Lunedì, 17 Ottobre 2011 21:34

Ciacole rossoalabardate, Aletti: "Abbiamo fatto cagare"

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Il ds Recchi Il ds Recchi
Come riferito nella cronaca della partita l’Alabarda non ha fatto parlare nessuno nel dopopartita se non il duo Aletti-Recchi.
Così il presidente Sergio Aletti: “Abbiamo fatto cagare, questa squadra può e deve dare di più. Chiediamo scusa a tutti per questo e ci riserviamo alcune ore di riflessione per prendere le decisioni migliori relative alla conduzione tecnica. Intanto entriamo in silenzio stampa per poter pensare nel modo migliore”.
Il colpaccio esterno messo in atto a Trieste regala entusiasmo all’ambiente del Barletta, ma lo fa restare con i piedi per terra. Il primo a volare basso è l’allenatore Marco Cari: “Abbiamo fatto una buona partita per tutti i novanta minuti, ma ora non dobbiamo montarci la testa. Siamo stati bravi nelle ripartenze. Fa parte del nostro Dna e su questo lavoriamo. La chiave della partita? Giocarcela a viso aperto. I nostri avversari sono forti in attacco, hanno una squadra di qualità e – provenendo dalla serie B – puntano a tornarci. Abbiamo studiato le loro caratteristiche (i difetti in particolare, legati a una difesa ballerina, ndr) e ci siamo giocati le nostre carte”. Le velleità del Barletta? “E’ un campionato combattuto, in cui l’equilibrio regna sovrano. All’ottava giornata tutti hanno già perso almeno una volta. Noi cercheremo di sfruttare le nostre possibilità e ci proveremo fino in fondo. Puntiamo a fare un buon campionato, ma ogni partita è diversa dalle altre e soprattutto in trasferta bisogna far girare la palla”. E la Triestina? “Ha buoni giocatori, ma la Prima Divisione è un altro campionato rispetto alla serie B. Bisogna lottare su ogni pallone e noi stiamo cercando di imparare questo. Se all’ottava giornata lo stiamo già mettendo in atto, vuol dire che stiamo crescendo bene”. Così, invece, il bomber Fabio Mazzeo: “Vittoria importante su campo difficile e ostico come quello della Triestina, società ambiziosa e di categoria superiore. Il nostro obiettivo? Restare attaccati ai play-off e poi si vedrà”.
Letto 914 volte Ultima modifica il Lunedì, 17 Ottobre 2011 21:42

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli