Mercoledì, 08 Agosto 2012 13:19

Conferenza stampa in Comune, le parole di Cosolini e della Triestina 2012

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Aletti: uno dei colpevoli del disastro finanziario dell'Unione Aletti: uno dei colpevoli del disastro finanziario dell'Unione
Il sindaco Roberto Cosolini, privo dell'assessore Emiliano Edera (in missione a Udine per il consiglio delle autonomie),
e i vertici dell'Unione Triestina 2012 hanno tenuto una conferenza-stampa nella sala giunta del Comune in merito al nuovo corso della Triestina. Il sindaco ha annunciato che a breve ci sarà una delibera per mettere a disposizione la sede all'interno dello stadio Rocco, che il Comune si sta muovendo per agevolare l'uso del campo da gioco dello stadio e del marchio, per dare la giusta collocazione alla raccolta-fondi dei tifosi e ha affermato: "C'è sicuramente amarezza a ripensare che fino a poco tempo eravamo in serie B e che le ultime gestioni della società non sono state positive. Noi avevamo proposto a Fantinel un'uscita soft se avesse fatto ancora una stagione, ma lui ha venduto subito le azioni ad Aletti, sul quale ci erano giunte voci strane. Non avevamo, però, certezze e non potevamo andare dai tifosi e destabilizzare la situazione. Negli ultimi mesi abbiamo contattato decine di imprenditori: molti non potevano impegnarsi in questi tempi di crisi, avendo anche mandato gente in cassa integrazione, e qualcuno ha chiesto soldi a noi per poter rilevare la società. Ringrazio perciò le ultime due cordate per il loro impegno. Unione Triestina 2012, per quanto aveva già speso soldi dal notaio e in voli aerei, si era anche detta disponibile a ritirarsi se questo fosse stato necessario a favorire la ripartenza dalla serie D. Questo vuol dire passione e spirito di servizio. Ed è una buona base di partenza. Purtroppo Irneri si è fidato della promessa di un esterno, che si era detto pronto a garantire i soldi immediati per la serie D, ed è stato inoltre fuorviato dalla dichiarazioni di Carlo Tavecchio, che erroneamente aveva ipotizzato la possibilità di dilazionare i pagamenti. Infatti la Figc mi ha comunicato che ho fatto bene ad inoltrare anche la richiesta dell'Eccellenza e non solo quella della serie D. Se avessi mandato avanti anche quest'ultima, priva dell'assegno richiesto da 300 mila euro, la Figc non l'avrebbe accettata viste le precise regole federali in merito e la Triestina sarebbe sparita. Perciò è meglio un ciclo con un profilo un po' più basso piuttosto uno, che fra un anno ci riporti alla stessa situazione di questa estate. Aggiungo che la fusione tra le due cordate non è stata possibile". Così il presidente di Unione Triestina 2012, Andrea Puglia: "Entro lunedì dovremo ratificare l'iscrizione e perciò entro quel giorno avremo anche le idee più chiare su staff e giocatori. Abbiamo opzionato diversi calciatori e ho notato molto orgoglio all'idea di poter giocare con la Triestina. Daremo il massimo per creare una squadra competitiva. Se i risultati non saranno eclatanti il primo anno, cercheremo di migliorarli l'anno dopo. Il tempo d'azione è infatti molto stretto per quanto molti si stiano offrendo per darci una mano". Presente anche il nuovo mister Fabio Sambaldi: "Il mio vice sarà Matteo Pribaz e il preparatore dei portieri sarà Massimo Leo. Non faremo la Coppa Italia perchè dobbiamo concentrarci sulla preparazione per il campionato, al via il 9 settembre. Cercheremo di fare una buona squadra. Gli under? Vediamo come fare. Si potrebbe anche puntare su 5 o sei 1995, magari pure su qualcuno di fuori. Ma vanno valutati anche i 1994. Non faremo il settore giovanile, non essendoci il tempo per strutturarlo. Erano obbligatori gli juniores regionali, ma pagheremo la multa di 10.000 euro". I quattro soci di Unione Triestina 2012 sono Andrea Puglia, Angelo Curreli, Michele Labbate e Mattia Cergol.
Letto 1226 volte Ultima modifica il Mercoledì, 08 Agosto 2012 13:23

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli