Domenica, 06 Novembre 2011 17:36

Ciacole rossoalabardate, Galderisi: "Incapaci di uccidere la partita"

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Recchi Antonio Recchi

Così nel dopopartita al Rocco. I commenti all’ennesima sconfitta dell’Unione, la settima in undici gare.

 

Antonio Recchi (direttore sportivo della Triestina): Abbiamo giocato bene, siamo stati belli, ma non siamo stati fortunati considerando anche l’ennesimo infortunio patito (quello di Galasso, ndr). Due disattenzioni ci sono costate il risultato. Il bicchiere, insomma, è vuoto, ma dobbiamo accettare questo e andare avanti con la voglia di riprendere presto la strada dei risultati.

Giuseppe Galderisi (allenatore della Triestina): Abbiamo fatto delle cose buone con una nuova mentalità. Abbiamo fatto tanti cross e battuto tanti corner. Non abbiamo saputo uccidere la partita, peccando in cattiveria contro una squadra rognosa, dotata di buona gamba e abile in velocità. Dispiace essere incappati in un altro svarione difensivo in casa. Ora contro il Bassano cercheremo di fare il massimo anche se non avremo Mannini, Thomassen e Galasso in difesa. Gli applausi della curva devono essere uno stimolo per noi e ringrazio di cuore i tifosi per il loro calore.

Lorenzo Rossetti (centrocampista della Triestina): Una partita sfortunata perché il risultato ci dice male. Abbiamo fatto il più bel primo tempo, in cui abbiamo creato occasioni e avuto 12/13 calci d’angoli senza correre assolutamente pericoli. Poi abbiamo commesso degli errori e abbiamo avuto contro il terzo rigore consecutivo. Ma ci sono dei segnali incoraggianti.

Alessio Tombesi (difensore della Triestina): Ottimo primo tempo, ma non siamo riusciti a fare il secondo gol. Non siamo crollati nella ripresa, ma abbiamo incassato due reti su tre affondi. Personalmente cerco di fare sempre il massimo e di ascoltare le direttive dell’allenatore.

Giovanni Stroppa (allenatore dell’Alto Adige/Sudtirol): Abbiamo giocato bene e ci abbiamo messo la giusta intelligenza. Abbiamo reagito bene nella ripresa e abbiamo disputato una partita a viso aperto. Siamo usciti alla distanza, creando gioco e occasioni dopo un primo tempo in sordina forse dovuto al fatto di essere intimoriti dallo stadio. Siamo contenti per aver raggiunto la vetta, ma dobbiamo continuare su questa strada. La Triestina si è ben comportata e la mano preparatissima di mister Galderisi si vede già.

 

Letto 860 volte Ultima modifica il Domenica, 06 Novembre 2011 17:41

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli