Sabato, 07 Maggio 2011 19:50

Le interviste, Salvioni: "Tanti sbagli perchè condizionati dalla classifica. Aiutati dai tifosi"

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Il tecnico Salvioni Il tecnico Salvioni
Così nel dopo partita al Rocco.
Valter Salvioni (allenatore Triestina): E’ importante l’essere passati dal -6 al -2 dal quartultimo posto. Abbiamo sbagliato molto (sia in attacco sia in difesa, ndr) e questo ci ha creato delle difficoltà. Se avessimo avuto una classifica migliore, saremmo stati più tranquilli e avremmo segnato di più. Così, invece, eravamo condizionati dalla classifica e non siamo stati totalmente concreti. Giocare in una simile situazione non è facile. In ogni caso ci siamo espressi bene come lo abbiamo già fatto altre volte. Abbiamo dimostrato di avere la giusta voglia e ci è stato di grande aiuto il tifo del pubblico. Torino? Ci andiamo per fare la nostra partita perché se restassimo in difesa, diventerebbe dura.
Sergio Viotti (portiere Triestina): Ci siamo espressi bene e ci siamo conquistati una vittoria meritata, frutto del giusto mix tra giovani e vecchi che ha dato traqnuillità al gruppo. Se avessimo perso, saremmo retrocessi in Lega Pro e avremmo buttato via la stagione. Ora andremo a Torino per giocarci le nostre carte. Si spera di chiudere la stagione con quattro vittorie consecutive. Se restiamo concentrati, possiamo fare il nostro. Ad esempio il Cittadella ha vinto 4-0 all’andata e stavolta si è reso pericoloso solo tre volte nel primo tempo. La mia prestazione? Ne sono soddisfatto.
Davide Bariti (esterno della Triestina): Sono contento che la mia buona prestazione sia coincisa con una vittoria. E’ andata bene perché così ci siamo avvicinati alla zona play-out. A Grosseto non ci abbiamo messo la giusta cattiveria ed è arrivato un passo falso. Stavolta siamo ritornati ai precedenti livelli anche perché sapevamo che era giusto vincere. A Torino sarà difficile, avendo davanti una squadra da play-off, ma noi ci proveremo.
Claudio Foscarini (allenatore Cittadella): Non abbiamo avuto il giusto equilibrio. Siamo partiti male, non mostrando il giusto approccio e il giusto orgoglio. Noi siamo andati a tratti e questo ha agevolato la Triestina, che ha avuto la vita più facile. Dispiace l’esserci espressi così in una gara importante. E’ colpa nostra al di là degli episodi (giusta la nostra espulsione, ma ci stava anche la seconda ammonizione a Malagò). E sono preoccupato anche per la prossima viste l’espulsione e le diffide.
Daniele Gasparetto (difensore Cittadella): Abbiamo preso tre gol in pochi minuti e poi è diventata difficile anche se ci abbiamo provato a rimetterci in piedi. Non abbiamo trovato i giusti equilibri e ci siamo messi in difficoltà. Tra l’altro siamo alti in difesa, ma continuamo a incassare gol su calci piazzati. Dobbiamo lavorare per migliorarci in vista del rush finale. Malagò? Io sono più alto di lui e se sono ferito al sopracciglio, è solo perché mi ha dato una gomitata e perciò ci stava la sua seconda ammonizione,
Letto 680 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli