Domenica, 22 Aprile 2012 19:02

De Vena illude la Triestina, poi il Trapani cala il tris

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto Geros Foto Geros
Allo Stadio Provinciale di via Salvatore Caruso il Trapani manda meritatamente al tappeto la Triestina
(illusasi con il gol del vantaggio al 10’ dopo sei risultati utili consecutivi) in occasione della trentaduesima giornata – da calendario – del girone B di Prima Divisione. E il concomitante e clamoroso successo dell’Andria a Siracusa rende ancora più triste il team del capoluogo del Friuli Venezia Giulia visto che si abbassa la quota dei play-out. La formazione di Roberto Boscaglia riscatta così sia la sconfitta per 2-1 patita all’andata allo stadio Nereo Rocco – a cui fecero seguito nove vittorie di fila - sia il passo falso interno (il clamoroso 1-5 contro il Portogruaro) nell’ultimo turno disputato. I locali rafforzano la vetta e continuano ad alimentare i loro sogni di gloria, che li ha visti salire dall’Eccellenza nel giro degli ultimi quattro anni. Siciliani aggressivi e sospinti dal loro caloroso pubblico e Triestina guardinga. I granata ci provano fin dall’inizio, ma non trovano soluzioni pericolose. E a sorpresa è l’Unione a passare in vantaggio, ma lo fa in modo fortuito a seguito di un generoso regalo del portiere avversario Castelli. L’estremo difensore siculo respinge con uno strano tocco pallavolistico (anziché trattenere) un cross dalla destra di Princivalli e De Vena è reattivo a insaccare di testa il tap-in. Poi l’Unione è sì appunto alle prese con la foga degli avversari, ma non corre rischi particolari fino al 43’, quando a Madonia viene concesso troppo spazio e l’esterno sinistro (già in luce all’andata assieme a Barraco) indovina l’1-1 con il suo mancino. Un vero peccato per l’Alabarda incassare l’1-1 poco prima dello scadere. E al 45’ Lima, in dubbio alla vigilia causa acciacchi, deve cedere il posto per un riacutizzarsi dei suoi problemi fisici. La frittata si completa al 2’ della ripresa, quando i trapanesi raddoppiano. Madonia si conferma in stato di grazia e serve bene Gambino, che – arrivato a rimorchio – beffa Gadignani. Al 6’ lo stesso Gadignani sbaglia un passaggio a Thomassen e Madonia lo intercetta, involandosi verso la porta. Gadignani, però, è bravo e si riscatta, neutralizzando il pericolo. Il 3-1 arriva poco dopo: all’8’ Madonia se ne va sulla sinistra e mette in mezzo, velo di Gambino e Abate insacca sulla mancata chiusura di D’Ambrosio. All’11’ c’è una punizione di Cesar Pinares respinta da Castelli e a seguire una semirovesciata “contratta” da Alessio Cristiano Rossi. La formazione di Nanu Galderisi, priva anche di Gissi e Motta, soffre più che l’altro l’assenza di capitan Allegretti, vero faro della squadra sia in regia sia a livello di personalità. Alle loro defezioni si contrappone solo quella di Mastrolillo visto che Perrone viene recuperato e va in panchina prima di entrare nel finale di gara. Al 26’, però, la Triestina accorcia le distanze con D’Ambrosio, che viene lasciato solo al centro dell’area su un corner di Rossetti. Un lampo in un momento della partita, che sembrava “morta”. E al 33’ un miracolo in volo di Castelli sulla conclusione mancina a giro di Cesar Pinares (destinata all’incrocio) salva il Trapani e fa strozzare l’urlo di gioia in gola ai triestini. Castelli si prende perciò la rivinciata sullo sbaglio commesso sulla rete incassata. La capolista bada a controllare la situazione e nel finale gli sconfitti pressano – senza particolari acuti - pur avendo perso De Vena al 46’ per un problema al piede destro. Ed anzi al 48’ Cianni spara di poco alto. Ora mancano tre sfide: la Triestina sarà in casa mercoledì 25 e domenica 29 aprile (rispettivamente con Piacenza e Spezia) e chiuderà a Prato domenica 6 maggio.
Il tabellino.
TRAPANI 3
TRIESTINA 2

MARCATORI p.t. 10’ De Vena, 43’ Madonia; s.t. 2’ Gambino, 8’ Abate, 26’ D’Ambrosio.
TRAPANI (4-4-2): Castelli; Lo Bue, Pagliarulo, Filippi, Sabatino; Barraco, Caccetta, Cianni, Madonia (s.t. 27’ Tedesco); Abate (s.t. 44’ Perrone), Gambino (s.t. 22’ Cavallaro). A disposizione Pozzatto, Priola, Daì, Provenzano. All. Boscaglia
TRIESTINA (4-3-1-2 e dal 39’ s.t. 4-3-3): Gadignani; Galasso, Lima (p.t. 43’ D’Ambrosio), Thomassen, Mannini; Rossetti (s.t. 39’ Zamparo), Princivalli, Cristiano Rossi (s.t. 19’ Mattielig); Cesar Pinares; Godeas, De Vena. A disposizione Vigorito, Tombesi, Evola, D’Agostino. All. Galderisi
ARBITRO: Massimiliano De Benedictis di Bari (assistenti: Simone Sgheiz di Como e Salvatore Manzo di Como).
NOTE Ammoniti Godeas e Thomassen per gioco falloso. Minuti di recupero: p.t. 2’ s.t. 5’. Corner 17-3 per il Trapani. Stadio praticamente esaurito (capienza 5.000). Vento di scirocco da sud con raffiche abbastanza forti e giornata soleggiata. Presenti in curva ospiti anche cinque tifosi triestini in rappresentanza delle Mule Alabardate e della Milano Alabardata. Subito dopo l’1-1 lite in tribuna tra tifosi del Trapani con intervento dei carabinieri. Al 46’ s.t. De Vena esce e va in panchina per un problema al piede destro.
Letto 795 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli