Lunedì, 04 Aprile 2011 20:04

Triestina già venduta?

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)
Il presidente Stefano Fantinel Il presidente Stefano Fantinel

La Triestina sta scivolando verso la serie C1.

E questo è un dato di fatto. Nel clan alabardato però la speranza è l'ultima a morire. Alla salvezza ci si crede, o almeno così dicono (bisogna vincere le prossime due sfide: Livorno e Portogruaro). I tifosi invece sono già rassegnati al peggio. E quando si dice "peggio" significa che temono addiritura in una sorta di fallimento in caso di retrocessione. In terza serie infatti non arrivano quei soldi (neanche tanti...) che invece giungono dal fatto di essere in cadetteria. Si teme insomma di dover ripartire dalle categorie più basse.

Ma da alcuni giorni gira una voce che potrebbe essere la soluzione al caso. Non è nulla di confermato naturalmente però i bene informati dicono che il presidente Stefano Fantinel abbia dato mandato all'amico Dal Cin di cercare una cordata che sia disposta a rilevare l'Alabarda in caso di retrocessione. E, sempre i bene informati, dicono che l'esito della ricerca sia stato positivo. Questa cordata sarebbe quindi stata trovata e si sarebbe dichiarata disponibile a concludere l'affare. Da queste voci, pertanto, Fantinel starebbe per disfarsi della Triestina.  L'aver venduto quanto possibile e il non aver comprato quello di cui si aveva bisogno hanno fatto precipitare le cose. Aggiungiamoci certe scelte tecniche "balorde" del tecnico Salvioni ed ecco che la frittata è fatta. Fantinel crede in Salvioni e gli dà ancora fiducia. Nel resto d'Italia invece i vari presidenti tendono ad agire in modo diverso. Il Palermo ad esempio, proprio ieri, ha esonerato Serse Cosmi dopo 4 partite (3 ko e una vittoria sul Milan) richiamando Delio Rossi, cacciato un mese prima. E in questa stagione di questi casi ce ne sono stati altri. I tifosi vorrebbero il ritorno di Iaconi ma probabilmente toccherà a Salvioni chiudere la stagione.

 

Letto 1509 volte

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli