Sabato, 25 Febbraio 2012 20:57

Ciacole rossoalabardate, Galderisi: "Giocatori non in condizione ottimale"

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto Geros Foto Geros
Così nel dopopartita del Rocco, ancora una volta con epilogo amaro per l’Alabarda.


L’allenatore Giuseppe Galderisi: “Non tutti i giocatori hanno una condizione ottimale e abbiamo dovuto cercare soluzioni alternative. Il rigore contro era dubbio, ma non dobbiamo crearci sempre degli alibi quando perdiamo per quanto ci siamo innervositi troppo. Dipende tutto da noi”.

La parola quindi a due rappresentanti del centrocampo, a iniziare da Lorenzo Rossetti: “Siamo sfortunati dall’inizio stagione, essendo sempre alle prese con infortuni e squalifiche. L’ammonizione presa, ad esempio, mi farà saltare la prossima gara”.

Così, invece, il capitano Riccardo Allegretti: “Siamo dei polli a prendercela con l’arbitro. Dobbiamo pensare a noi stessi e a fare bene. Non sono contento di questo, della prova della squadra e anche di quella personale”.
Grande soddisfazione in casa del Frosinone per il successo esterno di Trieste. L’allenatore Eugenio Corini parla con toni pacati, ma rende merito alla sua squadra. “Una vittoria meritata e pesante ai fini della classifica. La partita? Avremmo potuto fare prima il secondo gol, ma non è stato così. La Triestina ha lottato e non ha mai mollato. Poi, ad inizio ripresa, c’è stata una bella parata di Zappino e successivamente potevamo colpire in contropiede, mentre in chiusura Zappino è stato nuovamente bravo in mischia. Si poteva andare insomma sul 3-1 e poi abbiamo rischiato il 2-2”. E più in generale come va vista questa prestazione? “A Lanciano ci eravamo comportati discretamente, ma avevamo avuto delle difficoltà essendo reduci da tre settimane di stop e avendo da inserire alcuni elementi nuovi. Stavolta siamo migliorati, avendo avuto più minutaggio nelle gambe. Il ritmo è stato più alto. Ho 26 giocatori e meriterebbero di essere tutti titolari. Il regolamento, purtroppo, non me lo concede e devo fare delle scelte tanto che qualcuno deve aspettare il suo turno. Chi ha giocato contro la Triestina, in ogni caso, mi ha dato delle ottime risposte grazie al lavoro quotidiano. Dobbiamo proseguire su questa strada a iniziare dalla sfida di mercoledì con la Carrarese. Ogni gara diventa fondamentale e ci servirà anche in casa il supporto dei tifosi, che ringrazio per esserci stati vicini a Lanciano e a Trieste. Se confermiamo questi valori, possiamo far bene”. L’attaccante Salvatore Aurelio, uno dei protagonisti dei ciociari, afferma: “Sono contento soprattutto per la prestazione della squadra e poi sono contento anche della mia. Devo ringraziare i tifosi non solo per la loro presenza a Trieste, ma anche per lo striscione d’incitamento nei miei confronti. E’ una cosa, che mi ha fatto piacere. La partita? Già a Lanciano ci eravamo espressi bene ed ora ci siamo ripetuti su livelli altrettanto positivi. Nel primo tempo abbiamo giocato più e – oltre a segnare – abbiamo avuto le nostre occasioni. Abbiamo attaccato bene la profondità e abbiamo dimostrato di aver trovato la scintilla giusta”. E il futuro? “Adesso dobbiamo pensare ad una partita alla volta – sostiene l’attaccante del Frosinone – e già mercoledì sarà un’altra battaglia il recupero con la Carrarese. Siamo comunque in crescita e ci stiamo rialzando dopo i tonfi iniziali. La società aveva fatto altri progetti e ci piacerebbe vincerne molte – se non tutte - per puntare in alto. E a me piacerebbe dare un aiuto importante in tal sens

Letto 617 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli