Domenica, 15 Gennaio 2012 18:10

Curiale-Motta-Godeas, alè Triestina

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto Geros Foto Geros
Il trio Curiale-Motta-Godeas stende il Lanciano. Una vittoria importante

perché allontana la zona play-out, avvicina quella play-off e dà morale al gruppo in un momento delicato dal punto di vista societario.
Il Lanciano si era illuso di poter sbancare lo stadio Nereo Rocco di Trieste in occasione della seconda giornata di ritorno, facendo vedere un buon calcio nella prima metà del primo tempo. Gli uomini di Carmine Gautieri, stavolta in tenuta giallonera (e non rossonera), sono partiti con decisione al cospetto di un avversario frenato all’inizio da un affiatamento da affinare. Sono molte le assenze (su tutte quelle del capitano nonché regista Allegretti e della sua spalla Princivalli, a cui si sommano quelle di Thomassen e Morrissey nonché gli adii di mercato Silvestri, Pezzi, Izzo e D’Agostino) e c’è anche una situazione societaria decisamente grave. La Virtus fa vedere buone trame, affidandosi in particolare alla velocità di Chiricò. L’esterno mette in difficoltà Galasso, poi cresciuto alla distanza così da prendere meglio le misure all’avversario di turno. Nel primo quarto d’ora gli abbruzzesi sono stati perciò più manovrieri, ma la buona occasione creata dal bomber Pavoletti (dieci reti realizzate – alla vigilia - al pari di Denis Godeas della Triestina) è stata sventata con bravura dal portiere Viotti. E proprio su questa chance si possono “indirizzare” le maggiori recriminazioni degli ospiti: l’eventuale vantaggio avrebbe potuto cambiare la partita. Il “pericolo corso” ha svegliato la compagine locale, che ci ha messo cuore e compattezza per dimenticare il fatto di essere vicini al fallimento. Il pubblico giuliano ha sospinto con molto calore i vincitori verso un successo, che mancava da quattro gare. I locali hanno iniziato a prendere in mano il pallino del gioco nella seconda parte della prima frazione e si sono mostrati più sciolti nella costruzione del gioco. Pian piano hanno iniziato a pungere sotto porta fino a quando hanno trovato la rete del vantaggio grazie a un rigore di Curiale nel finale. Turchi si è innervosito e si è preso il secondo cartellino giallo al 46’. E così le due squadre sono andate all’intervallo sull’1-0 e anche con una differenza numerica. Il compito del Lanciano è diventato di conseguenza difficile: dover recuperare con l’uomo numerico si è tradotto nella concessione di maggiori spazi in difesa. E l’Unione non si è fatta pregare per sfruttare quanto concesso grazie pure alla maggiore determinazione mostrata. Nella seconda frazione la più tranquilla Triestina si è mostrata ancora più abile nello sviluppo del gioco in contropiede per quanto Chiricò e Pavoletti abbiano cercato di creare qualche grattacapo alla retroguardia rossoalabardata. La formazione di Nanu Galderisi ha avuto in ogni caso una sola vera opportunità (doppio tentativo di Motta e Godeas al 38’) prima di dilagare nel finale. L’affermazione della Triestina è stata sicuramente troppo netta e il 3-0 conclusivo è stato reso possibile anche dalla seconda espulsione accusata dal Lanciano. Vastola si è visto sventolare per due volte il cartellino giallo in pochi istanti e in nove contro undici la Virtus non ha potuto tenere il campo al meglio. Nei primi minuti di recupero Motta (bello spunto di Tombesi) e Godeas hanno arrotondato il punteggio. La sfortuna degli sconfitti si è vista anche nell’azione del 3-0: Rosania è stato aggredito dai crampi e ha dovuto lasciar scappare da solo Godeas, che ha siglato così l’11° centro personale.

La cronaca.
Dopo un tentativo velleitario dei padroni di casa, ci prova l’ex Triestina D’Aversa, che calcia fuori all’8’. La compagine di Carmine Gautieri si rende ben più pericolosa al 13’, quando il portiere Viotti compie un intervento di ottima fattura (grazie ai suoi buoni riflessi) sul colpo di testa del bomber Pavoletti. E la palla respinta dall’estremo difensore viene quindi deviata in angolo da Lima. La battuta dalla bandierina è affidata a D’Aversa e Chiricò calcia centrale dal limite. Al 15’ ci prova Capece, ma è ancora attento Viotti. Al 16’ c’è una percussione di Pinares, che scambia con Curiale e non riesce a concludere al cospetto di Aridità. Il guardiano dei pali abruzzesi subisce anche una carica fallosa e perciò il seguente tocco in rete di Godeas viene vanificato da tale fallo. Punizione alta di Cesar Pinares Tamayo al 19’. Passano 6’ e un corner di Pinares termina direttamente in rete, ma l’arbitro Saia annulla con un attimo di ritardo per un altro intervento irregolare ai danni di Aridità nella mischia accesasi subito dopo la battuta del giocatore di proprietà del Chievo. Aridità se la cava anche al 31’, quando perde palla a seguito di uno scontro con Amenta e il direttore di gara gli concede lo stesso un’altra punizione. La Triestina conquista un rigore al 44’ per un fallo di mano di Vastola su punizione di Curiale, che trasforma il penalty. Espulso Turchi per doppio giallo al 46’ e 1’ dopo Curiale imbecca Pinares, stoppato con bravura da Aridità. All’11’ e al 12’ della ripresa Pavoletti ci prova di testa: altro il primo tentativo e il secondo vede l’attaccante solo sfiorare il cross di Volpe. Sinistro centrale di Pinares al 13’. Poi, dopo qualche normale schermaglia, Aridità dice di no a Motta dal limite e al seguente tap-in di Godeas al 34’. Impreciso nella battuta Mattielig al 38’. Rosso a Vastola al 41’ (due gialli) e così la Triestina dilaga. Al 46’ Motta sfrutta un assist di Tombesi e al 47’ Godeas segna in solitaria.
 

 

Il tabellino.

 

TRIESTINA 3
VIRTUS LANCIANO 0

MARCATORE: p.t. 44’ Curiale su rigore; s.t. 46’ Motta, 47’ Godeas.
TRIESTINA (4-2-3-1): Viotti; Galasso (s.t. 21’ Tombesi), Lima, Gissi, D’Ambrosio; Forò, Mattielig; Rossetti (s.t. 16’ Evola), Cesar Pinares Tamayo, Curiale (s.t. 30’ Motta); Godeas. A disposizione Gadignani, Mannini, Villar Rodriguez, De Vena. All. Godeas
VIRTUS LANCIANO (4-3-3): Aridità; Vastola, Rosania, Amenta, Mammarella; Capece (s.t. 8’ Zeytulaev), D’Aversa, Volpe (s.t. 39’ Margarita); Chiricò, Pavoletti, Turchi. A disposizione Amabile, Di Filippo, Ferrara, Novinic, Piccioni. All. Gautieri
ARBITRO: Saia di Palermo (assistenti Toffanin di Padova e Masperto di Como).
NOTE Espulsi Turchi (46’ p.t.) e Vastola (41’ s.t.) per doppia ammonizione. Ammonito Lima. Minuti di recupero: p.t. 3’; s.t. 5’. Corner: 6-2 per la Triestina. Spettatori 3461 (di cui 3 della Virtus Lanciano).

 

Questa la classifica:

Trapani 34; Siracusa 32; Lanciano, Spezia, Portogruaro, Barletta 30; Carrarese, Pergocrema, Cremonese 28; Triestina 25; Frosinone 23; Latina 20; Piacenza 18; Prato, Andria 17; Feralpi 16; Bassano 15.  Siracusa e Portogruaro una partita in meno.

Letto 761 volte Ultima modifica il Domenica, 15 Gennaio 2012 19:14

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli