Venerdì, 27 Luglio 2012 08:34

Triestina, 200 tifosi in assemblea

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)
Vasco Vascotto Vasco Vascotto
Organizzata dal Centro di Coordinamento dei Triestina Club e dalla Curva Furlan,
si è tenuta un’assemblea pubblica dei supporters rossoalabardati nella sala Olimpia del Coni. Presenti circa 200 tifosi. Sergio Marassi, Presidente del Centro di Coordinamento dei Triestina Club ha esposto la situazione attuale, con tutti gli aggiornamenti che gli arrivano dall’Assessore allo Sport del Comune di Trieste, Emiliano Edera; in questi giorni si sono riuniti piccoli imprenditori e professionisti tifosi per mettere assieme le forze economiche e far ripartire la squadra rossoalabardata almeno dall’Eccellenza, rimane accesa ancora una piccola fiamma di speranza che all’ultimo minuto arrivi qualcuno con più possibilità danarose per permettere la ripartenza dalla serie D (visto un tentativo effettuato a Roma dal velista Vasco Vascotto). Ormai manca poco per l’affiliazione ai campionati, è una questione di giorni. La parola, poi, è passata a Lorenzo Campanale, portavoce degli Ultras, che ha evidenziato come sia importante in questo momento l’unione tra i tifosi, tutti devono seguire le sorti della Triestina e prepararsi a seguirla in qualsiasi categoria giocherà, ad esempio abbonandosi e facendo tifo in gran numero. Sono quindi intervenuti diversi tifosi: c'è chi dà la priorità nel formare una squadra di giocatori esclusivamente triestini, chi la necessità di entrare a far parte della nuova società, chi invece è contrario vista l’esperienza dell'anno scorso con Aletti. Ci sono stati anche molti attacchi all’imprenditoria triestina che conta e a tutti i politici triestini che avrebbero dovuto interessarsi di risolvere il problema appena emerso, perciò a inizio anno. Non sono mancate critiche ai consiglieri comunali che avevano promesso di devolvere un gettone di presenza, pro raccolta per l’acquisto del marchio della Triestina, nella V commissione consiliare del 10 luglio, tutti i partecipanti erano d’accordo ma poi hanno deciso di non votare la cosa, quindi tutto si è vanificato; la giustificazione dei consiglieri? Devolvere il gettone sarebbe una cosa complicata; in realtà dopo la votazione sarebbe bastata una firma, ma avrebbero potuto più facilmente devolvere una quota col sistema delle elargizioni promosso dal quotidiano Il Piccolo assieme ai tifosi organizzati, come ha fatto e sta facendo la maggior parte dei tifosi, iniziativa che ha avuto un grande successo in quanto la raccolta ha superato già quota 20.000 euro, cifra però ancora lontana da quella indicata come valore del marchio della Triestina.
Letto 803 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli