non riesce a trovare molti sbocchi contro un avversario che bada in primis a non scoprirsi. E anche una punizione di Curiale da buona posizione dai 20 metri non ha effetto (conclusione alta al 28’). Il ritmo è buono e la gara in ogni caso è piacevole. Il risultato si sblocca con una bordata di destro di Rossetti dal limite, che trova in ritardo il portiere Iacoponi al 29’ e si infila sotto la traversa. Il Sudtirol/Alto Adige alza il suo baricentro e fa movimento con il suo trio d’attacco tanto da rendere la partita più incerta. Un’altra buona chance, in ogni caso, capita alla formazione di Nanu Galderisi: al 37’ Godeas è solo, ma Iacobucci respinge il suo tiro e poi fa lo stesso sul tap-in di Curiale. E poi arriva l’1-1: il velenoso Fischnaller supera Galasso in velocità e serve Chinellato, che – al centro dell’area – sfrutta la sua libertà e sigla il suo primo centro stagionale. Subito dopo l’intervallo la velocità dell’Alto Adige crea apprensione all’Alabarda, che perde per infortunio Galasso e inserisce l’offensivo D’Agostino (arretrando Rossetti a fare il terzino destro). Dopo un lampo di Fischnaller in fuorigioco, Chinellato impegna Gadignani con una punizione dalla distanza e poco dopo Fischnaller spara alto da posizione favorevole. Dopo un quarto d’ora la partita diventa equilibrata con entrambe le squadre che se la giocano a viso aperto e annota un bello spunto di Cesar Pinares Tamayo al 27’ con palla di poco alta e pochi istanti dopo Pezzi chiude all’ultimo in scivolata il lanciato Fischnaller. Ingenuo fallo di Izzo, che commette fallo da rigore su un contropiede e il rigore viene trasformato dal bomber Fischnaller al 39’. Nel finale la Triestina prova a reagire, ma senza essere troppo lucida. Il tabellino.
TRIESTINA 1
ALTO ADIGE 2

MARCATORE: p.t. 29’ Rossetti, 41’ Chinellato; s.t. 39’ Fischnaller (rig.)
TRIESTINA (4-2-3-1): Gadignani; Galasso (s.t. 5’ D’Agostino), Izzo, Pezzi, Tombesi; Evola, Princivalli (s.t. 31’ Mattielig); Rossetti, Motta (s.t. 18’ Cesar Pinares Tamayo), Curiale; Godeas. A disposizione Cristofoli, D’Ambrosio, Gissi, De Vena. All. Galderisi
ALTO ADIGE (4-3-3): Iacobucci; Iacoponi, Kiem, Casone, Martin; Furlan, Calliari (s.t. 31’ Bacher), Uliano; Fischnaller, Chinellato (s.t. 16’ Chiavarini), Schenetti (s.t. 23’ Campo). A disposizione Miskievicz, Grea, Fink, Ferrari. All. Stroppa
ARBITRO: Abbattista di Molfetta (assitenti Favria di Bari e Perron di Biella).
NOTE Ammoniti Kiem, Martin e Rossetti per gioco falloso, Chinellato per essersi tolto la maglietta dopo il suo gol, Izzo per fallo di mano e Chiavarini per simulazione. Minuti di recupero: p.t. 1’, s.t. 4’. Corner 16-4 per la Triestina. Spettatori 3.776.
Letto 593 volte Ultima modifica il Domenica, 06 Novembre 2011 17:36

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli