Domenica, 06 Maggio 2012 15:53

Triestina, disfatta a Prato: tre espulsi e cinque "pappine". Ora i play-out

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Un'immagine della gara d'andata. Foto Geros Un'immagine della gara d'andata. Foto Geros
La regular season si conclude nel modo peggiore per la Triestina,

battuta dal Prato allo stadio Bisenzio – quarta sconfitta consecutiva dopo 9 risultati utili di fila - e condannata ai play-out (dove sfiderà il Latina, già battuto in trasferta) dopo la sosta di domenica 13 maggio con l’andata nel Lazio il 20/5 e il ritorno a Trieste il 27/5, mentre l’altro testa a testa sarà Prato-Piacenza; retrocesso il Bassano, salvi Feralpi Salò e Andria, promosso lo Spezia e play-off basati sui match Trapani-Cremonese e Siracusa-Lanciano). L’Unione (già priva di Gadignani, Galasso, Rossetti, Lima e De Vena a fronte delle defezioni avversarie di Cavagna, Napori, Gori), compromette la sua gara con le espulsioni di Gissi e Thomassen, a cui si aggiunge poi quella di Princivalli. Cartellini rossi che incideranno anche sulle prossime partite. Quanto alla trasferta di Prato, la gara si apre con una punizione dal limite – posizione defilata – di Allegretti, che scende ma non troppo e termina alta al 4’. Il primo pata-trac arriva all’8’: Benedetti crea spazio e Pisanu va via per vie centrali. Gissi lo stende: espulsione e calcio di rigore. Lo stesso Pisanu spiazza Vigorito e firma l’1-0. I padroni di casa sono galvanizzati e giocano il resto del primo tempo all’attacco.

Dopo due interventi di Vigorito, al 17’ Silva Reis fa da torre e De Agostini calcia di poco alto. L’Unione si rende pericolosa con una mischia al 30’, a cui risponde Pisanu al 32’ (conclusione a fil di palo). Al 36’ arriva il 2-0: contropiede di Benedetti, che imbecca il lanciato Pisanu. Questi evita Thomassen e segna. Al 40’ un gesto violento (un pugno) costa l’espulsione diretta a Thomassen, mentre al 44’ Masucci – in fuorigioco – triplica. Nella ripresa, che registra il rosso diretto anche per Princivalli (cacciato al 9’ della ripresa per proteste), la Triestina nulla può.

Il Prato gestisce la palla, abbassando i ritmi per non infierire più di quanto fatto sui rossoalabardati e rendendo così noioso l’incontro. Pertanto sono poche le occasioni. Al 17’ Geroni ci prova da 45 metri e Vigorito blocca; al 18’, quindi, diagonale di poco fuori di Benedetti. Ci prova sempre Benedetti al 32’ con deviazione di Vigorito sopra la traversa. E al 35’ altra conclusione infruttuosa di Geroni. Questi si prende la rivincita al 39’, lasciando impietrito Vigorito con il guizzo del 4-0. Poi Geroni fornisce al 44’ l’assist a Morante per il definitivo 5-0. Niente recupero e Galderisi è costretto a tranquillizzare un Godeas nervoso. Il tabellino.
PRATO 5
TRIESTINA 0

(primo tempo 3-0)
MARCATORI: p.t. 9’ Pisanu (rig.), 36’ Pisanu, 44’ Manucci; s.t. 39’ Geroni, 44’ Morante.
PRATO (5-3-2): Layeni, Dametto, Lamma, Manucci, Ghinassi, De Agostini, Fogaroli, Corvesi, Benedetti (s.t. 40’ Papini), Pisanu (s.t. 27’ Morante), Selva Reis (p.t. 32’ Geroni). A disposizione D’Oria, Visibelli, Scrugli, Piantoni. All. Esposito
TRIESTINA (4-3-1-2, poi 4-2-1-2, poi 3-4-2, poi 4-3-1 e infine 4-2-1): Vigorito; Mannini (s.t. 13’ D’Ambrosio), Thomassen, Gissi, Cecchini; Mattielig (s.t. 13’ Forò), Allegretti, Princivalli; Cesar Pinares; Godeas, Motta (s.t. 1’ Tombesi). A disposizione Cristofoli, Evola, D’Agostino, Zamparo. All. Galderisi
ARBITRO: Luca Pairetto di Nichelino (assistenti Damiano Di Iorio di Verbania e Filippo Valeriani di Ravenna).
NOTE Espulsi Gissi (8’ p.t.), Thomassen (40’ p.t.) e Princivalli (9’ s.t.). Ammoniti Mattielig, Manucci. Minuti di recupero: p.t. 3’; s.t. 0’. Corner: 4-4. Giornata piovosa e di conseguenza terreno viscido. Presente una trentina di tifosi della Triestina. Curiosità: L’arbitro è il figlio del più famoso Pierluigi Pairetto.

Letto 722 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli