Domenica, 22 Gennaio 2012 19:06

La Triestina s'inchina alla regina: ko a Siracusa

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto Geros Foto Geros

La ventesima giornata (la terza di ritorno) vede il Siracusa – primo malgrado la penalizzazione –

superare la Triestina allo stadio Nicola De Simone. La fase iniziale è combattuta e l’Alabarda riesce a pressare bene gli avversari. La prima chance della partita è a favore dell’Unione, il cui Curiale manda sull’esterno della rete al 6’. La replica locale è affidata all’attaccante Coda, la cui conclusione di forza viene respinta da Viotti al 15’. Lo stesso Coda ci riprova al 18’ di testa e Viotti alza la palla sopra la traversa. I siciliani sfruttano il momento caldo e  vanno a bersaglio al 22’: cross di Lucenti e Davide Baiocco, lasciato libero da Mannini, insacca di testa con la palla che colpisce il palo prima di infilarsi lemme lemme in fondo al sacco. I siculi creano ancora una mischia e poi i ritmi si abbassano. Gli ospiti non riescono a fare pressing come all’inizio vista la minore determinazione agonistica e i locali vanno a fiammate, facendo registrare in ogni caso un maggior possesso palla. Al 33’ conclusione centrale di Coda. Al 36’ il poco appariscente Curiale è smarcato in area, ma si incarta e il portiere Paolo Baiocco lo chiude in uscita. Al 37’ Viotti è bravo a dire di no a Mancosu. Passa un minuto ed esce anche Cesar Pinares (stiramento) dopo la precedente sostituzione di D’Ambrosio a seguito di una capocciata con Davide Baiocco. Due cambi che sono sembrati lasciare il segno nell’assetto in campo. Nella ripresa il Siracusa cerca di addormentare la gara e la Triestina non riesce a essere pericolosa nel suo gioco con palla a terra pur mostrando grande volontà. Al 23’ una scivolata fortuita di Motta ai danni del primo assistente rende dolorante una caviglia del signor Grispigni. E al 27’ Fernandez svetta di testa su un corner e si rende pericoloso pur avendo la mira leggermente imprecisa. La capolista raddoppia al 34’ con il neo acquisto Testardi (entrato da neanche un minuto), che sfrutta una palla mal rinviata da Gissi. La formazione di Nanu Galderisi prova a reagire, ma si espone ad un paio di ripartenze degli appagati bianco-azzurri. Longoni fa la barba al palo dai 25 metri al 37’, mentre Viotti fa un miracolo con il corpo sul solitario Testardi al 42’. La Triestina si fa minacciosa al 46’ con una punizione maligna dal limite di Allegretti, che viene sventata in corner dal portiere Davide Baiocco. Il tabellino.
SIRACUSA 2
TRIESTINA 0

MARCATORE: p.t. 22’ Davide Baiocco; s.t. 34’ Testardi.
SIRACUSA (4-3-1-2): Paolo Baiocco; Lucenti, Moi, Fernandez, Capocchiano; Giordano, Spinelli, Davide Baiocco; Mancosu (s.t. 16’ Longoni); Coda (s.t. 26’ Montalto), Zizzari (s.t. 33’ Testardi). A disposizione Fornoni, Ignoffo, Pippa, Pepe. All. Sottil
TRIESTINA (4-2-3-1): Viotti; D’Ambrosio (p.t. 29’ Tombesi), Mannini, Gissi, Galasso; Allegretti, Princivalli; Rossetti (s.t. 31’ Villar Rodriguez), Cesar Pinares Tamayo (p.t. 38’ Motta), Curiale; Godeas. A disposizione Gadignani, Cecchini, Mattielig, Forò. All. Galderisi
ARBITRO: La Penna di Roma 1 (assistenti Grispigni di Roma 1 e Lotierzo di Napoli).
NOTE Ammonito Fernandez per fallo di mano. Minuti di recupero: p.t. 3’; s.t. 5’. Corner: 10-7 per il Siracusa. Spettatori: 4.500 (di cui una quindicina di tifosi della Triestina, che hanno esposto lo striscione “Curva Furlan”).

Letto 699 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli