Giovedì, 12 Luglio 2012 09:48

Triestina, i piccoli imprenditori non gettano la spugna nonostante lo scetticismo della stampa locale

Scritto da 
Vota questo articolo
(13 Voti)
Purtroppo sembra ci vorrà molto tempo prima di rivedere grandi campioni al Rocco Purtroppo sembra ci vorrà molto tempo prima di rivedere grandi campioni al Rocco foto Geros

Riceviamo e volentieri pubblichiamo, nella speranza di ravvivare un confronto il più serio possibile tra tifosi, imprenditoria locale, istituzioni e stampa.

Il referente di questa "cordata di piccoli imprenditori" di cui abbiamo già riferito in esclusiva alcuni giorni fa vuole restare nell'anonimato ancora per una settimana quindi ancora non pubblicheremo il suo nome.

 

"Un giornale locale ha deriso il nostro progetto. In quanto lavoratori, in quanto desideriamo intervenire con capitale proprio, ci sentiamo molto dispiaciuti. Purtroppo non abbiamo le liquidità necessarie ad una serie D e purtroppo siamo abituati a programmare. Il giornale locale critica perfino la parola "business plan". Forse ce ne fosse stato uno a settembre 2011 ora non saremmo in questa situazione.

Il nostro progetto è modesto ma fatto di denaro vero, quello che quando lo maneggiamo è ancora unto del nostro sudore, non come quello virtuale delle banche o di certi ex presidenti. Siamo convinti che Trieste debba avere la sua squadra, se sarà in 1°-2°  o 3° categoria rappresenterà il livello reale di noi triestini, probabilmente incapaci di avere una squadra nostra (con presidente e staff triestino) a livello professionistico. Probabilmente i nostri giocatori, le nostre istituzioni, il nostro calcio non è all'altezza delle nostre aspettative, allora rimbocchiamoci le maniche.

In questi giorni si parla molto di fair play finanziario e anche noi siamo dell'idea che non si possa spendere più di quanto si produca ecco perchè teniamo al rispetto dei conti ed al nostro bistrattato business plan. Al momento grazie all'aiuto di Sportest e Facebook qualche triestino si è fatto avanti tendendoci la mano e dando la Sua disponibilità a contribuire alla nostra causa. Ad oggi abbiamo già avviato contatti con giocatori e staff tecnico di alto livello per quanto riguarda la nostra provincia e se ancora qualche sponsor ci sosterrà potremmo preparare un'ottima squadra anche in Prima Categoria.

Premettiamo che per accedere alla Prima o alla Seconda categoria ci vorrà sempre la lettera e l'accordo del sindaco. Ribadiamo che non chiederemo nessun aiuto economico al Comune al quale chiederemo solamente l'utilizzo al Rocco per le partite interne. Abbiamo già trovato un campo a 11 dove allenarci, uno dei migliori, quindi non ci saranno più viaggi in giro per il FVG e la nuova Triestina avrà finalmente un posto dove poter lasciare cinesini e casacche.

Rimaniamo dell'idea che ci muoveremo solo se gli Ultras e il Centro di Coordinamento daranno il loro benestare a sostenere la nuova Triestina che probabilmente cambierà, seppur di poco la sua denominazione sociale. Florentia Viola e Napoli Soccer sono stati accettati dai tifosi che hanno risposto a Firenze con lo stadio pieno in tutta la permanenza in C2 e B. Anche la Lucchese ha appena giocato con il nome di Fc Lucca in Eccellenza giocando al Porta Elisa. Durante la stagione avvieremo i contatti con le aziende locali per progettare almeno l'Eccelenza per la stagione successiva e al riacquisto del titolo sportivo (vedi Lucchese).

Il settore giovanile potrebbe essere riattivato e, sebbene a livello provinciale perderebbe di appeal, cercheremo comunque di consultarci con il Sig. Schiraldi. Oggi è molto difficile, ma sicuramente la creazione di un settore giovanile sarà una prerogativa per il futuro. Se qualcuno vuole dunque contribuire al nostro progetto, scrivete una mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , che gentilmente si presta a fare da "megafono" in questa prima fase. Tutti sono benvenuti.

Letto 1413 volte Ultima modifica il Venerdì, 13 Luglio 2012 07:43

Lascia un commento

Make sure you enter the (*) required information where indicated.
Basic HTML code is allowed.

Ultimi commenti agli articoli