Domenica, 29 Gennaio 2012 19:15

Beffa al 90', Triestina raggiunta dall'Andria

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto Geros Foto Geros
La ventunesima giornata (la quarta di ritorno) vede uscire il segno “x”
allo scadere sulla ruota dello stadio Nereo Rocco, che proponeva la gara Triestina-Andria Bat. Il freddo e la bora condizionano sicuramente la partita, che rappresenta uno scontro diretto per allontanarsi dai play-out. I padroni di casa, infatti, prevedono di essere penalizzati di due punti il prossimo 15 febbraio visto il fallimento della società lo scorso mercoledì. Fallimento che dovrebbe comportare il mancato pagamento degli stipendi fra due settimane e questo comporterà la penalità in graduatoria. La squadra di casa appare in ogni caso concentrata e più intraprendente rispetto a un avversario “timido” anche perché fa fatica a sviluppare gioco a centrocampo (dove i padroni di casa Allegretti e Princialli fanno un buon lavoro). Due spunti sulla destra – fascia prediletta dall’Alabarda grazie alla buona condizione di Rossetti - portano al tiro l’Unione, ma solo Princivalli inquadra la porta al 10’ (conclusione centrale). Fiammata pugliese al 15’, quando il portiere Viotti compie un miracolo in uscita bassa su Russo e – sulla respinta – Gambino manca il tap in vincente e spreca sul fondo con un tentativo sbilenco. Forò spedisce alto al 19’, mentre Curiale non si fa pregare per sfruttare una palla vagante (con la difesa ospite ferma) e firma l’1-0 di prima intenzione con il suo destro al 23’. L’attaccante bissa così la rete siglata due settimane prima nella tappa interna con il Lanciano. Successivamente (32’) Curiale innesca Godeas, che sfiora il raddoppio con una bordata delle sue. Un minuto dopo Forò ci mette la potenza nel suo diagonale dalla destra, ma la mira è centrale e il portiere Menegon neutralizza. Al 37’ Curiale ci riprova e Menegon respinge sul primo palo, mentre – al 42’ – il mancino D’Alessandro ha una buona chance con una punizione dal limite. Il suo primo tentativo si infrange sulla barriera, il secondo finisce fuori e l’arbitro rileva una deviazione così da concedere un infruttuoso corner. Russo manca completamente la porta al 45’ e allo scadere Rossetti ci prova vanamente in rovesciata. La prima nota di cronaca della ripresa vede Curiale arpionare un’altra palla vagante e la sua acrobazia volante al 9’ manda la palla due metri fuori con Menegon intento a controllare la traiettoria. Gli ingressi di Minesso e Loiodice regalano la trazione anteriore ai “blues” di mister Cosco, che aumentano i giri contro una Triestina che abbassa il baricentro e si affida al contropiede. Proprio in velocità i giuliani pungono di più: Curiale cerca la fuga al 17’ e un suo dribbling di troppo permette a Meccariello di evitare danni all’Andria. Le due squadre sono imprecise nell’impostazione del gioco e Loiodice testa Viotti, che blocca al 17’ in sicurezza. Al 23’ Forò calcia in modo sporco e perciò senza successo e al 25’ Rossetti impegna il portiere Menegon con la sua battuta quasi improvvisa. Ancora Rossetti al 28’ e sfera alta sopra la traversa. Una rasoiata di Curiale al 34’ porta la squadra di Giuseppe Galderisi vicina al raddoppio. Il portiere Menegon è bravo nel deviare la “pelota” in angolo. La Triestina resta in dieci al 41’ per l’espulsione diretta di Thomassen per una trattenuta, che sembrava più da giallo che da rosso. E sulla seguente punizione La Rosa viene ammonito per simulazione. Lima ci mette una pezza sul mancino di Minesso al 43’. L’Andria insiste in forze e viene premiata al 45’ dal guizzo di Arini, che sfrutta a dovere la superiorità numerica per strappare un pari ormai insperato. I successivi attacchi non valgono il colpaccio.
Il tabellino.
TRIESTINA 1
ANDRIA BAT 1

MARCATORE: p.t. 23’ Curiale; s.t. 45’ Arini.
TRIESTINA (4-2-3-1): Viotti; Galasso (s.t. 29’ Thomassen), Lima, Gissi, Cecchini; Allegretti, Princivalli; Rossetti, Forò (s.t. 34’ Mattielig), Curiale; Godeas. A disposizione Gadignani, Mannini, Motta, De Vena, Villanovich. All. Galderisi
ANDRIA BAT (4-2-3-1): Menegon; Meccariello, La Rosa, Mucciante, Contessa; D’Alessandro, Arini; Comini (s.t. 27’ Evangelisti), Gambino, Taormina (s.t. 8’ Loiodice); Russo (s.t. 8’ Minesso). A disposizione Sansonna, Pierotti, Tartaglia, Giglio. All. Cosco
ARBITRO: Marini di Roma (assistenti Meschi di Lecco e Donini di Bergamo).
NOTE Espulso Thomassen al 41’ s.t. per una trattenuta. Ammoniniti Cecchini, Allegretti, Lima, Rossetti e Contessa per gioco falloso, La Rosa per simulazione. Minuti di recupero: p.t. 1’; s.t. 4’. Corner: 4-3 per l’Andria. Temperatura gelida e raffiche di bora sui 100 km/h. Osservato un minuto di silenzio in onore di Oscar Luigi Scalfaro. Terreno non ottimale. Spettatori 3.480 (una ventina circa i tifosi pugliesi).
Letto 710 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli